23 ottobre 2018
Aggiornato 02:30

Montella in Nazionale? Uno scenario che fa sorridere i tifosi del Milan

Alla vigilia di un match che potrebbe rivelarsi decisivo per il prosieguo del cammino rossonero in Europa League, Vincenzo Montella ha parlato anche di un suo possibile approdo in nazionale. «Con Lippi, quando ero libero, abbiamo fatto una chiacchierata, ma ora penso al Milan». Resta il fatto che il tecnico campano è uno dei principali candidati al ruolo di ct dopo Ventura.

Tavecchio-Lippi: prosegue la polemica

Diatriba a distanza fra il dimissionario presidente federale e l’ex commissario tecnico azzurro. La scelta di Ventura e quel ripensamento sul ruolo di coordinatore tecnico l’oggetto del contendere

Montella come Ventura: segnali inquietanti dal tecnico del Milan

Alla vigilia del big match di sabato sera che il Milan disputerà al San Paolo contro il Napoli, l’allenatore rossonero si è sbizzarrito con una serie di esperimenti a dir poco cervellotici. L’augurio è che Montella ritorni in fretta sulla retta via e che al cospetto dei ragazzi di Sarri schieri un Milan più equilibrato possibile.

Gigio & friends: la nuova Italia riparte dal Milan

La ricostruzione della Nazionale azzurra dopo l’apocalisse di Ventura poggia su solide basi: a partire dal prossimo capitano Bonucci, senza dimenticare il giovanissimo portiere del Milan, chiamato a sostituire Buffon, l’altro centrale Romagnoli di difesa, l’esterno Conti e i due ’98 Locatelli e Cutrone.

Anche gli amici abbandonano Ventura

La mancata qualificazione della Nazionale ai mondiali ha scavato un solco ed una spaccatura non ricucibili fra il tecnico genovese e l’Italia intera, ma ora anche i suoi fedelissimi sembrano voltargli le spalle

Italia: quattro big in lizza per la panchina, con un favorito

È iniziato il toto allenatore per il ruolo di ct del dopo-Ventura. I tifosi chiedono a gran voce un grosso nome e i quattro candidati principali sono degli autentici big: Carlo Ancelotti, Max Allegri, Antonio Conte e Roberto Mancini. Per tutti ci sono delle controindicazioni, ma l’attuale tecnico dello Zenit sembra il favorito.

Vergogna Italia, non si dimette nessuno

Come spesso accade, sono tanti i padri delle vittorie, ma nessuno si assume la paternità delle sconfitte. Quello che sta accadendo nelle ultime ore in seno alla Federcalcio è inaccettabile. Nè il presidente federale Tavecchio, nè tantomeno il ct Ventura sembrano intenzionato a dimettersi. La poltrona e i soldi contano più di tutto.

Sprofondo azzurro: l’alibi di Tavecchio e il “fenomeno” Ventura

L’apocalisse evocata dal presidente federale è purtroppo arrivata e questo è il momento della resa dei conti. Sul banco degli imputati, naturalmente, il gatto e la volpe Tavecchio e Ventura: il primo per aver scelto il secondo, il ct per aver voluto vincere la sua personale battaglia contro il mondo senza pensare al bene della Nazionale.

Disfatta mondiale: i destini segnati di Tavecchio e Ventura

La catastrofe è compiuta. L’Italia, per la prima volta dopo 60 anni, non parteciperà alla fase finale di un mondiale e sul banco degli imputati sono destinati a salire il presidente federale Tavecchio e il ct Ventura. Se però per il secondo il destino appare segnato, il numero uno del calcio italiano sembra aggrappatissimo alla sua poltrona

Ventura, niente scuse: il calcio italiano non è in crisi

L’Italia è sull’orlo del baratro calcistico ed è già iniziato il j’accuse nei confronti di tutto il movimento. Ma il calcio italiano, come testimoniano i numeri, non è affatto in crisi e la scadente Nazionale di Ventura non può rappresentarlo in maniera onorevole. Forse servirebbe un drastico cambio di rotta, anche in caso di qualificazione mondiale.

Italia: la rivoluzione shock del ct Ventura

Tre cambi di formazione rispetto agli undici scesi in campo dal primo minuto in Svezia, purtroppo però non quelli richiesti a gran voce da tutti i tifosi azzurri. Spazio e Jorginho, Gabbiadini e Florenzi, al posto di De Rossi, Belotti e Verratti squalificato. Lorenzo Insigne invece ancora una volta destinato alla panchina.

Playoff mondiali: Italia, aggrappiamoci alla Svezia

Può sembrare un paradosso, ma al cospetto delle ultime inguardabili prestazioni della Nazionale, la sola speranza degli azzurri è la qualità tecnica a dir poco scadente dei rivali svedesi. Da una parte calciatori di Juventus, Milan, Inter, Roma, Napoli, dall’altra ragazzotti provenienti dal campionato russo, greco, danese e perfino dagli Emirati Aarabi.

Playoff Mondiali 2018: c'è la Svezia per l’Italia

Sorteggio tutt'altro che benevolo per gli azzurri: l'urna di Zurigo ha definito gli accoppiamenti per il doppio confronto che vedrà impegnati l'Italia di Ventura dal 9 all’11 novembre (andata) e dal 12 al 14 (ritorno). Sarà la Svezia, orfana di Zlatan Ibrahimovic che ha annunciato da tempo il ritiro dalla Nazionale gialloblu.

Ancelotti esonerato: una minaccia per due

L’inatteso licenziamento del tecnico emiliano dopo un inizio stagione a dir poco complicato da parte del Bayern Monaco ha avuto il potere di mettere in moto la macchina dei sogni dei tifosi. Innanzitutto quelli rossoneri che farebbero carte false per rivedere Ancelotti alla guida del Milan, ma anche gli appassionati azzurri lo vedrebbero bene al posto del ct Ventura.

Spagna-Italia 3-0: Isco e Morata affondano gli Azzurri

Altro che impresa, l'Italia esce dal Bernabeu con le ossa rotte e il morale a pezzi. La sconfitta è totale con gli Azzurri incapaci non solo di stare all'altezza della Spagna ma anche solo di impensierire minimamente una squadra che ha stravinto il confronto.

Ventura: «Ko di Chiellini non cambierà la nostra partita»

Lo ha dichiarato il ct azzurro Gian Piero Ventura alla vigilia del match di Madrid: «È una partita importante contro giocatori importanti in uno stadio importante e quindi occorre una prestazione importante». L'Under 21 di Gigi Di Biagio ko in Spagna, le «Furie Rosse» vincono 3-0.

Bonucci: «In Spagna per stupire»

Il difensore della nazionale e del Milan suona la carica in vista della sfida decisiva con la Spagna. «Ci sarà da lottare e da soffrire, ma noi siamo pronti a dare tutto per portarci a casa la vittoria, senza paura, con la voglia di stupire».

La verità in 7 giorni, ma tra Donnarumma e il Milan qualcosa si è rotto

La settimana delle decisioni per Gigio è iniziata con la scelta di posticipare gli esami di maturità e rispondere alla convocazione del Ct Di Biagio per gli Europei Under 21. Entro sette giorni però è attesa la risposta più importante: finalmente sapremo se Donnarumma firmerà il prolungamento di contratto con il Milan o finirà sul mercato.

Mercato: Montella vorrebbe De Rossi al Milan

L’allenatore rossonero sarebbe ben felice di poter accogliere il regista della Roma e della Nazionale, in scadenza di contratto, a Milanello. Ora si attendono le mosse del club giallorosso: se non gli verrà offerto il biennale richiesto, De Rossi potrebbe pensare davvero di accettare la corte del Milan.

Milan: battaglia federale per accaparrarsi Romagnoli

Il ct della nazionale maggiore Ventura e quello dell’Under 21 Di Biagio si contendono il centrale difensivo del Milan. Entrambi lo vorrebbero a disposizione, l’ennesima conferma della crescita esponenziale di Romagnoli da quando è arrivato in rossonero.

Petagna: «Un onore stare qui»

Parli di futuro e, nell'aula magna di Coverciano, appaiono Alessandro Petagna, Simone Verdi e Leonardo Spinazzola. Sono alla prima convocazione in Nazionale e così raccontano il loro calcio.

Ventura: «Per qualificarci abbiamo bisogno dei giovani»

La Nazionale si è radunata ieri sera a Coverciano per riprendere il cammino nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo FIFA di Russia 2018: prima nel Gruppo G in compagnia della Spagna a quota 10 punti, venerdì a Palermo l'Italia affronterà l'Albania.

Gabbiadini infortunato, Ventura chiama Petagna

L'italia giocherà venerdì 24 marzo a Palermo con l'Albania nel match valido per le qualificazioni alla Coppa del Mondo FIFA Russia 2018 e martedì 28 con l'Olanda ad Amsterdam in un'amichevole dal grande fascino.

Persi Caldara e Gagliardini, la rivincita del Milan è Conti

Lo slittamento del closing a marzo ha impedito al Milan di mettere le mani sui due gioielli atalantini, finiti rispettivamente a Juve e Inter. Ma ce n’è un altro che invece potrebbe finire a Milanello la prossima estate: si tratta dell’esterno destro Andrea Conti, terzino goleador già nel giro della Nazionale.

Ventura: «Balotelli? Non è da stage»

Il c.t. azzurro fa il punto sui due giorni di lavoro a Coverciano: «Da qui a marzo andrò a parlare con Mario, se lavorerà su se stesso e risolverà i suoi problemi sarà considerato come tutti gli altri».

Milan: Bacca, abbiamo un problema

Il digiuno dell’attaccante colombiano (a secco da 5 partite con la maglia rossonera) continua anche in nazionale dove Bacca non segna dal 26 giugno. In vista del derby Montella studia la conferma di Lapadula e intanto si ricomincia a pensare al mercato.