17 agosto 2018
Aggiornato 21:00

Mercato Milan: altro che parametri 0

Il lavoro di Massimiliano Mirabelli ha già garantito alla squadra rossonera due (o forse tre) nuovi ingaggi a titolo gratuito che potrebbero rivelarsi importanti. Ma il meglio deve ancora arrivare…

La differenza abissale tra Gattuso e la dirigenza del Milan

Il neo allenatore ammette il suo sbaglio che ha deciso il pareggio subito dal Benevento al 95’, Fassone e Mirabelli invece non hanno capito quanto possa essere pericoloso aver promosso sulla panchina della prima squadra un allenatore che deve ancora fare tanta esperienza. Per un tecnico il Milan deve essere un punto d’arrivo, non di partenza.

Milan, caso Cristante: Ambrosini smaschera Galliani

Dopo l'esplosione del centrocampista dell'Atalanta, ceduto 4 anni fa dai rossoneri, sull'ex amministratore delegato milanista sono piovute valanghe di critiche. Il vecchio dirigente prova a fare chiarezza e a giustificare la decisione.

Al Milan si volta pagina: dirigenza e calciatori senza parafulmine

La scelta della dirigenza rossonera di licenziare l'allenatore campano dopo il pareggio interno contro il Torino fa affiorare un nuovo ordine di problemi. Sia per i calciatori, i primi a non avere più giustificazioni. Ma anche per Fassone e Mirabelli, ai quali non resta più la scusa di avere in panchina un tecnico scelto dalla precedente gestione.

Milan: una vittoria che non placa l’assurda lotta intestina

Mentre la squadra rossonera fatica a tirarsi fuori dalle sabbie mobili di una classifica diventata pericolosamente deficitaria, all’esterno della zona franca di Milanello continua a montare la polemica tra i tifosi. Da una parte i seguaci del berlusconismo d’antan, dall’altra i supporter della nuova proprietà cinese.

Milan: Conte, assist a Montella alla vigilia del derby

Accostato più volte alla panchina del Milan, già dal lontano 2014 quando Berlusconi e Galliani provarono a strapparlo alla Juve, il tecnico del Chelsea ha provveduto a fare chiarezza sulla sua situazione e sul suo desiderio di onorare fino alla fine il suo contratto (ancora due anni) con i Blues. Per Montella una minaccia in meno.

Milan, scelto il nuovo sponsor tecnico

Dopo quasi un trentennio - intervallato da brevi interruzioni - di matrimonio sportivo con Adidas, il Milan è pronto ad iniziare una nuova avventura già dal prossimo anno. Messe a tacere le voci su il probabile coinvolgimento di Under Armour e New Balance, spunta fuori Puma, storico marchio legato alla nazionale italiana, ma anche a Borussia e Arsenal.

Milan, scelto il nuovo sponsor tecnico

Dopo quasi un trentennio - intervallato da brevi interruzioni - di matrimonio sportivo con Adidas, il Milan è pronto ad iniziare una nuova avventura già dal prossimo anno. Messe a tacere le voci su il probabile coinvolgimento di Under Armour e New Balance, spunta fuori Puma, storico marchio legato alla nazionale italiana, ma anche a Borussia e Arsenal.

Milan: da Belotti a Conte, la verità di Mirabelli

Il direttore dell’area tecnica del club di via Aldo Rossi parla a cuore aperto della lunga estate calda del Milan, dalla difficile trattativa con Raiola per il rinnovo di Donnarumma al tentativo fatto per portare Belotti in rossonero. Ed esclude, al momento, un possibile tentativo di aggancio a Conte pe la panchina dell’anno prossimo.

Milan-Adidas, all’orizzonte la grana sponsor

Iniziato nel lontano 1978, con un paio di interruzioni a cavallo degli anni ’80 e ’90, il rapporto tra i rossoneri e lo sponsor tecnico tedesco sembra essere arrivato al capolinea. Tutto grazie ad una clausola fatta inserire da Galliani nel 2013 che consente all’Adidas una rescissione unilaterale del contratto.

Conte al Milan, una storia iniziata 3 anni fa

L’attuale allenatore del Chelsea, arrivato alla probabile conclusione della sua esperienza londinese, sembra pronto a tornare in Italia dove il Milan, dopo aver mancato il suo ingaggio nell’estate del 2014, è pronto a blindare il tecnico leccese.

La versione di Raiola: «Mi aspetto le scuse per Donnarumma»

Il procuratore più popolare dell’intera stagione (i casi Donnarumma, Verratti e Niang sono stati sulle prime pagine dei giornali per tutta l’estate) è tornato a parlare: «Gigio è rimasto al Milan perchè questo era il suo desiderio, è stato giudicato male da tifosi e stampa e mi aspetto delle scuse per lui».

Il Milan cede: vicino il si al Toro e ai 15 milioni per Niang

Potrebbe essere arrivata alla conclusione la vicenda che vede protagonista l’attaccante francese del Milan. Dopo il rifiuto dello Spartak Mosca che aveva offerto 22 milioni di euro, il certificato medico per stress e la voglia di Toro che però mette sul piatto 7 milioni in meno. Fassone e Mirabelli stanno per dire si.

L’affare Renato Sanches svela i contorni del nuovo Milan

La misura di quanto sia cresciuto il club di via Aldo Rossi è tutta nella gestione della trattativa per Renato Sanches. Una volta il prestito secco di una giocatore proveniente da una big del calcio europeo era l’unica opportunità per schierare un calciatore di qualità. Ora Fassone e Mirabelli pretendono un diritto di riscatto.

Bacca, idea Marsiglia: ma il calciatore non è convinto

L’Olympique sembra realmente intenzionato a mettere le mani sul centravanti colombiano, reduce da una stagione tutt’altro che esaltante in rossonero. Da via Aldo Rossi chiedono 25 milioni, il Marsiglia propone un prestito con diritto di riscatto, il Milan rilancia con un obbligo. La trattativa entra nel vivo.