23 maggio 2022
Aggiornato 00:00
Corsa Quirinale

Matteo Renzi tenta il centrodestra: «Via Berlusconi ed eleggete il Presidente»

Il leader di Italia Viva è perplesso sull'idea di non partecipare al voto, ipotesi su cui ragionano Pd e M5s, perché sarebbe uno «sgarbo istituzionale» e soprattutto esporrebbe a un rischio: «E se poi lo eleggono?»

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi Foto: ANSA

Matteo Renzi prova di nuovo a sparigliare, il leader di Italia Viva evoca uno scenario di «ballottaggio» nel caso in cui Silvio Berlusconi dovesse davvero tentare la scalata al Quirinale alla quarta votazione. L'ex premier è perplesso sull'idea di non partecipare al voto, ipotesi su cui ragionano Pd e M5s, perché sarebbe uno «sgarbo istituzionale» e soprattutto esporrebbe a un rischio: «E se poi lo eleggono?». Per questo, insiste, si potrebbe valutare «la conta», appunto «il ballottaggio», una sfida che a quel punto sarebbe «Berlusconi contro tutti, più che destra contro sinistra».

Nè, chiarisce, considera realistica l'ipotesi di un «Mattarella bis», sia perché il presidente uscente ha detto di non essere disponibile, sia perché «per rieleggere un presidente bisogna che glielo chiedano tutti e al momento Matteo Salvini e Giorgia Meloni non ce li vedo che glielo chiedono». La sintesi è un chiaro invito al centrodestra: non perdete l'occasione di guidare voi la partita, fate un nome che possa raccogliere un consenso anche oltre il perimetro della coalizione.

Di fatto, un invito a mettere da parte la candidatura di Silvio Berlusconi e a presentare un nome che sia anche «di area» ma votabile anche da chi non fa parte del centrodestra. Sul Cavaliere Renzi non spiega esplicitamente la propria posizione, ma di fatto la fa capire: «Il mio Pd l'altra volta ne aveva 420, meno di quelli che ha il centrodestra oggi». Dunque, «se loro sono bravi e trovano un nome che va bene anche agli altri? Game, set, match».

Ma, gli viene fatto notare, non può essere Berlusconi, visto che gli altri dicono no. «La sua sintesi mi sembra difficilmente smentibile vista la discussione in corso?». Renzi però non chiarisce se Iv voterebbe il Cavaliere: «Quello che penso della candidatura di Berlusconi se mi chiama glielo dico chiaramente o se il centrodestra ufficializzerà lo dirò in pubblico. Su questo sono molto lucido e determinato». Di sicuro, ha aggiunto: «Trovo molto sagge le parole di Letta - Letta zio - : il clima che si era instaurato per il ricordo di David Sassoli era di grande coesione e rispetto e questo dovrebbe essere il clima per eleggere il nuovo presidente».

Il leader Iv, insomma, gioca la sua mano di poker, rilanciando mentre Pd e M5s aspettano di vedere la mossa del centrodestra. Renzi 'tenta' Matteo Salvini con la suggestione di un nome - che non sia quello di Berlusconi - indicato dal centrodestra e votato anche da altri partiti, probabilmente a cominciare da Iv e da buona parte dei centristi e che potrebbe in difficoltà il Pd e M5s.