20 giugno 2024
Aggiornato 13:30
Nuovo caso sulla legge che ha fatto fuori Berlusconi

Tutti nemici della Severino

La vittoria di De Luca fa sprofondare il Pd nell'empasse: un tempo promotore a tutto tondo della legge Severino, oggi molte voci dem sono possibiliste su una sua modifica. Vittime della norma, oltre a De Luca, anche De Magistris e Berlusconi. Ma solo ora sembra che il Pd abbia cominciato a dubitare dell'efficacia della norma, che, secondo la Serracchiani, andrebbe ridiscussa. Ma Renzi tace.

L'ex Premier unica vittima della Severino?

Fi: la legge è uguale per tutti, meno che per Berlusconi?

Dopo la vittoria di De Luca alle primarie campane, Forza Italia lamenta le tante contraddizioni della legge che ha estromesso dal Senato Berlusconi. L'ex Cav, dopo i casi De Luca e De Magistris, sembra essere l'unica vittima permanente della legge. Ma De Luca puntualizza: un conto è una condanna in primo grado per abuso d'ufficio, un altro una definitiva per reati fiscali.

La battaglia di MS5 per togliere il «premio» a corrotti e collusi

Nuti: «Basta con i vitalizi a chi ha avuto una condanna»

La grillina Laura Bottici, tra i Questori del Senato, invia una lettera al presidnete Pietro Grasso per sollecitarlo, ancora, a prendere in mano la situazione dei vitalizi ai senatori condannati per mafia e corruzione. A commentare la vicenda è il deputato M5s Riccardo Nuti: «Sui vitalizi noi stiamo conducendo due battaglie, una in Senato e una alla Camera».

Decreto oggi in Consiglio dei Ministri

Liste pulite, il Viminale vara il testo

Il testo definitivo del provvedimento è stato inviato dal Viminale agli uffici governativi e quindi, come annunciato dal ministro Severino, dovrebbe essere varato sotto forma di schema, sul quale le commissioni parlamentari competenti dovranno esprimere il previsto parere non vincolante al massimo entro sessanta giorni

Proteste | Scontri Roma

Su lacrimogeni via Arenula indagine del Ministero della Giustizia

Per ora su quanto accaduto prevale una certa confusione e imbarazzo. Le immagini dei lacrimogeni sparati dall'alto hanno avuto l'effetto di rinfocolare le polemiche sui presunti eccessi nella gestione dell'ordine pubblico nel corso della manifestazione avvenuta mercoledì scorso a Roma. Questore Roma: «Forse rimbalzati su muro». Sappe: «Fatto gravissimo»

Proteste | Scontri Roma

Lacrimogeni dal Ministero, Severino: Indagini rigorose

Il Ministro della Giustizia: «Non escludo alcuna ipotesi, stiamo esaminando i presenti». Alfano: «Noi sempre dalla parte delle Forze dell'Ordine». Vendola: «Video inquietante, chi sbaglia va punito». Tabacci: «Fare chiarezza su lacrimogeni da Ministero». Borghesi (Idv): «Governo riferisca in Aula su filmato choc»

Giustizia | Carceri

Severino: L'amnistia non basta

Per il ministro della Giustizia Paola Severino per risolvere il sovraffollamento nelle carceri l'amnistia da sola non basta perché non risolve problemi strutturali, come la recidiva. Liste pulite? I Partiti possono mettere paletti morali

Governo | Monti dopo Monti

La «cittadina» Severino vorrebbe un Monti-bis

Il ministro della Giustizia Paola Severino vorrebbe che il presidente del Consiglio Mario Monti proseguisse la sua attività di premier anche dopo la fine del mandato: «Amnistia inefficace senza misure strutturali. Liste pulite? Partiti possono mettere paletti morali»

Voto finale alla Camera sul ddl anticorruzione

Severino: Ora norme su incandidabili

Il Ministro della Giustizia: «I numeri, sia quelli della fiducia di ieri sia quelli del voto di oggi dimostrano un'ampia condivisione del progetto praticamente da parte di tutte le forze parlamentari. Falso parlare di compromessi al ribasso». Pecorella: La sanzione penale non basta

Il ddl anticorruzione oggi in aula

Monti: La lotta alla corruzione è una priorità del Governo

pproda finalmente oggi pomeriggio nell'aula del Senato il ddl anticorruzione, ma nonostante mesi e mesi di trattative, di emendamenti e subemendamenti, la partita ancora aperta: al punto che stamattina il ministro della Giustizia Paola Severino vedrà i rappresentanti dei gruppi di maggioranza in commissione Giustizia alla Camera

Presentati stamattina in Senato

Ddl corruzione, Severino pone 3 emendamenti

Una «sanatoria» quasi generalizzata per le carriere parallele dei Magistrati fuori ruolo è la chiave scelta dal ministro della Giustizia per unire la maggioranza sul ddl anticorruzione. Modifiche anche per traffico influenze e mazzette fra privati

Severino lima emendamento, oggi in commissione

Si scioglie oggi il nodo del ddl anticorruzione?

Il Consiglio dei ministri potrebbe autorizzare la richiesta di fiducia sul ddl, come continua a chiedere il leader democratico Pier Luigi Bersani: il Governo, dice, proceda «senza tentennamenti, usando tutti gli strumenti a disposizione, compresa la fiducia». Fiducia che però non verrà posta se non all'ultimo momento utile

La Guardasigilli al termine di una visita al carcere minorile di Nisida

Severino, Amnistia? Non ci sono le condizioni

Ha, comunque, sottolineato che è necessario lavorare affinché esistano delle misure alternative alla detenzione nei penitenziari. Occorre mantenere il numero dei detenuti a livelli decorosi e insistere sulle misure alternative di detenzione alle quali stiamo già lavorando, come la messa alla prova, la detenzione ai domiciliari e il lavoro carcerario

Segnale di accelerazione

Ddl corruzione, al Senato già a metà ottobre

Probabile la presentazione di un maxiemendamento sulla parte penale del provvedimento. Quanto agli emendamenti salva-Ruby, che potrebbero bloccare il processo per concussione a Silvio Berlusconi in corso a Milano, non sono sostenibili né dalla maggioranza né dal Governo

Prove di dialogo

Ddl anticorruzione, segnali di fumo Severino e Pdl

Domani riprende il suo tormentato cammino parlamentare nelle commissioni Affari costituzionali e Giustizia del Senato. Da un lato, infatti, il ministro della Giustizia Paola Severino ha ribadito di non essere disponibile alle trattative «a pacchetto», chieste a gran voce dagli azzurri che si richiamano al patto Alfano-Bersani-Casini garantito a suo tempo dal premier Mario Monti

Politica & Giustizia

Severino: Sulla giustizia non esistono «scambi»

Sulla giustizia «non esistono scambi» politici fra ddl anticorruzione, intercettazioni, responsabilità civile dei magistrati: lo ha detto il ministro Paola Severino, in una intervista a Report, in parte anticipata sul sito del Corriere della sera. «Non esiste venir meno ad un obiettivo per raggiungere un altro»

Revisione della mappa dei Tribunali

Giustizia, la Severino «accelera»

Entro il 31 dicembre 2012 le nuove piante organiche dei magistrati e del personale amministrativo per la geografia giudiziaria ridisegnata con il taglio di 31 Tribunali, 220 sedi distaccate e 667 uffici del giudice di pace: è questo l'obiettivo più rilevante che il ministro della Giustizia Paola Severino ha illustrato al Consiglio dei ministri di oggi

Sulla Giustizia torna l'asse Pdl-Lega

Severino rischia la sfiducia al Senato

Oggi, il sodalizio tra il partito di Silvio Berlusconi e quello di Roberto Maroni, si ripropone contro il ministro della Giustizia, Paola Severino, che, alla ripresa dei lavori parlamentari rischia di essere sfiduciata a Palazzo Madama

Riforma della Giustizia

Salvi 6 Tribunali antimafia. Pdl contro Severino

Trentuno Tribunali da chiudere, non più trentasette. Il Governo «salva» sei sedi in zone di mafia, inizialmente finite sotto la scure della nuova geografia giudiziaria messa a punto al Ministero della Giustizia. Gasparri: «La Ministra va cacciata», mentre Calderoli attacca la «terronia»

Tagli Tribunali, la decisione del Governo

Severino: Lotta alle mafie priorità del Governo

Il Ministro della Giustizia: Nel ridurre la «sforbiciata» ai Tribunali il Governo ha operato seguendo una linea precisa: mantenere «un forte presidio giudiziario nei territori caratterizzati da una significativa presenza della criminalità organizzata»

La riforma della Giustizia

Tagli Tribunali: Severino, la partita è chusa

37 Tribunali, 38 Procure, 220 sedi distaccate e 674 uffici del giudice di pace saranno cancellati dal Governo. Si chiuderanno quasi mille edifici, il risparmio stimato è di circa 50 milioni in tre anni. E Napolitano chiede soluzione equilibrata su responsabilità toghe

Riforma della Giustizia

Accorpamenti per Tribunali e Procure

«Una svolta epocale». Il Ministro alla Giustizia, Paola Severino, descrive così la revisione delle circoscrizioni giudiziarie approvata in Consiglio dei Ministri. «Cambia la geografia giudiziaria del Paese, ferma all'epoca dell'unità d'Italia»

La riforma della Giustizia

Severino riflette sul taglio dei Tribunali

«Lei ne ha avuto conferma?»: è questa la stizzita risposta che il ministro della Giustizia Paola Severino ha dato ai cronisti che le hanno chiesto se porterà oggi in Consiglio dei ministri il decreto legislativo di attuazione della delega sul riordino della geografia giudiziaria

Giustizia | La riforma delle intercettazioni

Intercettazioni: Severino, nessun «bavaglio»

Il Ministro della Giustizia respinge la tesi del quotidiano «Repubblica», che la sospetta di voler strangolare il diritto di cronaca attraverso la riforma delle intercettazion: «Filtro ad atti pubblicabili» ma «provvedimento va ponderato»

Il ddl passa alla Camera con pochi si

Corruzione, sale la tensione tra Governo e Pdl

A Palazzo Madama il ddl anticorruzione passa con una delle votazioni più basse della stagione di Mario Monti: un provvedimento più volte rivendicato come «strategico» dal Governo, ottiene solo 354 voti favorevoli. Cicchitto: No alla fiducia su responsabilità Toghe

Dopo la triplice fiducia di ieri sul ddl anticorruzione

Corruzione, oggi il voto alla Camera

Un disco verde che, seppure potrà far registrare defezioni e malumori nel risultato numerico, non sembra essere in discussione dopo i tre sì di ieri a Montecitorio alla fiducia posta dal Governo sulle qustioni più controverse. Ma il Pdl già annuncia modifiche alla legge a palazzo Madama

Riprende alla Camera il faticoso iter del ddl anticorruzione

Corruzione: Severino, pronta alla fiducia

Il Governo al momento appare intenzionato a chiedere un voto di fiducia su un maxiemendamento. Avvertimento del Pdl sulla responsabilità civile delle toghe. Oggi alle 10 comitato ristretto ultima occasione per mediazione

Giustizia | Ddl anticorruzione

Corruzione, il Governo vuole la fiducia

Sarà una fiducia «con qualche assenza» nel Pdl, «ma come fai a non votarla?», si chiede un parlamentare azzurro a proposito dell'intenzione del Governo, preannunciata oggi ai capigruppo della Camera dal ministro Piero Giarda