11 dicembre 2019
Aggiornato 18:00
Banca Etruria

Scontro epico Boschi-Travaglio a Otto e mezzo: «Lui mi odia»

La sottosegretaria ha detto di non volersi dimettere perché non vuole cedere a chi racconta «falsità»

ROMA - Maria Elena Boschi non intende dimettersi perché non vuole cedere a chi racconta «falsità». La sottosegretaria alla presidenza del consiglio lo ha detto a 'Otto e mezzo', replicando a Marco Travaglio: «Sa perché non mi dimetto? Perché sono attaccata alla verità». «La invito a riflettere - ha aggiunto - che proprio per non darla vinta a persone che fanno attacchi anziché stare al merito, credo sia giusto continuare a difendere la verità dei fatti. Non sono attaccata alla poltrona ma sono attaccata alla verità e non è giusto lasciare solo perché ci sono persone che continuano a dire bugie e falsità». Boschi ha accusato Travaglio di misoginia: «Travaglio non può trasformare l'odio verso di me in una battaglia politica. Mi odia, ma almeno cerchiamo di ricercare la verità dei fatti». «Sono convinta - ha aggiunto - che se fossi stata un uomo non mi avrebbe dedicato tanta attenzione... Ha fatto i soldi andando in giro per i teatri italiani con un'attrice poco vestita che scimmiottava me».

Boschi: ho incontrato Vegas
Boschi ha incontrato Giuseppe Vegas, in alcuni casi su richiesta del presidente della Consob, e ha parlato «in generale del sistema bancario».
La sottosegretaria alla presidenza del Consiglio: «Sì, ho incontrato Vegas - ha spiegato - ci sono stati più incontri. Il 29 maggio mi chiese addirittura di incontrarci in modo abbastanza inusuale alle 8 di mattina a casa sua. Io gli chiesi di vederci o al governo o al ministero». Ha raccontato la Boschi: «Abbiamo parlato del sistema bancario, tutto, non di Banca Etruria nello specifico. Vegas è il presidente di Consob che si occupa di società quotate. Sui giornali si parlava della possibile aggregazione di be e vicenza, en passant abbiamo parlato anche di questa ipotesi. Ma non ho fatto pressioni, non ho chiesto di intervenire, di fare niente di niente». «E' vero - ha continuato - posso avere espresso preoccupazioni che nel corso degli anni mi sembra si siano rivelate fondate. Una chiacchierata in cui io non ho fatto pressioni, non ho chiesto niente, lo ha detto Vegas».