17 ottobre 2019
Aggiornato 22:30

Milan, il miracolo di Mirabelli: ceduto Gomez al Boca

Mentre la campagna acquisti rossonera è ferma in attesa che succeda qualcosa di significativo a livello societario, inizia a muoversi qualcosa sul fronte cessioni.

Il direttore dell'area tecnica del Milan Mirabelli
Il direttore dell'area tecnica del Milan Mirabelli ANSA

MILANO - Gliene stanno dicendo di tutti i colori da mesi, colpevole di aver chiuso affari tutt’altro che convenienti per il Milan nel corso dell'ultima campagna acquisti. Stiamo parlando naturalmente di Massimiliano Mirabelli, a cui vengono imputati ad esempio gli acquisti ben poco redditizi di Kalinic e Andrè Silva, pagati uno sproposito e adesso in rampa di lancio per una cessione che si spera indolore. Ma stavolta bisogna alzarsi in piedi e tributare un grosso applauso al direttore dell’area tecnica rossonera, capace di cedere Gustavo Gomez al Boca Juniors per la strepitosa cifra di 6 milioni di euro, per giunta con il diritto ad una percentuale del 20% su una futura rivendita del paraguayano. Se consideriamo che l’ex Lanus è reduce da una stagione in cui ha fatto la muffa tra panchina e tribuna scendendo in campo appena 10 minuti in tutto lo scorso campionato, non è affatto esagerato definire la cessione di Gomez al Boca Juniors a quelle cifre un autentico miracolo.

Nuova vita al Boca
Il roccioso - e francamente improponibile a certi livelli - difensore centrale era stato acquistato da Adriano Galliani in uno dei suoi ultimi rigurgiti di delirio di mercato per la sconsiderata cifra di 8,5. Dall’estate del 2016, quando è arrivato a Milanello, il classe ’93 di San Juan Bautista ha collezionato 18 presenze in campionato, 1 in Coppa Italia e 1 in Europa League. Davvero troppo poco in due anni di militanza rossonera. Adesso il trasferimento in Argentina, chissà che con la maglia degli Xeneizes Gomez possa ritrovare continuità e un rendimento accettabile. Di sicuro al Milan nessuno sentirà la sua mancanza.