21 settembre 2019
Aggiornato 06:30

Clamorosa indiscrezione di mercato: Milan e Donnarumma di nuovo nel caos

Sarebbe Adriano Galliani il regista occulto di un’operazione messa abbondantemente in preventivo dai tifosi del Milan, ma che nei termini prospettati da Dagospia rappresenterebbe un clamoroso smacco per la nuova dirigenza rossonera formata da Fassone e Mirabelli.

Il portiere del Milan Donnarumma
Il portiere del Milan Donnarumma ANSA

MILANO - Addio al Milan nell’estate del 2018, destinazione Real Madrid. Che Gianluigi Donnarumma alla fine della stagione in corso saluterà la comitiva rossonera è ormai un segreto di Pulcinella. Da quando, durante il torrido mese di luglio dell’estate appena trascorsa, Mino Raiola ha raggiunto l’accordo con Fassone e Mirabelli per il prolungamento di contratto del giovane portiere di Castellammare di Stabia, nessuno ha avuto dubbi su quale potesse essere il futuro del fenomenale talento cresciuto nel vivaio del Vismara. A pesare soprattutto quella clausola rescissoria, pretesa dal procuratore italo-olandese, che di fatto ha rappresentato fin dall’inizio una spada di Damocle pericolosissima per il club di via Aldo Rossi.

Clausola capestro
Secondo quando rivelato dal sito di news di Roberto D’Agostino, nel corso della trattativa per il rinnovo di contratto del suo assistito, Raiola avrebbe strappato al dg Marco Fassone e dal ds Massimiliano Mirabelli la firma di una clausola capestro che permetterà al ragazzo classe 1999 di liberarsi nell'estate 2018 in caso di mancato accesso alla zona Champions (cosa praticamente certa) con due opzioni: se il Milan acciufferà la qualificazione in Europa League, scatterà una clausola da 70 milioni; Se invece questo non dovesse avvenire il portiere dirà addio a Milano e ai rossoneri per soli 40 milioncini. Una specie di furto con scasso ai danni del club rossonero perpetrato con la complicità di tutti i protagonisti.

La regia occulta
La chicca svelata da Dagospia, però, è un’altra. La mente dietro al futuro trasferimento del baby fenomeno rossonero, l'uomo che potrebbportare via Donnarumma dal Milan per quattro soldi è nientedimento che Adriano Galliani, molto vicino a Florentino Perez, il quale lo avrebbe anche richiesto nel Consiglio di amministrazione delle Merengues.
Che Mino Raiola sia amico amico dell’ex amministratore delegato di Casa Milan, molto meno dell’attuale ad e soprattutto del nuovo direttore dell’area tecnico con cui si è spesso accapigliato,  è cosa nota. Ecco perchè questo scenario di fantacalcio appare tutt’altro che insensato.
Se così fosse, si tratterebbe di un altro clamoroso errore della premiata ditta Marco Fassone & Massimiliano Mirabelli.