Sport | Calcio

Russia 2018: chi deve temere l'Italia in vista dello spareggio

Dopo la sofferta vittoria in Albania gli azzurri studiano le possibili avversarie di novembre quando la nazionale di Ventura si giocherà in 180 minuti l'accesso ai mondiali

La gioia della nazionale italiana dopo il successo in Albania
La gioia della nazionale italiana dopo il successo in Albania (ANSA)

COVERCIANO (FI) - Fra una settimana esatta l'Italia conoscerà il nome dell'avversario che affronterà nello spareggio di novembre, l'ultimo ostacolo nella difficile corsa a Russia 2018. Il secondo posto nel girone è stato conquistato faticosamente e la vittoria degli azzurri in Albania ha garantito anche l'accesso agli spareggi come testa di serie, garanzia di pescare un avversario almeno sulla carta più abbordabile. Le avversarie che l'Italia può incontrare a novembre sono 4: Svezia, Grecia e le due Irlande. Va detto, innanzitutto, che sia svedesi che greci devono ancora garantirsi il secondo posto matematico, ma che la loro eliminazione appare pressochè impossibile (la Svezia dovrebbe perdere in Olanda con 7 reti scarto, la Grecia non battere ad Atene Gibilterra). Teoricamente, il sorteggio migliore sarebbe per gli azzurri quello contro le due nazionali d'Irlanda: sia l'Eire che l'Irlanda del Nord, infatti, appaiono le compagini più deboli del lotto, certamente agguerrite e con un tifo appassionato, ma tecnicamente con un tasso piuttosto basso. Più complicato sarebbe affrontare la Grecia, sia per la trasferta infuocata in terra ellenica, sia per due o tre individualità discrete della nazionale campione d'Europa nel 2004, il romanista Manolas ed il centravanti Mitroglou su tutti; un gradino più in alto c'è poi la Svezia, orfana di Zlatan Ibrahimovic che ha detto addio alla nazionale scandinava dopo Euro 2016, ma piena di giovanotti talentuosi e pronti a mettersi in mostra ai campionati del mondo. Difesa più solida rispetto agli ultimi anni e pericolosità sui calci piazzati, le armi svedesi che Ventura e i suoi dovranno tenere maggiormente in considerazione, ma in generale nessuno di questi quattro avversari assomiglia ad uno spauracchio per gli azzurri, nonostante i problemi accusati per raggiungere gli spareggi e nonostante l'involuzione della nazionale italiana dopo il ko di Madrid contro la Spagna. Lo spareggio appare alla portate dell'Italia, non qualificarsi contro una fra Svezia, Grecia, Eire o Irlanda del Nord sarebbe un disastro e non solo per l'assenza da Russia 2018; Giampiero Ventura non può fallire l'appuntamento più prestigioso della sua carriera.