24 giugno 2017
Aggiornato 02:00
> <
RSS

Derby di Los Angeles ai Clippers

Quinto successo consecutivo dei Boston Celtics che superano Orlando con 16 punti di Kelly Olynyk e Marcus Smart. LeBron, Love ed Irving guidano i Cavaliers nella vittoria con Indiana segnando venti punti a testa. Bargnani, solo 2 punti nel ko con Dallas.

Gallinari fantastico guida Denver al successo

Ancora una super prestazione di Danilo Gallinari che segna 27 punti nel successo di Denver su Charlotte. Lillard realizza 31 punti e Portland batte Oklahoma. Chris Paul segna 25 punti, Jamal Crawford ne aggiunge 21 ed i Los Angeles Clippers superano i New Orleans Pelicans dopo un supplementare.

Derrick Rose affonda Oklahoma

I 33 di Kevin Durant non bastano invece ai Thunder. David Wade con 25 punti guida Miami contro i Timberwolves 96-94. Charlotte con i 31 di Jefferson non ha difficoltà a superare Dallas con Nowitzki che si ferma a 14 punti. Vincono anche Utah e Memphis con i 27 di Lillard di cui 14 nel terzo quarto.

Colpo in trasferta di Chicago e Los Angeles

I Bulls hanno superato i Cleveland Cavaliers 99-92 con 21 punti di Pau Gasol. A nulla sono serviti i 19 punti con 9 assist di LeBron James. Colpo anche dei Clippers in casa Houston. Blake Griffin segna 26 punti con 14 rimbalzi e 13 assist per la seconda tripla doppia consecutiva.

Avanzano Cleveland e Washington

I Cavaliers vincono 4-0 la serie contro i Boston Celtics 101-93. LeBron James ne segna 27 ma Cleveland paga un prezzo alto alla serie: perde Kevin Love, vittima di un infortunio alla spalla sinistra nel primo quarto, la cui entità verrà valutata nei prossimi giorni.

Colpo Lakers A San Antonio

Bryant si ferma a 32.284 punti, -8 da Jordan. Va ko anche Cleveland sul campo dei New Orleans Pelicans. Senza Anthony Davis i Pelicans vincono 119-114 con 31 punti e 10 assist di Tyreke Evans e 30 punti di Ryan Anderson, che eguaglia il suo massimo in carriera con 8 triple.

Steve Ballmer lascia cda Microsoft

L'ex numero uno del colosso di Redmond, Stato di Washington, lo ha fatto sapere in una lettera inviata all'attuale guida di Microsoft e suo successore, Satya Nadella. Lo scorso agosto Ballmer aveva annunciato il suo addio alla posizione di leader di Microsoft (dopo 13 anni nella posizione). Il servizio cloud di Microsoft Azure è rimasto fuori servizio in tutto il mondo per cinque ore.

Il giudice: si alla vendita dei Clippers

L'accordo da due miliardi di dollari per la vendita della franchigia californiana è quindi legittimo. Finisce così una lunghissima querelle giudiziaria tra Donald Sterling, il controverso proprietario dei Clippers che aveva cercato di bloccare il passaggio del club, e la ex moglie Shelley che aveva concluso l'affare.

Steve Ballmer vuole i Clippers

Anche l'ex chief executive di Microsoft Steve Ballmer è in corsa per rilevare i Los Angeles Clippers, squadra della Nba tolta al proprietario Donald Sterling (espulso a vita dalla lega professionistica di basket Usa per accuse di razzismo).

> <