15 luglio 2019
Aggiornato 19:30

Capello su Locatelli: “Merita la Nazionale”

L’ex tecnico rossonero auspica una convocazione di Ventura per il piccolo fenomeno del Milan

MILANO - Manuel Locatelli è una delle più belle sorprese del campionato, nonché del Milan che sta volando in classifica assaporando il gusto di un terzo posto che a Milanello non si respirava da parecchio. Il centrocampista rossonero classe 1998 si è preso il posto da titolare e difficilmente lo mollerà: Montella stravede per lui, il ragazzo matura giorno dopo giorno ed è già risultato decisivo in due occasioni e con due reti eccezionali contro Sassuolo e Juventus. Ma dove può arrivare il prodigio del settore giovanile milanista? Risponde Fabio Capello, uno che di Milan se ne intende abbastanza: «Parecchi giovani si stanno imponendo in serie A, forse più rispetto al passato - riconosce l’ex commissario tecnico di Inghilterra e Russia - ma quello che mi ha maggiormente impressionato è Manuel Locatelli del Milan. E’ un centrocampista con qualità e personalità, ricordiamo nato nel 1998 e dunque giovanissimo e con ancora tantissimi margini di miglioramento; mi piacerebbe vederlo presto in Nazionale, sono sicuro che sarebbe grande protagonista anche in azzurro».

Italia rossonera

L’Italia di Arrigo Sacchi finalista ad Usa ’94 aveva oltre il 70% di rappresentanza milanista nella squadra titolare (sui cinque rigoristi contro il Brasile, ad esempio, quattro erano calciatori del Milan, Baresi, Evani, Albertini e Massaro), chissà che lo stesso non si ripeta ai prossimi mondiali in Russia quando i baldi giovanotti rossoneri potranno difendere l’onore azzurro dopo due edizioni della Coppa Rimet pessime per la nazionale prima di Lippi e poi di Prandelli. Donnarumma, Romagnoli, Locatelli, De Sciglio, chissà magari Lapadula, protagonisti dell’Italia di Ventura nel mondiale che scatterà fra circa 19 mesi? Un’idea non così assurda come si sarebbe potuto pensare fino alla scorsa estate.