15 ottobre 2019
Aggiornato 05:30
MotoGP

Valentino Rossi: «Testa bassa e lavorare»

Il «Dottore» torna in pista in vista del Gp di Catalogna dopo il difficile Gp d'Italia. Marquez: «Il Gp di casa è sempre eccitante». Dovizioso: «Gomme importanti»

MotoGP | Gran Premio di Catalogna

A Barcellona sesta e settima fila per le Aprilia

Problemi di aderenza per Aleix Espargarò, che chiude sedicesimo nelle qualifiche al Montmelò, mentre il suo compagno di squadra Scott Redding è dietro

MotoGP | Gran Premio di Catalogna

Beltramo: Jorge Lorenzo è tornato il martello di un tempo

Nel turno del mattino c'è stata la bella novità di Valentino Rossi, ma nella seconda sessione di libere del pomeriggio il più veloce è stato il futuro pilota Honda

MotoGP | Gran Premio di Catalogna

Lorenzo non si ferma più, Marquez invece cade

Sorti opposte per i futuri compagni di Honda nelle seconde libere: Jorge ottiene il miglior tempo, Marc scivola e rischia di non entrare nella fase finale di qualifica

MotoGP | Gran Premio di Catalogna

Barcellona carica Valentino Rossi: subito in testa

È uno dei suoi circuiti preferiti (dove ha vinto dieci volte) e ci arriva dopo due podi consecutivi: così il Dottore conferma la sua ottima forma nelle prime libere

MotoGP | Gran Premio di Catalogna

Honda, a Barcellona Marquez e Pedrosa giocano in casa

I due portacolori del marchio giapponese sono entrambi catalani: dunque, chi meglio di loro per presentarci il circuito del Montmelò, in questo video

Servirà un pesante adeguamento o il GP di Catalogna non si correrà più

La pista di Barcellona contro Valentino Rossi: «Ci è costato 200 mila euro»

Il direttore del circuito del Montmelò è durissimo contro il Dottore: sarebbe stato lui a fomentare la rivolta dei piloti che ha costretto gli organizzatori a tornare alla chicane del 2016. In realtà tutti i suoi colleghi erano d'accordo. E i problemi di asfalto e di sicurezza vanno risolti con dei lavori

Il video-editoriale per il Diario Motori

Beltramo e Corgnati: Questo Dovizioso è da 10. E da Mondiale

Pienissimi voti per Andrea, che bissa il Mugello superando una prova difficile, e ora crede davvero di poter essere un pilota da campionato. In casa Yamaha, Maverick Vinales torna sulla terra, mentre Valentino Rossi punta tutto sulle soluzioni che ha chiesto di provare nei test di domani

Un podio psicologicamente difficile nel GP di casa

Marquez ha corso contro la paura: «Se fossi caduto di nuovo, cosa avreste scritto?»

Marc è finito per terra per ben sei volte nel corso del fine settimana, più una a piedi: è inciampato sul cavalletto nella corsia box. «Sono sembrato uno stupido... Ero preoccupato, volevo tornarmene a casa. Ma il team mi ha convinto che ero sempre il solito campione»

Dopo Barcellona vacillano le certezze del leader della MotoGP

Psicodramma Yamaha: Valentino Rossi accusa la moto, Vinales le gomme

Cosa è successo alla squadra in blu? Secondo il Dottore, i problemi sono sempre i soliti: «Questa M1 non gira, l'ho detto dalla prima volta che l'ho provata». Per Maverick, è colpa della Michelin: «Non so cosa stia succedendo, ma non mi piace. E in testa ho una grande confusione»

Momento magico per Desmodovi

Dovizioso come Stoner: è il suo anno? «Se miglioriamo la Ducati...»

Andrea segue la regola del sette: ha rivinto dopo sette anni, poi dopo sette mesi, ora dopo sette giorni. Sette sono anche le stagioni trascorse dall'ultima volta che la Rossa si aggiudicò due GP di seguito: erano i tempi del Canguro. «Il potenziale c'è, ma dobbiamo lavorare sulla moto»

Sul podio a Barcellona anche le due Honda, Rossi ottavo

Dovizioso non si ferma più: vince anche a Barcellona

Secondo successo di fila per la Ducati: non le succedeva dal 2010, ovvero dai tempi di Casey Stoner. Merito di un altro capolavoro di Desmodovi, che grazie alla giornata no di Vinales (solo decimo), si porta anche vicinissimo alla testa del Mondiale: ora dista solo sette punti

Un italiano in piazza d'onore in Moto2

Mattia Pasini ci ha preso gusto: dopo la vittoria, arriva il podio

Momento d'oro per il 31enne riminese, che bissa il successo in casa del Mugello con uno strepitoso secondo posto a Barcellona, alle spalle solo dell'imprendibile Alex Marquez. Quinto Lorenzo Baldassarri, sesto Franco Morbidelli che ora rischia seriamente di perdere il comando del Mondiale

A Barcellona ci si azzecca di più con la palla di vetro

Il mattino ha l'oro in bocca per la Yamaha. Per la Honda no: Marquez cade ancora

Le temperature più basse del warm up rivoluzionano ancora i valori in campo della MotoGP. Davanti si riporta la M1 dell'anno scorso con Jonas Folger, la nuova versione è settima con Valentino Rossi. Resta indietro Maverick Vinales, le moto di Tokyo perdono posizioni. E Marc non sta in piedi

Il video-editoriale per il Diario Motori

Beltramo e Corgnati: Queste gomme impazzite snaturano la MotoGP

Gli pneumatici Michelin dal comportamento sempre più imprevedibile stanno condizionando anche questo Gran Premio di Barcellona: Dani Pedrosa, che le stressa meno, è davanti; le Yamaha che non si sono adattate vanno in crisi. E domani il finale di gara rischia di essere anche peggio

Miglior qualifica per la casa di Noale a Barcellona

Un'Aprilia inaspettata: per la prima volta Espargaro la porta in seconda fila

Quinto tempo per il pilota spagnolo sulla pista di casa: una grande prestazione che lo conferma veloce anche in ottica gara. «La qualifica è stata molto tirata e sono felice – sorride lui – Il risultato è fantastico, sono motivato e positivo e mi aspetto una bella domenica»

La moto di Tokyo ha un ottimo potenziale, ma va sfruttato

Honda a due velocità: Pedrosa vola, Marquez cade

Il nuovo Dani riesce ad esprimersi al meglio anche in qualifica, e qui a Barcellona approfitta del suo stile pulito e del suo fisico leggero che stressano meno le gomme. Marc, invece, butta al vento tutte le sue chance finendo per terra ben quattro volte in una sola giornata

La Desmosedici è una moto sempre più solida

La Ducati ci riprova, con Lorenzo e Petrucci al debutto in prima fila

Jorge era già partito con pista libera davanti a sé per otto anni di seguito su questa pista, ma mai con la Rossa. Per Danilo, invece, è un esordio assoluto. E poi c'è Andrea Dovizioso, settimo sul giro secco ma molto più fiducioso sul passo gara. La vittoria del Mugello, insomma, non sembra un fuoco di paglia

MotoGP | Barcellona

Valentino Rossi 13°: «Incubo Yamaha». Ma per Dovizioso «può anche vincere»

Sono ancora una volta le gomme a condizionare il risultato della casa di Iwata, che si ritrova infatti con Maverick Vinales in terza fila e con il Dottore addirittura in quinta. Top Gun punterà a limitare i danni in ottica campionato, ma il numero 46 può contare su un passo gara interessante.

La griglia di partenza del Gran Premio di Catalogna

Pedrosa in pole, Lorenzo e Petrucci in prima fila, Vinales e Rossi in crisi

Lo spagnolo della Honda centra il miglior tempo in casa nelle qualifiche, Marc Marquez butta al vento le sue chance con ben due cadute in un solo turno. Solo settimo l'altro ducatista ufficiale Andrea Dovizioso. Si conferma il disastro della Yamaha, con il Dottore fuori nelle eliminatorie

Ultimi test prima delle qualifiche

Pedrosa domina e cade. Risorgono Iannone e Valentino Rossi

Sempre le Honda a fare l'andatura anche nella quarta e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna. Segnali positivi da parte della Suzuki, con il Maniaco secondo, e della Yamaha, con Folger quarto e il Dottore quinto. Arretrano invece le Ducati e Maverick Vinales

Verdetto clamoroso dal sabato mattina di Barcellona

Doppietta Honda, disastro Yamaha: Vinales e Rossi fuori dalla fase finale di qualifica

Nella terza sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna dominano ancora le moto di Tokyo, con Marc Marquez davanti a Dani Pedrosa. Nei primi dieci ci sono anche sei Ducati (Dovizioso e Lorenzo quinto e sesto), mentre tutte le M1 dovranno passare dalla tagliola delle eliminatorie

La situazione al termine del venerdì di prove libere in Catalogna

Honda e Ducati vanno forte, ma le gomme preoccupano tutti: «Degrado altissimo»

Le due case che avevano provato su questa pista due settimane fa partono in vantaggio, ma il vero problema è far durare gli pneumatici fino a fine gara. E il più in crisi di tutti sembra Maverick Vinales, solo sedicesimo: «La moto così è impossibile da guidare e non so come rimediare»

I commenti del tavulliese dopo il venerdì di libere a Barcellona

Valentino Rossi soddisfatto delle prove, ma non della chicane: «Pare un parcheggio»

Il Dottore non ha quasi più problemi fisici e non è molto distante dai primi. Ma contro la nuova curva introdotta quest'anno usa le parole più dure di tutti: «Non è da MotoGP, è un pezzo d'asfalto tra due piste. Spero che saremo tutti d'accordo per tornare a quella della passata edizione»

L'ultimo settore di Barcellona finisce sotto accusa

Cancellata la nuova chicane: «Pericolosa». Piaceva solo a Marquez: perché lo favoriva

Nel paddock si scatena la rivolta contro la modifica introdotta quest'anno alla pista: chi cade in quel punto rischia di essere travolto. Accettata la richiesta dei piloti di tornare subito alla configurazione utilizzata anche dalla Formula 1. Ma il campione del mondo la pensa diversamente dagli altri

Per ora sulla pista di Barcellona domina la Honda

Marquez resta in testa anche al pomeriggio. Rossi non benissimo, male Vinales

Dopo aver dominato al mattino con l'asfalto umido, Magic Marc si conferma più veloce di tutti anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna. Valentino riesce per un soffio a qualificarsi (provvisoriamente) per la corsa alla pole position, Maverick solo diciassettesimo

Inizia il weekend di gara della MotoGP a Barcellona

Asfalto ancora umido, Marquez davanti. E Miller sbaglia strada...

Una sessione davvero sui generis, la prima di prove libere del Gran Premio di Catalogna. I big aspettano a lungo di entrare in pista perché le condizioni non sono favorevoli, e alla fine comandano le Honda. Ma la vera sorpresa è l'australiano, che non si ricorda che il tracciato è cambiato