Sport | Serie A

Milan-Adidas, all’orizzonte la grana sponsor

Iniziato nel lontano 1978, con un paio di interruzioni a cavallo degli anni ’80 e ’90, il rapporto tra i rossoneri e lo sponsor tecnico tedesco sembra essere arrivato al capolinea. Tutto grazie ad una clausola fatta inserire da Galliani nel 2013 che consente all’Adidas una rescissione unilaterale del contratto.

Galliani posa con la squadra e i vertici dell'Adidas per celebrare il rinnovo del contratto con l'azienda tedesca
Galliani posa con la squadra e i vertici dell'Adidas per celebrare il rinnovo del contratto con l'azienda tedesca (ANSA)

MILANO - Partiamo dalle dovute e necessarie premesse: ad oggi non c’è nulla di scritto nè di ufficiale, quindi è presto per cantare il de profundis ad un rapporto ventennale che ha legato due dei brand più importanti nella storia del football mondiale, Ac Milan e Adidas. Ma le indiscrezioni diffuse questa mattina dalla Gazzetta dello Sport circolano con una certa insistenza da diverse settimane e quindi è lecito pensare che qualcosa, da qui a breve accadrà.

Quasi 20 milioni l’anno
Questi sono gli scenari. Adriano Galliani, nel 2013 firmò un accordo decennale con la prestigiosa casa di abbigliamento sportivo tedesca da 19,7 milioni di euro a stagione che il Milan continua regolarmente ad incassare da quel giorno. Il problema si è posto allorchè il club di via Aldo Rossi ha cambiato proprietario, spingendo l’azienda teutonica - grazie ad una clausola fatta inserire dall’allora ad rossonero che consentiva all’Adidas di uscire dal contratto unilateralmente - di fare un passo indietro. Momentaneamente frenato dalla faraonica campagna acquisti messa a punto da Fassone e Mirabelli, ma, appunto, solo momentaneamente.

Si chiude a giugno
I risultati deludenti della squadra di Montella sembrano infatti aver convinto lo sponsor tecnico del Milan ad esercitare il proprio diritto di recesso alla fine della stagione, di fatto mollando la squadra con cui aveva vinto scudetti e coppe internazionali fin dal leggendario scudetto della Stella conquistato da Rivera & co. È infatti dal 1978 (con un paio di interruzioni dal 1980 al 1990 e dal 1993 al 1998) che Adidas e Milan sono legate indissolubilmente. Almeno fino alla prossima estate, quando le loro strade si divideranno. Per il rossoneri si parla già di successione, con New Balance e Under Armour tra i principali candidati per il ruolo di sponsor tecnico.
Dopo Audi, che già aveva abbandonato il club la scorsa estate, un altro pilastro storico del vecchio Milan che se ne va. Non proprio un bel segnale per il futuro.