27 maggio 2015
Aggiornato 05:30
> <
RSS
25/05/2015 17:49

Sprint regionali, Renzi contro non voto e «giochi romani»

foto della notizia

Lega e Berlusconi sparano contro l'Ue nella speranza di solleticare parte dei tanti che ormai considerano l'Europa solo un ostacolo. Per Renzi, però, c'è un problema in più da affrontare, ovvero il rischio di un blitz di chi, anche nel Pd, vuole cogliere l'occasione per fare inciampare il premier, per esempio in Liguria.

15/05/2015 13:31

Renzi rottama la rottamazione

foto della notizia

I candidati impresentabili in Campania sono solo l'ultimo esempio del cinismo del potere del premier: tutto, pur di vincere. Ma se i cittadini ascoltassero veramente il suo consiglio di «non votare quei nomi, neanche costretti»?

13/05/2015 17:08 Video

Vendola: «La mia sinistra è masochista, quella di Renzi sadica»

foto della notizia

La suggestione la offre il leader di Sel Nichi Vendola che spara a zero contro la riforma della scuola del governo Renzi. «Io appartengo alla sinistra masochista perchè non rinuncio ad immaginare che la nostra missione sia difendere i diritti mentre la sinistra di Renzi è socialmente sadica e piace ad Alfano e alla destra».

13/05/2015 13:37

Vendola: nessun compromesso, ogni mezzo per boicottare la Buona Scuola

foto della notizia

«Usare ogni mezzo» per «boicottare» la riforma della scuola del governo Renzi che «ferisce» la scuola pubblica. Lo ha annunciato il leader di Sel Nichi Vendola, che ha aggiunto: non c'è possibilità di trovare compromessi, la scuola è il luogo più importante della società, la scuola è la fabbrica della democrazia e della cittadinanza, una scuola umiliata e offesa in questo modo».

13/05/2015 11:39

Emiliano: nelle mie liste solo due candidati da centrodestra, caso montato

foto della notizia

«I candidati delle mie liste sono 400 e solo due arrivano dal centrodestra. Per di più avevano militato precedentemente nel centrosinistra. Avevano avuto contatti col centrodestra per dissapori con la loro parte politica e di fatto poi sono tornati a casa. Punto e basta». Lo ha precisato Michele Emiliano, ex sindaco di Bari, candidato per il centrosinistra alla presidenza della Puglia.

12/05/2015 11:50

Renzi: occhio a dare Berlusconi per finito in Liguria

foto della notizia

La destra italiana «è aggrappata al cornicione della Liguria e alla sinistra masochista. Ma occhio a dare Berlusconi per finito: chi lo può aiutare? La sinistra radicale, pur di far perdere la Paita». In chiusura del videoforum su repubblica Tv, Matteo Renzi torna sul voto regionale e in particolare sulla Liguria per attaccare i sostenitori di Pastorino.

12/05/2015 11:25

Renzi: «Il Pd sta attraversando una crisi di crescita»

foto della notizia

«Il Pd sta attraversando quella che da piccoli avremmo chiamato crisi di crescita... Se guardo il numero di coloro che sono andati via e quelli che sono arrivati, anche da Sel, il saldo è positivo. E anche a sinistra. Non c'è smottamento al centro, non c'è una crisi a sinistra, almeno negli spostamenti dei parlamentari». Così il premier Matteo Renzi, ospite di Repubblica.it.

11/05/2015 09:47

Civati: «Fuori dal Pd c'é tutta la sinistra da ricostruire»

foto della notizia

"Fuori dal Pd c'è un sacco di roba, uno spazio sconfinato, che aumenta ogni giorno e quando leggeranno i sondaggi veri, scopriranno che in Liguria, per fare un esempio, la Paita non la vota più nessuno, cresce l'area di sinistra e Toti rischia di vincere. Soprattutto per la debolezza della candidata del Pd...", sostiene l'ex dem Pippo Civati.

09/05/2015 12:14 Video

Renzi: Col 36% Cameron vince, con Italicum al ballottaggio

foto della notizia

«Quanta superficialità e studiata disinformazione c'è stata nel dibattito sulla legge elettorale», tanto che «si è parlato di deriva autoritaria». Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, commentando il risultato delle elezioni inglesi durante una manifestazione elettorale a Genova.

06/05/2015 17:58

Civati: «Non è colpa mia, Renzi ha cercato lo scontro»

foto della notizia

«non ho più fiducia in questo governo, nelle sue scelte, nei modi che ha scelto, negli obiettivi che si è dato». Spiega Civati: «Non avrei voluto fare questo disastro nel bel mezzo della campagna elettorale, ma non è colpa mia: è stato Renzi a voler aprire lo scontro proprio nelle settimane precedenti alle elezioni».

06/05/2015 17:27 Video

Pippo Civati lascia il PD

foto della notizia

Il deputato dissidente dopo mesi di minacce annuncia di aver preso una decisione con una dichiarazione al quotidiano online Il Post: «Non ho più fiducia, non sosterrò il governo e per questo lascio il gruppo del PD».

06/05/2015 17:24

Lo Giudice: l'uscita di Civati è una sconfitta per tutti

foto della notizia

«L'uscita di Pippo Civati dal Pd pone un interrogativo enorme a tutti noi. Un partito del 40% non può non contenere al suo interno una pluralità di idee e posizioni politiche. Questo oggi il Pd non lo sta facendo e il fatto che un dirigente di valore come Civati decida di portare altrove la sua passione e le sue idee è una sconfitta per tutti i democratici». Questo il pensiero di Sergio Lo Giudice

06/05/2015 15:07

L'addio di Civati al Pd

foto della notizia

Pippo Civati lascia il gruppo del Pd: «Non ho più fiducia, non sosterrò il governo e per questo lascio il gruppo del Pd», dice il deputato in una dichiarazione a Il Post. «A un certo punto loro hanno cambiato idea».

05/05/2015 13:27

Renzi: «Siamo qui per copiare l'Alto Adige»

foto della notizia

"La formazione duale della Provincia di Bolzano, caratterizzata dall'alternanza scuola-lavoro, è il modello che vogliamo esportare nel resto d'Italia". Con queste parole il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha concluso la sua visita all'interno della Stahlbau Pichler di Bolzano, dove era accompagnato dal presidente Arno Kompatscher e dalla Giunta provinciale.

03/05/2015 17:49

Renzi: Cuperlo, il Pd è casa tua, andiamo avanti insieme

foto della notizia

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a Bologna per la chiusura della settantesima edizione della Festa nazionale dell'Unità organizzata al parco della Montagnola, ha riservato un saluto speciale a Gianni Cuperlo: «Pd che sa discutere al proprio interno ma che si riconosce come una comunità che va avanti insieme».

30/04/2015 12:53

37 i dissidenti Pd

foto della notizia

Sono 37 i deputati del Pd assenti in aula a Montecitorio, che stamattina non hanno votato la fiducia all'articolo 2 della legge elettorale per motivi di dissenso politico. Altri 5, secondo quanto si apprende, erano invece assenti giustificati.

29/04/2015 08:56

Renzi: «Se non passa, il governo va a casa»

foto della notizia

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in una lettera indirizzata al quotidiano La Stampa, dopo avere posto alla Camera la questione di fiducia sull'Italicum, ha affermato che si è trattato di «un gesto di serietà verso i cittadini» e «Se c'è bisogno di un premier che faccia melina, non sono la persona adatta», ricordando poi l'iter della legge e le modifiche che hanno portato al testo attuale

28/04/2015 17:25

Civati: «Non voto la fiducia su Italicum»

foto della notizia

Pippo Civati, deputato del Pd, membro della minoranza del partito, ha affermato che questo «E' un passaggio drammatico, non solo per me. Se non vado via io, mi cacceranno loro. Ma preferisco andare via. Vediamo, aspettiamo qualche giorno. La fiducia sull'Italicum non la voto» e ha aggiunto che «Se Berlusconi avesse messo la fiducia» sarebbe sceso già in piazza a protestare.

28/04/2015 08:29

Cuperlo: nessun agguato oggi, ma la fiducia è un errore gravissimo

foto della notizia

Gianni Cuperlo, leader di Sinistradem, rivolge un ultimo appello al premier e dà l'altolà all'ipotesi di voto di fiducia in un'intervista rilasciata a La Repubblica: «Renzi non soffi sulla brace della divisione. È offensivo sostenere che chi dissente sull'Italicum colpisce la dignità del Pd». «Dire che l'Italicum è migliorato non basta», afferma, e se passerà ci saranno tensioni e rancori.

27/04/2015 21:01

Renzi alla minoranza Pd: «Belli ciao»

foto della notizia

Il segretario rende pubblica la lettera che ha scritto ai «circoli», la base del partito per spiegare il suo «no» alla Bindi, a D’Alema e a Bersani. Voto segreto sulle pregiudiziali e si avvicina sempre di più il ricorso alla fiducia per la conta finale.

27/04/2015 16:38

Il dissidente di SEL Matarrelli: voterà sì all'Italicum

foto della notizia

Il deputato di Sel Toni Mattarelli ha annunciato di voler votare in aula alla Camera a favore dell'Italicum, in dissenso dal suo gruppo: «il testo della legge attualmente in discussione sembra rispondere con sufficiente pienezza a quelle esigenze, risultando ragionevolmente equilibrato per favorire il principio della governabilità».

> <