20 ottobre 2018
Aggiornato 19:30

E' iniziato il Giubileo dei due Papi

E' solo un attimo, ma sembra la rappresentazione plastica del frangente. Alle 11.10 di questa mattina Papa Francesco ha aperto la porta santa di San Pietro, dopo quella della cattedrale di Bangui durante il recente viaggio in Centrafrica.

S.Egidio: «Romero non era teologo della liberazione»

Óscar Arnulfo Romero beato? Fino a qualche anno (e Papa) fa, sarebbe parsa solo una provocazione di cattivo gusto. E invece, con Francesco, l'arcivescovo di San Salvador ucciso nel 1980 dagli squadroni della morte sarà beato. Nonostante l'opposizione degli ambienti ecclesiastici conservatori e di chi sostiene che il «monseñor» fosse legato a doppio filo alla teologia della liberazione

Genitori Cattolici: caro Papa, la famiglia, oggi, è terreno di scontro. E i Cattolici devono difenderla

Dopo il pugno e i conigli, per Papa Francesco è la volta della famiglia. Che, per lui, non deve essere terreno su cui combattere battaglie ideologiche. Questa, la terza dichiarazione in poco tempo che fa discutere i Cattolici più "ortodossi". E qualcuno ipotizza addirittura che l'elezione di Bergoglio abbia violato le norme della Costituzione apostolica, e che il vero Papa sia ancora Benedetto XVI

«Parabola» del pugno: Francesco non è Charlie

Lontanissimi i tempi del discorso di Ratisbona di Papa Ratzinger, che opponeva la «ragionevolezza» della fede cristiana con l'irragionevole violenza portata da Maometto (o almeno, così fu da molti interpretato). Francesco, con la «parabola» del pugno, difende il rispetto dovuto a ogni fede. E ricorda che anche i Cristiani uccisero in nome di Dio

«E' spazioso, ma l'ho ristrutturato io»

Tarcisio Bertone ha lasciato l'appartamento ufficiale nel palazzo apostolico in occasione del suo ottantesimo compleanno. Con le suore a suo servizio, si trasferisce nel nuovo appartamento, un superattico nel palazzo San Carlo, in Vaticano, già al centro di varie polemiche nei mesi scorsi perché il principale collaboratore di Benededetto XVI lo ha fatto ristrutturare (pagando personalmente).

Le finanze vaticane cambiano pelle e lingua

Il cardinale George Pell, australiano, ex giocatore di rugby e «rugbier» delle finanze vaticane (copyright di Papa Francesco), presenta la rivoluzione dell'organigramma economico della Santa Sede in un'affollata conferenza stampa: «Ci saranno sempre posti importantissimi per gli italiani, ma dobbiamo anche avere altri membri da tante altre parti del mondo...»

Von Freyberg, un vaso di coccio allo IOR

Tempo di commiato per Ernst von Freyberg. Avvocato tedesco, cavaliere dell'ordine di Malta, banchiere vaticano un po' per caso, lascia la guida dell'Istituto per le Opere di Religione, una delle poltrone che scottano di più in Vaticano, dopo aver ereditato molti scandali, aver compiuto molti sforzi per aumentare la trasparenza del torrione Niccolò V, essersi fatto altrettanti nemici.

70 anni di storia tra scandali e segreti

Nacque nel 1942 per volontà di Pio XII. Dai loschi affari del "banchiere di Dio" ai rapporti con la P2, dal crac dell'Ambrosiano a tangentopoli, la Banca Vaticana ha accompagnato con svizzera precisione tutti i grandi scandali finanziari dell'Italia negli ultimi 40 anni. Ma ora, forse, si cambia musica.

IOR, continua lo scontro in Vaticano

L'Istituto per le Opere di Religione, teatro di mille scandali negli anni passati, sarà al centro dell'attenzione del Consiglio vaticano dell'Economia che si svolgerà venerdì prossimo, ultimo giorno di lavoro degli otto cardinali consiglieri di Papa Francesco sulla riorganizzazione della Curia romana.

Papa Francesco: «Mi sento chiamato a farmi carico e a chiedere perdono» per i preti pedofili

Il Santo Padre ha detto ad una delegazione dell'Ufficio internazionale cattolico dell'infanzia (Bice): «La Chiesa è cosciente di questo danno! E noi non vogliamo compiere un passo indietro in ciò che riguarda il trattamento di questo problema e le sanzioni che devono essere comminate. Al contrario credo che dobbiamo essere molto forti! Con i bambini non si gioca!»

Papa Francesco: Non «custodiamo» la creazione

Così il Papa, che ha dedicato la catechesi dell'udienza generale al tema dell'ambiente, sottolineando che oggi si celebra la giornata mondiale dell'ambiente promossa dalle Nazioni Unite, «che lancia un forte richiamo alla necessità di eliminare gli sprechi e la distruzione di alimenti»

L'Argentina dei militari, il Vaticano respinge le accuse rivolte a Papa Francesco

Lo ha detto il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, criticando l'origine di «sinistra anticlericale» di queste accuse. «La campagna contro Bergoglio è ben nota e risale a diversi anni fa», ha detto Lombardi, sottolineando di intervenire sull'argomento dopo che la stampa, specie in Argentina, ha scritto della vicenda dopo l'elezione di Bergoglio al soglio Pontificio

Prima fumata nera per il Conclave post-Ratzinger

Oggi e nei prossimi giorni sicure sono due fumate, attorno a mezzogiorno e alle 19, a conclusione, ognuna, dei due scrutini mattutini e dei due pomeridiani. Se il Papa fosse eletto al primo o al terzo scrutinio, però, la fumata bianca arriverebbe attorno alle 10.30 o alle 18

Cardinali alla conta, Scola-O'Malley in pole

Dopo discussioni approfondite e non prive di contrasti tra «riformatori» e «controriformisti», tra maggioranza ratzingeriana e vecchia guardia wojtyliana, tra «romani» e «stranieri», alla ottava congregazione generale, che si è svolta ieri pomeriggio, i «principi della Chiesa» hanno deciso che il Conclave si aprirà martedì pomeriggio

Oggi a Roma i 115 cardinali elettori

Ancora non si scioglie il nodo della data del Conclave. Potrebbe essere lunedì 11 marzo, ma nulla è scontato. I cardinali - statunitensi, tedeschi e non solo - vogliono discutere, conoscere, affrontare tutti i nodi, dalla nuova evangelizzazione ai Vatileaks, dalle finanze vaticane al calo di vocazioni

Ancora niente data del Conclave

I cardinali degli Stati Uniti che entreranno sono undici, il gruppo più numeroso dopo gli italiani (28). E sono arrivati a Roma determinati a pesare sul Conclave. Forti di aver già attraversato la tempesta mediatica scoppiata oltreoceano sulla pedofilia nel 2002, hanno maturato, nel corso degli anni, una cultura di maggiore trasparenza

Conclave, Cardinali USA all'attacco

Ogni giorno un briefing, il primo (O'Malley, DiNardo e George) a poco più di un'ora dalla partenza di Benedetto XVI in elicottero dal Vaticano, semideserto e con cronisti per lo più americani, poi uno ieri (George e Wuerl), primo giorno di congregazioni generali, uno oggi (O'Malley e DiNardo), uno domani (George e lo stesso Dolan), sempre più affollati di giornalisti di tutto il mondo

«Nel Conclave la Curia non ha alcun ruolo»

Lo afferma il Cardinale Giovanni Lajolo, ex governatore del Vaticano, secondo il quale «potrà essere eletto un cardinale extraeuropeo. Ci sono zone del mondo dove la Chiesa sta vivendo momenti di grande vitalità. Guardiamo America latina e Asia»

Conclave, Cardinali in Vaticano

Molti da oggi impegnati nelle congregazioni generali che precedono il Conclave sono arrivati prima dell'ora di inizio, le 9:30, a piedi, chi da solo, chi in coppia, tutti assediati da giornalisti e troupe televisive

«Benedetto XVI non ha avuto minor coraggio di Giovanni Paolo II»

Così il portavoce vaticano nell'editoriale settimanale su «Radio vaticana»: Ambedue ci hanno insegnato, non solo con il magistero, ma anche e forse ancor più efficacemente con la vita, che cosa vuol dire cercare e trovare ogni giorno la volontà di Dio per noi e per il nostro servizio

Conclave, non ancora a Roma tutti i Cardinali elettori

Il collegio cardinalizio è composto, attualmente, da 207 cardinali, dei quali 90 ultraottantenni e 117 elettori. Di questi, lo scozzese Keith O'Brien ha rinunciato travolto da uno scandalo sessuale e l'indonesiano Julius Riyadi Darmaatmadja ha rinunciato per motivi di salute

Per il Papa si avvicina l'ora dell'addio

Una piccola folla di alcune centinaia di persone - fedeli, curiosi, turisti - si è radunata in piazza San Pietro e nell'attigua piazza Pio XII all'avvicinarsi dell'ora della partenza definitiva di Papa Benedetto XVI dal Vaticano, alle 17

Alle 20 Ratzinger sarà «Papa emerito»

Inizia a quel punto la sede apostolica vacante. Domani, primo marzo, Sodano invierà formalmente le lettere di convocazione per le congregazioni generali che avranno inizio lunedì. Il Conclave entro metà marzo

Il Papa ai fedeli: «Non scendo dalla croce»

Le dimissioni di Benedetto XVI forse non hanno convinto tutti i vescovi e i porporati, ma hanno creato un'ondata di rispetto, curiosità, affetto, ammirazione nel popolo di Dio. Che all'ultimo appuntamento pubblico del Pontificato si è presentato in massa

I Cardinali escono in ordine sparso

La sede vacante inizia il primo marzo, dopodomani, e molti dei 115 elettori devono ancora arrivare a Roma. A ridosso del Conclave andranno a pernottare dentro il Vaticano, nella domus Santa Marta, prima di allora saranno sparsi per Roma

L'ultimo commosso Angelus di Papa Benedetto XVI

«Il Signore mi chiama a 'salire sul monte', a dedicarmi ancora di più alla preghiera e alla meditazione. Ma questo non significa abbandonare la Chiesa, anzi, se Dio mi chiede questo è proprio perché io possa continuare a servirla con la stessa dedizione e lo stesso amore con cui l'ho fatto fino ad ora, ma in un modo più adatto alla mia età e alle mie forze»

Oggi l'ultimo Angelus per Papa Benedetto XVI

Sarà l'ultima domenica in cui il Pontefice si affaccerà su piazza San Pietro per la preghiera mariana e i saluti in lingua ai fedeli dei diversi paesi, prima della rinuncia al soglio di Pietro che scatterà alle ore 20 di giovedì prossimo

Il Papa a Napolitano: «Il tempo oggi non ci aiuta...»

«Sono commosso», ha detto Benedetto XVI a Napolitano nella sala del Tronetto del palazzo apostolico, poche parole carpite dai microfoni del 'Centro Televisivo Vaticano' e diffuse da alcuni telegiornali, a partire dal 'Tg1'. «La ringrazio tantissimo per questa opportunità», gli ha risposto il Capo dello Stato