28 giugno 2017
Aggiornato 16:00
Calcio - Nazionali

Il ct Ventura contro Sacchi: «Pensi all’Italia del 1994»

Botta e risposta tra l’ex ct Sacchi e l’attuale Ventura dopo la partita vinta dall’Italia contro l’Albania.

Il ct Giampiero Ventura
Il ct Giampiero Ventura (ANSA)

MILANO - Brutto affare passare da una parte all’altra della barricata. Anche sul fronte allenatori. Prendete ad esempio Arrigo Sacchi, autentica leggenda del calcio italiano e guida per praticamente l’intera generazione attuale di allenatori italiani, adesso diventato commentatore televisivo e analista tecnico sulla stampa. Ovvio che le sue considerazione possano non sempre essere positive, come quelle rivolte al commissario tecnico dell’Italia Giampiero Ventura al termine del match vinto venerdì sera contro l’Albania.

Che brutta quell’Italia

Parole che non sono piaciute affatto al ct azzurro che alla prima occasione utile ha usato la sciabola per rispondere: «Ho letto le critiche di Sacchi dopo l'Albania: sono rimasto un po' deluso. Per scrupolo mi sono procurato le cassette di due partite dell’italia ai Mondiale del 1994. Ho visto la partita contro l’Irlanda e il nostro primo tiro in porta è arrivato al minuto 70. Poi Italia-Messico, è stata una roba…Probabilmente Sacchi si è confuso. Se si riferiva al Milan sono assolutamento d’accordo, ma anche la sua Nazionale ha incontrato difficoltà. Sacchi è un punto di riferimento assoluto, vorrei solo un po' di riflessione prima di dare giudizi».