26 maggio 2019
Aggiornato 21:00
Legge elettorale

Fico (M5s): «Nessuna alleanza né prima né dopo il voto»

Il capogruppo del Movimento 5 stelle alla Camera: «Una delle nostre proposte - ha ricordato - è un correttivo maggioritario al sistema tedesco". Quanto alla data delle elezioni ha spiegato: "Noi siamo sempre pronti ad andare a votare ma questa è una prerogativa del capo dello Stato»

Movimento 5 stelle

Legge elettorale, Di Maio: «Incontriamo il Pd per impedire inciuci fra Renzi e Berlusconi»

Il vicepresidente della Camera, ha spiegato ai giornalisti perché il Movimento 5 stelle ha deciso di partecipare alla stesura della nuova norma: «Noi ci siamo per fermare i partiti morenti di questo Paese che si mettono insieme per non morire. Partecipiamo per fermare l’ennesimo Governo che, dopo le prossime elezioni politiche, possa essere composto ancora dai soliti partiti»

Movimento 5 stelle

Di Maio (M5S): «Al voto il 14 settembre, un giorno prima che scattino i vitalizi»

«Qualche settimana fa in una intervista dissi che doveva fare una legge elettorale tutti insieme. Ma quando noi facciamo aperture veniamo snobbati. Comunque ci sono ancora tutte le possibilità per fare una legge elettorale tutti insieme», ha detto il vicepresidente della Camera

Movimento 5 stelle

Di Maio prende in giro Boschi: «Grazie a me un po' di telecamere», e poi detta le condizioni del M5s sulla nuova legge elettorale

Il vicepresidente dall Camera è stato ospite con la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, Maurizio Lupi e Giovanni Pitruzzella alla presentazione dell'ultimo libro di Vito Cozzoli Sviluppo e innovazione, dove ha esordito con una battuta, mentre ha tagliato corto sulle riforme: «Massima disponibilità del M5s»

Governo Gentiloni

Legge elettorale, Boschi: «Nessun inciucio, ma Pd da solo non ha i numeri»

La sottosegretaria alla presidenza del Consiglio ha spiegato le difficoltà dell'attuale maggioranza a trovare una quadra al suo interno per omogeneizzare l'Italicum con il Porcellum, e i tentativi dei Dem di raggiungere un accordo con i partiti di opposizione

Cantiere centrodestra

Berlusconi: impossibile un nuovo patto del Nazareno, primarie superate

«Dobbiamo mettere in condizione gli elettori di votare per scegliere da chi essere governati, senza condannare il Paese all'ingovernabilità per effetto di una legge elettorale contraddittoria", ma con il Pd di Renzi non ci sono le premesse», ha spiegato il Cavaliere a Panorama

Forza Italia

Legge elettorale, Brunetta: «Franceschini simpatico, ma sbaglia metodo»

Così replica il capogruppo Fi alla Camera al ministro dei Beni culturali che ha aperto al dialogo «La nostra propsta prevede un sistema a base proporzionale con premio di maggioranza alla coalizione, con i collegi sul modello provinciale e uno sbarramento omogeneo tra Camera e Senato tra il 3 e il 5%»

Governo Gentiloni

Legge elettorale: Di Maio apre a Renzi

Il vicepresidente della Camera: «In questo momento vogliamo scrivere le regole del gioco insieme al partito di maggioranza». Richetti (Pd): «Possibile costruire in tempi rapidi un terreno di intesa»

Movimento 5 stelle

Grillo: «Stiamo selezionando candidati e lavorando su programma»

Il leader M5s in un'intervista ad Agorà (Raitre): «Ci sono specialisti, che non sono del movimento, che parlano di un tema e poi si votano i punti. Un caso unico nel mondo». Alessandro Di Battista sulla legge elettorale: «Faranno un proporzionale puro per sancire l'inciucio con Berlusconi»

Governo Gentiloni

Grasso: legge elettorale per decreto è «ultima spiaggia»

«Sono scettico - ha spiegato il presidente del Senato, a margine di 'The State of the Union' - perché deve essere il Parlamento a stabilire la legge e a trovare un punto di equilibrio tra rappresentanza e stabilità di Governo»

Legge elettorale

Legge elettorale: la Camera latita ancora

Il testo base della discussione non sarà presentato oggi. Berlusconi: «L'Italia non è bipolare», Brunetta: «Ci aspettiamo elementi di chiarezza dal Pd», Renzi: «Palude imbarazzante», Di Maio: «Pronti a discuterne»

"Urgente per il funzionamento del nostro sistema istituzionale"

Mattarella lancia l'allarme: senza legge elettorale l'Italia non funziona

La Camera ha calendarizzato la discussione per il 29 maggio. La collocazione alla fine del mese prossimo è stata adottata, spiegano fonti di Montecitorio, anche in considerazione dello stato dei lavori in commissione Affari costituzionali, dove non risulta ancora essere stato adottato un testo base

Primarie del Partito democratico

Renzi: chiudo la campagna a Bruxelles, è lì che ci fregano

L'ex premier intervistato a Matrix ha spiegato che il suo futuro in politica è legato al voto "dei cittadini". Poi il segretario uscente del Pd è passato all'attualità: le frasi di Riccardo Fico sul canone Rai rientrano tra le "armi di distrazione di massa", ha detto

Partito democratico

Monti: «Io Dracula? Renzi mi fa pena»

L'ex premier ha replicato , durante un videoforum su Repubblica.it, al post pubblicato ieri dal segretario del Partito democratico. Sul voto anticipato il professore della Bocconi è categorico: «Serve solo a far tornare il rottamatore. Il Pd lo impedisca»

La partita dei prossimi mesi sarà delicata

Le mosse di Renzi nel Pd per preparare il suo ritorno

Il leader del Pd Matteo Renzi ha incontrato i big del partito in vista di possibili elezioni a stretto giro e per verificare la tenuta della 'sua' maggioranza nel Pd

«Berlusconi faccia attenzione ad appoggiare governo Gentiloni»

Lega al Quirinale: al voto il prima possibile con qualsiasi legge

Andare al voto quanto prima, con qualsiasi legge elettorale. E' la posizione della Lega Nord, riferita al capo dello Stato Sergio Mattarella durante le consultazioni di queste ore

Crisi di governo

La larga intesa del vitalizio può salvare il governo

Sabato pomeriggio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella avrà concluso il giro di consultazioni per verificare lo stato di salute dell'esecutivo. 417 deputati su 630 e 191 senatori su 315 non hanno ancora maturato il diritto alla «pensione» da parlamentare, ma potrebbero averla se tengono la poltrono fino al 15 settembre del 2017

Fratelli d'Italia

Il sogno di Meloni è più vicino: siamo pronti per un governo sovranista

«Basta con i governicchi, gli inciucicci»: questo il messaggio che il 70 per cento degli italiani che si è recato alle urne per il referendum costituzionale ha voluto dare a «Matteo Renzi ma anche a Sergio Mattarella» secondo Giorgia Meloni intervistata da Sky Tg24

Movimento 5 stelle

Di Maio: «L'uomo solo al comando non esiste più»

Il deputato del Movimento 5 stelle dopo la vitttoria del No al referendum costituzionale: "Oggi ha perso l'arroganza al potere. Da domani siamo al lavoro per creare il programma del futuro governo e la futura squadra di governo del M5s"

Movimento 5 stelle

Il M5s chiede elezioni al più presto

Beppe Grillo: «La cosa più veloce, realistica e concreta per andare subito al voto è andarci con una legge che c'è già: l'Itaòlicum». Di Battista: «Non chiamateci più anti-politica», Lombardi: «Noi non siamo disponibili a governi di scopo»

Cosa farà il presidente Mattarella?

Il dopo referendum, cosa succede adesso

Renzi consegnerà le dimissioni al presidente della Repubblica Mattarella, he avrà il compito di capire se esiste un altro nome a cui la maggioranza del Parlamento è disposta a dare la fiducia per creare un nuovo governo

Governo Renzi

Renzi si dimette dopo il trionfo dei No: il video integrale

Il premier: «Come è evidente e scontato, l'esperienza del mio governo finisce qui. Domani pomeriggio convocherò il Cdm, ringrazierò i miei colleghi e salirò al Quirinale, dove consegnerò le dimissioni nelle mani del presidente Mattarella»

Governo Renzi

Chi vuole cambiare l'Italicum e chi vuole andare subito al voto

Con la vittoria del no al referendum costituzionale, sopravvivono il Senato e il bicameralismo perfetto ma rischia grosso la nuova legge elettorale. Salvini ha chiesto elezioni immediate, più cauto Grillo che chiede pochi giorni per modificare la norma

Governo Renzi

Renzi e le «bufale» sul referendum: «Salvini complottista»

Il premier durante l'ultimo #MatteoRisponde: «Ci sono alcune persone che utilizzano in modo virale la propaganda, le bufale e la rete. Si può non essere d'accordo su tutto ma dimostriamo che noi non viviamo di propaganda»

Referendum costituzionale

Lo scontro Renzi-Meloni da Vespa

La fondatrice di Fratelli d'Italia e il premier si sono confrontati con toni accesi, sul quesito referendario del prossimo 4 dicembre, ospiti di Porta a porta su Rai1

Forza Italia

Berlusconi: voto No contro «una dittatura di Renzi o di Grillo»

Il Cavaliere è contro la modifica della Costituzione, mentre i vertici di Mediaset sono per il Sì per paura «della possibile ritorsione di chi è al potere» ha spiegato lui stesso, ospite a Porta a Porta, di Bruno Vespa su Rai1