23 agosto 2019
Aggiornato 12:30
Movimento 5 stelle

Banche, il commento di Di Maio durante la presentazione di «Morte dei Paschi»

Il candidato premier del M5s: «Avevamo ragione quando chiedevamo le dimissioni dei vertici di Bankitalia e Consob, ma allora Renzi li difese»

ROMA - «In queste ore Consob accusa Bankitalia di non aver esercitato correttamente la sorveglianza sulle banche venete: una istituzione che doveva fare sorveglianza sui prodotti accusa l'altra, che doveva fare sorveglianza sugli istituti. Aveva ragione il Movimento 5 stelle quando chiedeva le dimissioni dei vertici di Bankitalia e Consob, ma allora Renzi li difese, salvo poi, quando ha perso il referendum, fare la mozione su Visco». Lo ha detto il candidato premier del M5s, Luigi Di Maio, parlando in sala Tatarella alla Camera nel corso della presentazione del libro «Morte dei Paschi», di Elio Lannutti e Franco Fracassi, che tratta le vicende della banca toscana e la drammatica morte del capo della comunicazione dell'istituto, David Rossi.

Gli stracci che volano fra Consob e Bankitalia
«Non è ammissibile - ha osservato l'esponente stellato - che volino stracci fra Consob e Bankitalia, quei signori se ne dovevano andare anche perché ci mettono in difficoltà a livello internazionale. Cosa deve pensare un investitore straniero di fronte a questo?». «I nostri avversari A noi dicono ' se andate al governo non siete credibili' - ha proseguito Di Maio spostando l'accento sulla campagna elettorale e sulle forze politiche che si contrappongono al M5S - e sarete credibili voi, con questi teatrini drammatici che stiamo vedendo...».