21 settembre 2019
Aggiornato 04:00

Dalla Spagna: Bacca avverte il Milan

L’attaccante colombiano è tornato a parlare del suo futuro e ha chiarito senza mezze misure quali sarebbero i suoi desideri. Che poi sono li stessi della dirigenza rossonera.

L'attaccante colombiano Bacca con la maglia del Milan
L'attaccante colombiano Bacca con la maglia del Milan ANSA

MILANO - «Spero che le società trovino presto un accordo per il bene di tutti. Voglio continuare a giocare qui perché sia io che la mia famiglia ci troviamo molto bene». Con questa affermazione a prova di fraintendimento, Carlos Bacca ha chiarito il suo punto di vista su quella che potrebbe diventare una lunga trattativa da qui all’estate per il futuro dell’attaccante colombiano. In un’intervista rilasciata all’autorevole As, l’ex attaccante del Milan ha fugato ogni dubbio su quella che potrebbe essere la sua massima aspirazione, restare in Spagna e continuare a far bene con la maglia del Villarreal, seguendo la falsariga di quanto fatto già in questo primo scorcio di stagione.

Bottino apprezzabile
Dieci reti complessive, maturate in tutte le competizioni tra Liga (7), Europa League (2) e Copa del Rey (1), spalmate su 26 partite, con una media di un gol ogni 181 minuti, questo il bottino realizzato fino a questo momento da Carlos Bacca. Niente di eclatante, ma comunque un fatturato sufficiente per garantire alla dirigenza del Sottomarino Giallo il riscatto dal Milan, già fissato la scorsa estate a 12 milioni di euro. Probabile che il fulcro della trattativa consista nel desiderio del club spagnolo di ridurre la cifra necessaria per acquistare definitivamente il colombiano, argomento sul quale Fassone e Mirabelli non sembrano particolarmente disposti a discutere (vedi caso Gomez-Boca Juniors).

Due opzioni
Questo potrebbe voler dire che o Bacca inizia a segnare una caterva di gol da qui a giugno, convincendo definitivamente il Villarreal ad esercitare il diritto di riscatto per l’intera cifra pattuita, oppure l’ex centravanti dei Cafeteros tornerà a Milanello. Non una situazione augurabile visto il distacco tutt’altro che indolore tra il calciatore e il Milan.