> <
RSS

Salvini: «Resto segretario fino alle elezioni»

L'eurodeputato ha tenuto una conferenza stampa lampo a termine del consiglio federale del Carroccio in cui ha illustrato la linea del «al voto subito» approvata dal suo partito e ha motivato le ragioni per cui i leghisti non hanno partecipato nè parteciperanno alle consultazioni avviate dal presidente della Repubblica

Bersani, l’eterno sconfitto

Non si è spaccato il partito democratico, ma il partito dei dissidenti. La maggior parte dei riformisti si è schierata con il premier in difesa dell’ unità del gruppo e della poltrona. Ma anche chi ha scelto la strada dell’astensione rischia poco: «Non ci saranno azioni disciplinari, non siamo il 5Stelle», li ha rassicurati Ettore Rosato.

Toninelli: «Non c'é più democrazia»

"È l'ora di pensare al futuro del nostro Paese, non alla poltrona. E lo dico rivolgendomi a coloro che, come noi, contestano l'Italicum ma, a differenza nostra, hanno paura a votare contro perché antepongono il posto da parlamentare al salvataggio dell'Italia dal piano accentratore di Renzi". Lo scrive il deputato M5S Danilo Toninelli su facebook.

Brunetta: «Renzi è un dittatore»

"La sostituzione di 10 membri di Commissione che evidentemente non la pensano come il segretario del partito e presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è una cosa assolutamente mai vista". Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio. E ha usato parole dure anche per commentare il naufragio dei migranti.

Renzi: «Avanti con l'Italicum»

Le "critiche" della minoranza Pd all'Italicum "mi ricordano 'Cara ti amo' di Elio e le storie tese...". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a Rtl 102.5. "Abbiamo concesso - ha ricordato - molte cose richieste a chi chiedeva modifiche ma non si può tutte le volte ripartire da capo."

Guidesi: «Dietro il decreto sulle banche popolari si nascondono gli interessi di un Ministro caro a Renzi»

Matteo Renzi ha annunciato di voler mettere la fiducia sul decreto delle banche popolari, ma la Lega Nord è fortemente contraria perché ritiene che il governo stia proteggendo gli interessi di pochi a spese di molti. Cosa si nasconde davvero dietro questo decreto? Ce lo spiega il leghista Guido Guidesi, che ha rilasciato un'intervista per DiariodelWeb.it.

Tancredi: «La fiducia al governo Renzi non è in discussione»

Il premier, Matteo Renzi, ha deciso di imporre la fiducia sulla Riforma delle banche popolari, ma il nuovo centro destra non è d'accordo. Che ne sarà della maggioranza di governo, e cosa farà Alfano? L'abbiamo chiesto al deputato di NCD Paolo Tancredi, capogruppo della Commissione Parlamentare Bilancio e Tesoro, che ha rilasciato una dichiarazione per i lettori di DiariodelWeb.it.

> <