16 luglio 2019
Aggiornato 14:00
Fratelli d'Italia

Meloni: «Casini per nulla super partes»

Dura presa di posizione da parte del presidente di Fratelli d'Italia al termine della commissione Banche: «E' stata utile solo a Renzi e al Pd»

Banche e politica

Banche, Toti: «Giudizio degli elettori sarà severo»

Il governatore della Liguria: «Al di là dei singoli casi Boschi, Carrai, la confusione sotto il cielo è davvero tanta. Grande disorientamento dei risparmiatori»

Partito democratico

Renzi: «Sulla Boschi decideranno i cittadini»

Il segretario del Pd: «Condivido le parole di Maria Elena sulla stampa: credo che chi ci segue da casa può avere il giudizio che vuole su questa storia»

Partito democratico

Orfini: «I nostri amano Boschi, sarà ricandidata»

Il presidente del Pd: «Non abbiamo paura di niente e di nessuno. Rivendichiamo ciò che abbiamo fatto in questi anni a cominciare dalla riforma delle popolari»

Partito democratico

Orlando: «Smettiamola di costruirci trapppole»

Il ministro della Giustizia: «La commissione sul sistema bancario deve servire ad elaborare una proposta politica di riforma di meccanismi di vigilanza»

Congresso Fratelli d'Italia

Meloni: «Risparmiatori truffati da banche e governo»

La leader di Fdi: «Gli italiani avranno o meno il diritto di conoscere i nomi di coloro a cui hanno pagato i debiti con i loro soldi o no? Faremo emergere le responsabilità della sinistra»

Giustizia e politica

Banca Etruria, Casini: «Tutto chiarito» e lancia l'alleanza con il Pd

Il presidente della Commissione d'inchiesta sul sistema bancario ha ricevuto dal procuratore della Repubblica di Arezzo, Roberto Rossi, una lettera sulla posizione sul caso di Pierluigi Boschi, padre della sottosegrearia Maria Elena

Partito democratico

Visco, Orfini: «Nessuno scontro con il governo»

Il presidente del Pd si è detto sorpreso da «alcune reazioni ed editoriali: per i credenti il Papa è infallibile ex cattedra io nemmeno sono credente»

NCD è contro la Riforma delle banche poolari, ma voterà il decreto

Tancredi: «La fiducia al governo Renzi non è in discussione»

Il premier, Matteo Renzi, ha deciso di imporre la fiducia sulla Riforma delle banche popolari, ma il nuovo centro destra non è d'accordo. Che ne sarà della maggioranza di governo, e cosa farà Alfano? L'abbiamo chiesto al deputato di NCD Paolo Tancredi, capogruppo della Commissione Parlamentare Bilancio e Tesoro, che ha rilasciato una dichiarazione per i lettori di DiariodelWeb.it.

Partito democratico

I 14 autosospesi rientrano nel gruppo Pd al Senato

Restano alcune perplessità sull'applicazione dell'articolo 67 della Costituzione riguardo alle sostituzioni ma in ogni caso, fanno sapere, non ci saranno scissioni. I senatori critici sul progetto riformatore del governo intendono infatti continuare la battaglia nel partito e presentare emendamenti sia in commissione che in Aula anche alla luce delle novità che riguardano l'apertura del M5S

Partito democratico

Civati prevede tempeste nel Pd

L'esponente dem torna sui 14 autosospesi dal gruppo del Senato, dopo l'espulsione di Chiti e Mineo dalla commissione Affari costituzionali: «Che ci sia una chiusura dei vertici del Pd è sicuro, c'è il tentativo di rivendicare una posizione molto dura. Ho cercato una mediazione prima dell'assemblea nazionale, ma non è andata a buon fine. È stato un errore drammatizzare»

Partito democratico

Continua lo scontro Zanda-Mineo-Chiti

Non si placa il terremoto in casa Pd, dopo le espulsione dalla commissione Affari Costituzionali del Senato. Il capogruppo: «Si viene indicati nelle commissioni per ragioni politiche: bisogna essere competenti ed esperti, ma anche leali e responsabili». La replica: «Se il partito si rende conto dell'errore commesso e vuole ricucire, io ne sarò ben lieto»

Centrodestra

Forza Italia difende gli epurati da Renzi

Gasparri: «L'arroganza non paga. Zanda, pur di accreditarsi presso Renzi, ha fatto il fucilatore in commissione Affari costituzionali dicendo no a Mineo e anche a Chiti». Ronzulli: «Premier come Grillo, non tollera il dissenso»

Politica

Non solo Chiti e Mineo, Renzi ha espulso anche Mauro

Il senatore dei Popolari per l'Italia: «Devo essere molto chiaro: è stato il presidente del Consiglio, è stato il governo, è stato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio che, ore prima che si verificasse la riunione del mio gruppo, aveva già anticipato a membri del mio gruppo il contenuto e l'esito della riunione stessa»

Partito democratico

Renzi: «Nessuno ha diritto di veto sulle riforme»

Il premier dopo l'espulsione di Corradino Mineo dalla commissione Affari costituzionali del Senato: «Non molliamo di una virgola, non arretriamo di un centimetro». 13 senatori Pd si autosospendono. Il diretto interessato: «Ho fiducia nel segretario, lui sa che è stato commesso un errore»