6 giugno 2020
Aggiornato 17:00
Ostruzionismo M5S

Dl missioni, alla Camera le dichiarazioni di voto dei partiti

Sono in corso in aula alla Camera le dichiarazioni di voto finale sul decreto di proroga delle missioni internazionali. Ostruzionismo da M5s, sì di Forza Italia, astensione dalla Lega

ROMA - Sono in corso in aula alla Camera le dichiarazioni di voto finale sul decreto di proroga delle missioni internazionali. Il Movimento 5 Stelle ha deciso di fare ostruzionismo, iscrivendo a parlare in sede di dichiarazione di voto tutti i 91 deputati che compongono il gruppo parlamentare. Una scelta, quella dei grillini, che porterà l'intero gruppo (considerando dieci minuti per ciascun deputato) a parlare complessivamente per oltre 15 ore.

Forza Italia
Forza Italia voterà invece a favore del decreto che proroga le missioni internazionali. Lo ha annunciato Elio Vito in aula alla Camera: «Il nostro - ha spiegato - è un voto di responsabilità e apprezzamento alle nostre forze armate. Non è un voto a favore del governo Renzi che non lo merita ma è un voto a favore dell'immagine dell'Italia nel mondo. E' un voto che ci auguriamo trovi da parte del governo un sussulto di responsabilità, un sussulto di apprezzamento da parte di chi come noi fa opposizione dura e senza sconti ma guardando all'interesse generale del paese».

Polemiche
Quindi Vito ha nuovamente sollevato il tema dell'«assenza di un membro Fi dal Copasir. Questo vulnus è gravissimo, inaccettabile per Fi, dovrebbe esserlo per tutte le forze politiche perché crea scarsa legittimità. Ieri con un emendamento al decreto abbiamo chiesto di estendere momentaneamente il numero dei componenti del Copasir per permettere l'ingresso di un nostro deputato ma l'emendamento ha avuto il parere negativo di governo e maggioranza». Il deputato azzurro ha ricordato anche i due marò detenuti in India chiedendo di «revocare la nostra partecipazione a tutte le missioni se l'Onu e gli Usa non ci aiutano a risolvere la questione col rientro in patria senza condizioni da parte dell'India di Latorre e Girone che devono ricevere onore e ringraziamento in patria».

L'astensione della Lega
Il gruppo della Lega nord si asterrà sul voto finale al decreto che proroga le missioni internazionali. Lo ha annunciato in aula alla Camera Gianlunca Pini. Pini ha spiegato che il Carroccio resta «scettico» sulle missioni in Libano e in Afghanistan ma «non può votare no a un decreto che dà poteri ai nostri servizi di uccidere i tagliagole in territorio straniero proprio grazie ad un emendamento suggerito da un leghista, il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi».

(Con fonte Askanews)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal