21 ottobre 2020
Aggiornato 10:00
MotoGP

L'annuncio di Valentino Rossi: «Nelle prossime ore firmerò con Petronas»

Il contratto che lega il nove volte campione del mondo e la squadra malese satellite della Yamaha durerà soltanto un anno (non 1+1 come preventivato in precedenza)

Valentino Rossi
Valentino Rossi Yamaha

Non ci sono più dubbi sul futuro di Valentino Rossi, in pista nel 2021 con la Yamaha del team Petronas. È lui stesso a confermarlo ai microfoni di Sky da Barcellona, nella settimana del GP di Catalunya: «Il contratto con Petronas è definito, lo firmerò nelle prossime ore e daremo l'annuncio questo weekend"

Il contratto che lega il nove volte campione del mondo e la squadra malese satellite della Yamaha durerà soltanto un anno (non 1+1 come preventivato in precedenza) e a scadrà quindi al termine del Mondiale 2021 della classe regina. Insieme a lui nel box Petronas arriveranno anche lo storico telemetrista Matteo Flamigni, il capotecnico David Munoz e il coach Idalio Gavira.

L'accordo a Tavullia

L'accordo sarebbe stato definitivamente trovato durante la scorsa settimana a Tavullia, nella sede di una delle aziende di proprietà di Valentino Rossi, che dista poco più di 10 chilometri dal circuito di Misano dove il Motomondiale ha fatto tappa per due settimane consecutive: prima per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini e poi per il GP dell'Emilia Romagna. Tra i due week end di gara, il team principal della Petronas SRT, Razlan Razali si è recato infatti nel quartier generale della VR46 per discutere i termini di un accordo dalla lunghissima gestazione.

Dal 2022 Rossi dovrebbe essere presente come manager di un team dato che da quell'anno la VR46 dovrebbe sbarcare anche in MotoGP (come squadra satellite di Suzuki o Aprilia). Ed è proprio in quest'ottica che il nove volte iridato sta lavorando.

 Dovizioso: «Mi sorprende essere in testa»

«A parte l'Austria o Jerez, quest'anno non sono mai stato così forte e veloce come in passato. Mi sorprende essere primo in classifica generale, ma tutti stanno trovando difficoltà. Per questo il punteggio medio è abbastanza basso, nessuno è riuscito a essere costante. Sembra che la stagione stia cominciando più o meno adesso». Lo ha detto Andrea Dovizioso alla vigilia del weekend di gara del Gran Premio di Catalogna di MotoGP, in programma sul circuito di Montmelò.

«Non so se riusciremo a essere competitivi qui a Barcellona - spiega il pilota forlivese della Ducati nel corso della conferenza stampa del giovedì - mi piace molto questo circuito. Vogliamo cambiare alcune piccole cose».