20 settembre 2019
Aggiornato 11:30

Playoff NBA nel vivo: Indiana, Thunder e Warriors guadagnano gara 7

Mentre monta ogni giorno di più la protesta del mondo NBA contro il patron dei Clippers, ben tre serie arrivano a gara 7 grazie alle vittorie di Pacers, Okllahoma e Golden State (questi ultimi proprio contro la squadra di Sterling).

LOS ANGELES - «Sterling venda subito il suo club». E' quanto chiedono i club della Nba, dopo che il proprietario dei Los Angeles Clippers, Donald Sterling, e' stato radiato dalla massima serie di basket americana, a causa di alcune sue dichiarazioni razziste intercettate da una microspia collocata nella sua villa di Malibu. Il «comitato consultivo e finanziario», di cui fanno parte 10 dei 30 club della Nba, ha raggiunto una conclusione unanime: come peraltro chiede anche la Nba, Sterling deve cedere rapidamente la proprietà del club e va fatta ogni cosa affinché questo obiettivo venga raggiunto. Per costringere Sterling alla vendita forzata del club, la Nba deve tuttavia avere il sostegno formale di tre quarti degli altri 29 proprietari di club.

PACERS, THUNDER E WARRIORS VANNO SUL 3-3 - Continua a regnare grande incertezza nei play off Nba, con tre serie tornate in parità sul 3-3. Nella Eastern Conference Atlanta e' stata superata in casa 95-88 da Indiana, nella Western Oklahoma ha impattato la serie andando a vincere 104-84 a Memphis e i Golden State Warriors hanno superato in casa a Oakland i Los Angeles Clippers con un soffertissimo 100-99.