19 ottobre 2018
Aggiornato 11:30

Mercato in uscita: la nuova strategia del Milan cinese

Fino a qualche tempo fa, con Galliani sul ponte di comando, era chiaro (e fallimentare) l’andazzo del Milan nel mercato in uscita. Ora si cambia registro.
Fassone e Mirabelli, dirigenti del nuovo Milan cinese
Fassone e Mirabelli, dirigenti del nuovo Milan cinese (ANSA)

MILANO - Niente più regali. Sembra essere questo il diktat imposto dalla nuova proprietà cinese del Milan alla dirigenza rossonera, nella fattispecie al direttore dell’area tecnica Massimiliano Mirabelli. I tempi in cui Adriano Galliani, totalmente incapace di vendere i calciatori in esubero in maniera almeno accettabile, prestava a titolo gratuito - peraltro pagando anche i lauti ingaggi - oppure cedeva a parametro zero con tanto di buonuscita, sembrano finalmente finiti e adesso dovranno definitivamente accorgersene anche tutti coloro che erano abituati a concludere comodi affari con il Milan, mettendo a serio repentaglio le casse rossonere.

Difesa in vendita
Ad esempio la Fiorentina, che ha già fatto pervenire in via Aldo Rossi una richiesta per il terzino mancino Luca Antonelli, oppure il Boca Juniors che vorrebbe poter contare sul paraguaiano Gustavo Gomez per blindare la sua difesa, o anche il Sassuolo intenzionato a colmare la partenza di Paolo Cannavaro per la Cina con l’italo argentino del Milan Gabriel Paletta. Niente sconti a Milanello, chi vuole i calciatori rossoneri deve sedersi al tavolo delle trattative con Mirabelli ed esaudire le richieste del ds calabrese. 
Respinte quindi al mittente le richieste del club viola, dei dirigenti Xeneizes, e del presidente Squinzi, se Fiorentina, Boca e Sassuolo vorranno rispettivamente Antonelli, Gomez e Paletta saranno costretti a pagare.

Boca e Fiorentina in guardia
Difficile quantificare le possibili richieste del Milan. Paletta, ad esempio, è in scadenza a giugno e quindi pare improbabile convincere il Sassuolo a sborsare anche una cifra simbolica. Diverso il discorso per Luca Antonelli, classe 1987 e con ancora un anno e mezzo di contratto con il Milan. Per il terzino cresciuto nel vivaio rossonero Mirabelli potrebbe chiedere dai 3 ai 5 milioni di euro. Ancora di più invece per Gustavo Gomez, pagato appena 18 mesi fa circa 8,5 milioni di euro da Adriano Galliani per acquistarlo dal Lanus. Il paraguaiano non si è dimostrato certo un fenomeno, ma è giovane (classe 1993) ed è vincolato al Milan fino al 30 giugno 2021. Ragione in più per pretendere almeno 7-8 milioni per il suo cartellino. Il Boca Juniors è avvisato.