22 agosto 2019
Aggiornato 20:00
Nel Sud-Est del Paese uccisi due civili e un agente di polizia

Turchia sotto attacco, esplode autobomba nel Sud-Est

Un agente di polizia e due civili sono stati uccisi da un'autobomba che ha colpito il commissariato del distretto di Midyat, nella provincia di Mardin, nel Sud-Est della Turchia

ANKARA - Un agente di polizia e due civili sono stati uccisi da un'autobomba che ha colpito il commissariato del distretto di Midyat, nella provincia di Mardin, nel Sud-Est della Turchia. Il nuovo bilancio dell'attentato è stato fatto dal premier Binali Yildirim, che ha accusato i ribelli curdi del Pkk di essere responsabili del massacro.

L'attacco
L'attacco è avvenuto attorno alle 11 locali di stamani, le 10 in Italia. L'autobomba, che trasportava 500 chilogrammi di esplosivo, è arrivata a Midyat dalla provincia di Batman, ha tentato di entrare nel perimetro del commissariato, ma è stata fermata dalla polizia. L'auto è esplosa quando gli agenti hanno aperto il fuoco per fermarla, riferisce l'agenzia Dogan. Proprio ieri, nel cuore di Istabul, un attentato dinamitardo aveva causato 12 morti e 42 feriti. L'azione non è stata rivendicata, ma anche in quel caso il presidente Recep Tayyip Erdogan ha accusato il Partito dei lavoratori del Kurdistan.

Situazione al limite
La situazione nel Paese è evidentemente sempre più tesa. In effetti, l'attentato di ieri èerail terzo realizzato a Istanbul o dintorni - e quindi nei pressi della capitale culturale ed economica della Turchia - dall'inizio del 2016. Ma, a differenza dei precedenti - il cui target erano prevalentemente i turisti - il bersaglio degli attentatori è stato un autobus della squadra mobile. Inoltre, non si è trattato di un kamikaze: da un’autobomba (che avrebbe potuto provocare molti più morti se l’hotel di fronte al luogo dell’attacco non fosse stato chiuso). La dinamica dell'attentato di questa mattina è più simile a quello di ieri: ancora un'autobomba, ancora contro la polizia. E la matrice curda è in entrambi i casi per ora non confermata.

(Con fonte Askanews)