23 giugno 2017
Aggiornato 14:00
A sinistra volano stracci

L. elettorale, Bersani boccia il «Rosatellum». Rosato: «Rancoroso verso Matteo Renzi»

Volano stracci tra Pd e il 'disertore' Pier Luigi Bersani sulla legge elettorale. L'ex segretario Pd, in particolare, boccia la proposta Pd, che a suo avviso non c'entra niente con il Mattarellum

L'ex segretario Pd Pierluigi Bersani
L'ex segretario Pd Pierluigi Bersani (ANSA / FLAVIO LO SCALZO)

ROMA - «Sulla legge elettorale, ecco la mia personalissima opinione. Adesso che c'è il testo, nero su bianco, della proposta Pd temo che Prodi e Pisapia dovranno riconsiderare le loro pur cautissime aperture. Questa proposta non c'entra un bel nulla con il Mattarellum». Lo ha scritto su Facebook Pier Luigi Bersani di Articolo 1-Mdp. «Qui c'è una scheda sola, non due. Qui si allude - ha sottolineato l'ex leader del Pd - non certo alla coalizione ma piuttosto a confuse accozzaglie a fini elettorali fra forze che il giorno dopo riprendono la loro strada (guardare la scheda per credere). Qui peraltro non si garantisce la governabilità, si lede la rappresentanza e si abbonda nei nominati. Insomma, siamo di nuovo all'eccezionalismo italico, siamo all'ennesima e pasticciata invenzione dell'ultima ora». A giudizio di Bersani «se ci fosse senso di responsabilità si sentirebbe l'esigenza di presentare agli italiani ormai insofferenti un sistema che avesse già dimostrato di funzionare. Il Mattarellum davvero, oppure il tedesco, oppure il francese, oppure lo spagnolo o il portoghese o l'inglese. Qualcosa che esista insomma. Basta con le invenzioni ad usum delphini», ha concluso.

Rosato: da Bersani rancore verso Renzi
«La nostra proposta di legge ripercorre quello che abbiamo sempre detto e la sua valutazione è condizionata da una sorta di rancore verso Matteo Renzi che nulla ha a che fare con il merito». Ettore Rosato, capogruppo del Pd alla Camera, ha così replicato a Pierluigi Bersani, che ha criticato la proposta del Pd di revisione della legge elettorale, il cosiddetto «Rosatellum». «Mi sembra che ci sia un problema irrisolvibile in un rapporto da ricostruire nel centrosinistra per lui», ha aggiunto.

Marcucci: Bersani infastidito da capacità di reazione Pd
Sulla stessa linea il senatore dem Andrea Marcucci, secondo cui "Bersani è infastidito dalla capacità di reazione del Pd sulla legge elettorale. Mdp ha capito che sulla proposta presentata dai democratici, il piccolo partitino rischia di perdere qualsiasi contatto con chi ha a cuore il futuro del Paese, come Prodi e Pisapia»«Il cosiddetto Rosatellum - aggiunge il parlamentare - è un sistema equilibrato, che garantisce la governabilità. In Senato avremo i voti che servono per approvarlo».