27 maggio 2020
Aggiornato 15:00
Calcio

Il piano di Galliani per rientrare nel Milan

Voci ed indiscrezioni parlano dell'ex amministratore delegato rossonero come possibile cavallo di ritorno in società

Adriano Galliani, ex amministratore delegato del Milan, attualmente in politica nelle fila di Forza Italia
Adriano Galliani, ex amministratore delegato del Milan, attualmente in politica nelle fila di Forza Italia ANSA

MILANO - L'incertezza sul presente e sul futuro societario del Milan fa discutere, col proprietario rossonero Yonghong Li bersagliato da articoli e controlli finanziari, il fondo Elliott alla ricerca di recuperare il prestito concesso alla dirigenza milanista e i possibili nuovi acquirenti del club sullo sfondo, pronti ad approfittare della situazione prendendosi il Milan dal fondo americano a costi ridotti. Yonghong Li, nel frattempo, prosegue nella sua linea di mutismo, non conferma e non smentisce direttamente le voci che lo coinvolgono, talvolta affida le risposte a scarni comunicati stampa, altre volte delega le operazioni di comunicazione a Marco Fassone.

Certi amori non finiscono....

Logico che in questa situazione, ogni pensiero ed ogni idea possono rivelarsi più o meno sensate. Cosa accadrà al Milan? Resterà ai cinesi o cambierà padrone? E se cambierà, chi ci sarà al posto della cordata asiatica? L'interpretazione di Michele Criscitiello, direttore di Sportitalia, ad esempio, è ricca di fascino e dietrologie, ma spalanca un futuro clamorosamente retrò per il popolo rossonero: "Io non escludo che ci sia un piano di rientro di Adriano Galliani - rivela il giornalista - che ora è tranquillo e felice in politica accanto a Silvio Berlusconi, ma che potrebbe non saper resistere al richiamo e all'amore nei confronti del suo vecchio Milan. Se i rossoneri finissero nelle mani di Elliott, il fondo potrebbe affidare proprio a Galliani la gestione sportiva del club e ciò porterebbe anche ad una serena convivenza con Fassone perchè ognuno si occuperebbe di questioni differenti. L'addio dell'ex ammnistratore delegato rossonero a Mediaset Premium, inoltre, eviterebbe quel conflitto di interessi già avuto quindici anni fa quando era presidente della Lega Calcio. Solo ipotesi al momento, supportate da centinaia di condizionali, ma non ci sarebbe nulla di male se Adriano Gallini con eleganza e senza giochi sporchi puntasse al rientro in grande stile nel Milan». Insomma, come diceva spesso il diretto interessato citando la celebre canzone di Antonello Venditti, certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal