24 giugno 2017
Aggiornato 21:00
> <
RSS

Renzi: «Libia? Abbiamo già dato»

Lo dice il Presidente del Consiglio in una intervista al Corriere della Sera spiegando perché l'Italia non insegue Francia, Gran Bretagna e Germania nei bombardamenti all'Isis: «Davanti a Daesh e tutte le forme di terrorismo noi siamo pronti, anche militarmente. Se ci sarà una strategia chiara ci saremo»

Cambio ai vertici della Difesa

Cambio di guardia ai vertici dello Stato Maggiore della Difesa e dell'Esercito. Il generale Claudio Graziano lascia il ruolo di Capo dello Sme per quello di capo di Stato Maggiore della Difesa. Alpino, capo della missione multinazionale UNIFIL in Libano, è un militare particolarmente esperto della questione mediorientale.

Antirerrorismo all'italiana: molte idee e pochi fatti

I tragici eventi di Parigi del 7 gennaio scorso hanno riacceso anche in Italia il dibattito sul «pericolo terrorismo». Alle dichiarazioni forti e interventiste della nostra classe dirigente è seguito il solito attendismo. Il Consiglio dei ministri del 20 gennaio scorso non ha affrontato il tema sicurezza, rinviando a mercoledì prossimo. Sullo sfondo uno scontro fra poteri.

Napolitano: «Ci vogliono forze armate efficienti»

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio al ministro della Difesa, Roberta Pinotti, sottolineando l'urgenza di disporre di Forze Armate pronte ed efficienti, in grado di garantire la sicurezza del paese di fronte alle gravi minacce emergenti. E, in occasione del pranzo col presidente austriaco Heinz Fischer, ha ribadito l'importanza di lavora per l'Unione Europea.

M5s: Via i nostri dall'Afghanistan

Il senatore Pd Carlo Pegorer, membro della commissione Difesa, auspica una ristrutturazione della spesa militare in considerazione del ruolo svolto dall'Italia nelle missioni all'estero. Ma M5s e Ilic ritengono che il governo dichiari il falso a proposito del ritiro delle truppe dall'Afghanistan: che probabilmente sarà molto più lontano di quanto annunciato.

Napolitano fa gli auguri alle Forze armate

Il presidente della Repubblica sui marò: «Confidiamo che si aprano prospettive di un processo corretto e rapido, che ora incontra difficoltà anche a causa delle elezioni indiane». Ai soldati impegnati in missione: «Dobbiamo riuscire a trasmettere agli italiani il senso della totale dedizione dei nostri militari al solo interesse dell'Italia»

Forza Italia con M5s e Sel sul decreto missioni

Il gruppo Fi alla Camera voterà no alla fiducia chiesta da Letta sul dl per finanziare i militari all'estero. Rocco Palese: «Pur se continuiamo a sostenere convintamente le nostre missioni noi ci opporremo, perché è una richiesta sul governo più che sul provvedimento». La Camera ha confermato l'esecutivo

> <