17 novembre 2019
Aggiornato 16:00
Focus sulla Turchia di Erdogan

L'economia turca potrebbe collassare entro due anni

L'economia turca potrebbe collassare entro un paio d'anni. L'allarme arriva dal professore armeno di Economia del Massachusetts Institute of Technology, Daron Acemoglu, e i fondamentali economici gli danno ragione

Doppio attentato a Istanbul

Erdogan: «Lotteremo fino in fondo contro il terrorismo»

Lo ha dichiarato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, in una conferenza stampa tenuta all'indomani del doppio attentato avvenuto ad Istanbul e costato la vita ad almeno 38 persone.

Turchia

38 morti in doppio attentato ad Istanbul

Delle persone decedute 30 facevano parte della polizia, sette erano civili e una non è stata identificata. La sicurezza ha già effettuato dieci arresti nel quadro delle indagini sugli attentati, che non sono ancora stati rivendicati ma che secondo le autorità sono certamente collegati fra di loro.

Indetto dopo fallito golpe 15 luglio, termina metà ottobre

Turchia, verso proroga stato emergenza. Erdogan: «Forse un anno»

Segnali di prolungamento dello stato d'emergenza in Turchia. E' infatti sempre più certo che il provvedimento, entrato in vigore a seguito del golpe fallito, verrà prorogato per (almeno) altri 3 mesi

In risposta a lanci di mortaio sul suo territorio

Siria, la Turchia bombarda l'Isis... e i curdi

La promessa del premier turco è stata mantenuta: la Turchia ha inaugurato il suo più vigoroso impegno in Siria bombardando postazioni dell'Isis e dei curdi

Nel giorno della grande manifestazione di Istanbul

Turchia, i 6 conti in sospeso del sultano con l'Occidente

Mentre la Turchia scende in piazza in sostegno di Erdogan, il sultano continua a minacciare l'Europa sulla tenuta del patto sui migranti. Che, però, non è l'unico fronte aperto con l'Occidente

Dopo le polemiche con Berlino, Washington, Bruxelles

Turchia, e ora il sultano Erdogan bacchetta (pure) l'Italia

Dopo Washington, Berlino e Bruxelles, le provocazioni del sultano si sono rivolte all'Italia. Colpevole di permettere alla magistratura di compiere indagini su suo figlio.

Dopo il tentato golpe del 15 luglio scorso

La mappa della stretta di Erdogan sui media turchi

Nell'ultima settimana sono stati emessi mandati di arresto per almeno 89 giornalisti. Tutti accusati di far parte del braccio mediatico dell'«organizzazione terroristica» del predicatore Fethullah Gülen - in esilio volontario dal 1999 negli Stati Uniti - ritenuto da Ankara l'ideatore del putsch.

Resa dei conti dopo il golpe fallito

Turchia, Erdogan esorta la gente a «restare in strada»

Scatta l'ora della resa dei conti, già sanguinosa, mentre il Governo turco dichiara definitivamente fallito il tentativo di golpe. Ma il presidente Recep Tayyip Erdogan esorta la popolazione a presidiare le strade, evocando la possibilità di un colpo di coda dei rivoltosi.

Nel Sud-Est del Paese uccisi due civili e un agente di polizia

Turchia sotto attacco, esplode autobomba nel Sud-Est

Un agente di polizia e due civili sono stati uccisi da un'autobomba che ha colpito il commissariato del distretto di Midyat, nella provincia di Mardin, nel Sud-Est della Turchia

L'offerta di Mosca sarebbe un'astuta mossa diplomatica

Siria, perché Obama non vuole Putin nella lotta contro l'Isis

Sembrava una bella notizia l'offerta di Mosca di cooperare con Usa e curdi per liberare Raqqa. Bella notizia per tutti, tranne, forse, per Washington. Ecco perché

Per contrasti con Erdogan

Turchia, il premier Davutoglu annuncia le sue dimissioni

E alla fine si è dimesso. Ahmet Davutoglu, premier turco, tra i principali artefici dell'accordo con l'Ue sui migranti e 'creatura politica' di Erdogan, si è dimesso. A causa delle tensioni con il presidente. Ecco i motivi dello scontro

Guardie del corpo picchiano e giornalisti e manifestanti pro-curdi

Ecco com'è andato l'incontro tra Erdogan e Obama

Una visita carica di tensioni quella del presidente turco Recep Tayyip Erdogan a Washington, sotto diversi aspetti, dalla crisi siriana alla questione curda, dalla difesa dei diritti fino alle critiche ad Ankara per la stretta sulla libertà di informazione

La strage di Ankara ne è l'ultima, drammatica dimostrazione

Ecco la Turchia a cui pensiamo di aprire le porte: un Paese sprofondato nel caos

Nel giorno in cui riparte la maratona di negoziati con la Turchia sui migranti, è d'obbligo considerare quale Paese stiamo pensando di far entrare in Europa. Un Paese che, come ci ha dimostrato nuovamente l'ultimo tragico attentato ad Ankara, i deliri di onnipotenza del suo leader hanno sprofondato nel caos.

Mosca prosegue i bombardamenti. Da mezzanotte il cessate il fuoco

Siria, il difficile accordo tra Obama e Putin sulla tregua

Stati uniti e Russia definiranno oggi le modalità di applicazione del cessate il fuoco in Siria, in una giornata considerata cruciale dalle Nazioni unite alla vigilia dell'entrata in vigore di questa tregua, la prima in cinque anni di guerra civile

Ankara pronta a intervenire in Siria?

Erdogan in Siria scatenerà la terza guerra mondiale

L'accordo per il cessate il fuoco raggiunto tra Obama e Putin in Siria non garantisce la pace nella regione. Soprattutto perché il sultano Erdogan starebbe seriamente considerando un suo intervento militare. Che potrebbe causare conseguenze davvero apocalittiche

Dopo l'ennesima strage di Ankara

Turchia, tutto quello che c'è da sapere sull'ultimo attentato

La Turchia è stata scossa l'altroieri da un nuovo sanguinoso attentato, il quinto kamikaze dallo scorso giugno. Ancora una volta si tratta di una ripercussione a livello nazionale della guerra in atto in Siria e della questione curda

Scontro su loro presenza a negoziati. De Mistura: «Sono in lista»

Siria, curdi a Ginevra: altro nodo del braccio di ferro tra Mosca e Ankara

I veti incrociati sui rappresentanti della variegata galassia delle forze siriane che si oppongono al regime di Bashar al Assad hanno costretto l'inviato Onu per la Siria Staffan De Mistura a rinviare al 29 gennaio i negoziati di pace previsti inizialmente per oggi a Ginevra

Dopo l'attentato di Istanbul

Ecco perché l'Isis ha attaccato il «nemico-amico» Erdogan

L'attentato di ieri a Istanbul ha caratteri molto diversi rispetto ai precedenti attacchi dell'Isis in Turchia. Perché questa volta, l'obiettivo non sono i curdi, ma Erdogan stesso. Ecco cosa sta accadendo tra il «sultano» e il Califfo, e perché

Legata a conflitto con Pkk

Turchia, tensione alle stelle tra il governo e il partito curdo

Il Partito filo-curdo democratico dei popoli (Hdp) non sarà incluso tra gli appuntamenti del primo ministro previsti questa settimana con i leader delle principali formazioni politiche, per discutere della riforma costituzionale voluta dal presidente Recep Tayyip Erdogan

Il voto è frutto dell'astuta strategia del «sultano»

Perché i turchi hanno incoronato ancora Erdogan, nonostante tutto

Il dado è tratto: Tayyp Recep Erdogan, sfiorando il 50% dei voti, ha la maggioranza assoluta. Nonostante bavagli, evidenti e scandalosi tentativi di silenziare l'opposizione e scelte-kamikaze per il Paese. Perché, allora, i turchi lo hanno sostenuto ancora?

Elezioni Turchia 2015

Erdogan ha la maggioranza assoluta. «Ha vinto la psicologia di guerra»

L'Akp, il partito del presidente, ottiene quasi il 50%, ma ha una netta maggioranza di seggi (315 su 550). Affluenza alle urne altissima: oltre l'87%. Solo cinque mesi le elezioni precedenti, quando era mancata la maggioranza. Il presidente turco: «Il voto è un messaggio al Pkk».

Scenari post-elettorali incerti. Analisti: in gioco futuro Paese

Turchia al voto, sarà la rivincita del «sultano» Erdogan?

A due giorni dalle consultazioni anticipate del 1 novembre sono l'incertezza e l'ansia a dominare in Turchia, gigante da 75 milioni di abitanti, a maggioranza musulmana, che aspira a entrare nell'Ue e strategico membro Nato a cavallo tra Europa, Asia e Medio Oriente

Scenario, partiti, sondaggi, sistema elettorale

Turchia, le 4 cose da sapere sul voto politico di domenica

I turchi torneranno alle urne domenica per la seconda volta quest'anno dopo che elezioni politiche del 7 giugno non hanno prodotto una maggioranza parlamentare in grado di esprimere un governo

A Tall Abyad lungo la frontiera con la Turchia

Siria, curdi accusano l'esercito turco di averli bombardati

I combattenti curdi della Siria hanno accusato oggi l'esercito turco di aver aperto il fuoco nel fine settimana sulle loro posizioni nei pressi della frontiera con la Turchia

Ma senza via libera governo difficile inchiesta possa proseguire

Turchia, ministro degli Interni indagato per negligenza sulla strage Ankara

La magistratura turca ha avviato un'indagine preliminare nei confronti del ministro dell'Interno Selami Altinok e di vari dirigenti dei ministero, accusati di negligenza per il doppio attentato suicida di Ankara

Secondo il presidente turco hanno agito insieme

Strage di Ankara, Erdogan: Isis, curdi e intelligence siriana i veri colpevoli

Intelligence del regime di Damasco, forze curde e lo Stato Islamico sarebbero dietro la duplice esplosione di Ankara che causò la morte di oltre 100 persone. E' l'accusa lanciata oggi dal presidente turco Recep Tayyep Erdogan

Si moltiplicano le inchieste sui dubbi rapporti tra Ankara e i jihadisti

Se tra Erdogan e l'Isis è amore-odio

Mai come nelle ultime settimane, Ankara si trova al centro delle intricate dinamiche geopolitiche mondiali, per il suo ruolo in Siria, nella crisi migratoria e nella lotta all'Isis. Eppure, la linea seguita dal «sultano» Erdogan è decisamente controversa...

In tre rimossi da incarico; Erdogan ammette falle nella sicurezza

Turchia, Erdogan fa saltare i vertici della polizia

Il ministero degli Interni turco ha silurato il capo della polizia di Ankara e altri due importanti responsabili della sicurezza, dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha riconosciuto che alcune lacune potrebbero aver portato al duplice attacco suicida nella capitale della Turchia, costato la vita a 97 persone

Dopo i negoziati con Ankara per la gestione della crisi migratoria

Se con i profughi Erdogan tiene sotto ricatto l'Europa

Da quando l'Europa ha capito che la Turchia le sarebbe stata fondamentale per gestire la crisi migratoria, Erdogan ha realizzato di avere il coltello dalla parte del manico: e nessun impegno di Ankara sarà gratuito, soprattutto ora che più che mai imperversa la crisi siriana

Poliziotti attaccati in un caffè nel centro di Diarbakir

Turchia, un morto e 3 feriti in un attacco attribuito al Pkk

In Turchia, un civile è rimasto ucciso e tre poliziotti feriti, quando presunti militanti curdi hanno aperto il fuoco in un caffè nel centro di Diarbakir, città nel sud-est del Paese abitata da una maggioranza curda. Lo hanno riferito fonti della sicurezza turca

Nel mirino anche la stampa. Analisti: Akp pronto a tutto

Turchia, dopo gli attacchi al via la caccia al curdo

«Non vogliamo operazioni, vogliamo un massacro». Le ondate di violenza che hanno colpito la Turchia nelle ultime 48 ore e che che vedono al centro degli attacchi la popolazione curda del Paese sono state accompagnate da slogan come questo

Veicoli forze dell'ordine stavano raggiungendo zona incendio

Turchia, attentato Pkk nel sudest: uccisi quattro poliziotti

Quattro poliziotti sono stati uccisi questa mattina nel sudest a maggioranza curda della Turchia, in un attentato esplosivo attribuito ai ribelli del Pkk (Partito dei lavoratori del Kurdistan)

Nella regione scontri quotidiani e violenze

Turchia, leader filocurdo avverte: elezioni infattibili nel Sud-Est

Il capofila del partito filocurdo, Selahattin Demirtas, ritiene "impossibile" l'organizzazione di elezioni legislative anticipate il 1 novembre in quelle regioni del Sud-est della Turchia, teatro quotidiano di scontri tra le forze militari turche e i ribelli curdi

Le due facce di Erdogan

Perché nella lotta all'Isis non possiamo fidarci troppo della Turchia

Proprio nel giorno in cui ha deciso di partecipare all'alleanza anti-Isis, Ankara ha dato il via a una delle pià violente campagne militari aeree contro i curdi del Pkk, che da tempo rappresentano un importante alleato americano contro lo Stato islamico

Dopo fallimento colloqui per coalizione

Turchia, Erdogan indice nuove elezioni l'1 novembre

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che indirà elezioni anticipate dopo il fallimento dei negoziati per la formazione di un nuovo governo di coalizione a seguito del voto di giugno e ha aggiunto che si attende un ritorno alle urne il 1 novembre