> <
RSS

Milan, l’arma in più a disposizione di Montella

Le statistiche di queste prime giornate indicano una nuova ed importante tendenza tra i rossoneri. Dopo anni in cui il Milan ha sempre sofferto sulle situazioni derivanti da palla inattiva, subendo spesso e volentieri gli attacchi avversari, da quest’anno il vento pare cambiato: già 10 gol su 25, il 40% della produzione totale, segnati da palla inattiva.

Milan, Montella deve fare i conti con un altro Ko

Dopo l’infortunio patito da Andrea Conti che lo terrà fuori per sei mesi e il piccolo problema muscolare occorso a Luca Antonelli, anche lui fermo ai box per qualche settimana, adesso Montella è costretto a far fronte anche all’assenza di Riccardo Montolivo, fermato per una minima lesione di alcune fibre dei flessori della coscia destra.

Milan-Spal: segui il match minuto per minuto

Quinta giornata di campionato per i rossoneri di Montella al cospetto della neopromossa Spal, seconda consecutiva in casa. Confermate le scelte dell'allenatore del Milan, con Kalinic e Andrè Silva in attacco e Zapata e Musacchio a comporre il terzetto di difensori centrali davanti a Donnarumma. In mezzo Calhanoglu al posto di Bonaventura.

Montella sceglie la cooperativa del gol

Prima Cutrone, poi Andrè Silva, adesso Kalinic. Tutti gli attaccanti rossoneri, appena chiamati in causa, rispondono presente. E mister Montella si gode il suo reparto offensivo. Niente titolare fisso al centro dell’attacco, ma una cooperativa del gol da qui a fine stagione. Una scelta coraggiosa che potrebbe garantire risultati esaltanti.

Il Milan vince ma soffre, Montella salvato da 4 nuovi

Reduce dal trionfo viennese in Europa League, il Milan trova un successo risicato ai danni di una bella Udinese. Mister Montella disfa la squadra, lasciando fuori i protagonisti del 5-1 in Austria. Per fortuna ci pensa Kalinic con una doppietta, supportato da Biglia e Kessiè, autori di una grandissima prestazione. Bene anche Calabria e Rodriguez sulle fasce.

Milan: via al ribaltone Andrè Silva

Nemmeno una settimana fa, suo malgrado, l’attaccante portoghese finiva nell’occhio del ciclone a causa di un commento fin troppo spregiudicato da parte del telecronista Sky Fabio Caressa. Oggi, dopo la tripletta rifilata all’Austria Vienna, i tifosi rossoneri hanno imparato a conoscerlo e ad amarlo. E Montella stravede per lui.

> <