17 ottobre 2019
Aggiornato 08:00

Laxalt e Castillejo: l’uragano Milan si abbatte sul mercato

Il doppio colpo di Ferragosto messo a segno da Leonardo e Maldini potrebbe aver sistemato definitivamente la rosa del Milan. Ma non sono escluse sorprese.

Il mancino spagnolo Castillejo
Il mancino spagnolo Castillejo ANSA

MILANO - Samu Castillejo e Diego Laxalt, due colpi in 24 ore. E meno male che, dopo l’ingaggio di Bakayoko dal Chelsea con la formula del prestito oneroso fissato a 5 milioni più diritto di riscatto a 35, il mercato del Milan veniva considerato virtualmente chiuso. La realtà si è rivelata ben diversa e decisamente più appetitosa per i tifosi rossoneri che, in vista di queste ultime 48 ore che ci separano dalla chiusura della sessione estiva delle contrattazioni (venerdì alle ore 20.0), possono legittimamente sperare che accada ancora qualcosa di interessante.

Il talento di Leo
Dicevamo del doppio colpo di Ferragosto messo a segno dall’ormai infallibile accoppiata Leonardo-Maldini. I due dirigenti di Casa Milan stanno mostrando al mondo come trasformare un’oggettiva criticità in un’opportunità da sfruttare, ribaltando di fatto le carte in tavola. Era già accaduto con il caso Bonucci. Di fronte al gravoso problema di come sistemare l’ex capitano del Milan, Leonardo ha sfruttato la voglia del difensore viterbese di tornare a Torino per mettere a disposizione di Gattuso uno dei difensori più promettenti del campionato italiano, Mattia Caldara. Come se non bastasse, ha approfittato dell’esigenza di Marotta di liberarsi del pesante ingaggio di Higuain, per regalare ai tifosi rossoneri un centravanti di peso, carisma e fascino come a Milanello non si vedeva dai tempi di Zlatan Ibrahimovic.

Altri due indizi
E se un indizio non fa necessariamente una prova, eccone immediatamente altri due. Prima l’ingaggio di Castillejo, praticamente pagato con i milioni di ingaggio risparmiati dell’ingaggio di Bacca, ceduto definitivamente al Villarreal in questa lungimirante operazione. Poi l’acquisto di Diego Laxalt, aggiungendo una cifra irrisoria (3 milioni + 4 di bonus) agli 11 milioni che il Genoa già doveva al Milan per l’obbligo di riscatto di Gianluca Lapadula.

E non è finita
Sistemando praticamente l’intera rosa a disposizione di Gennaro Gattuso. Samu Castillejo, classe ’95 geniale e talentuoso con enormi margini di crescita, è l’attaccante esterno che serviva al Milan già dalla passata stagione; mentre l’uruguayano, alla luce dell’ottimo mondiale disputato da titolare con la maglia della Celeste, si è rivelato ormai un giocatore definitivamente affermato e pronto a soffiare il posto a Rodriguez. E a proposito di Rodriguez, chissà che l’arrivo di Laxalt non possa consentire a Leonardo e Maldini un’altra geniale operazione: la cessione del mancino svizzero al Psg, alla disperata ricerca di un terzino sinistro, ricevendo in contropartita tecnica qualche giovanotto di belle speranze, tra i tanti che giocano all’ombra della Torre Eiffel.