20 maggio 2019
Aggiornato 08:00
Inchiesta Consip

Lillo: le domande che farei a Renzi

Il giornalista de Il fatto quotidiano ospite di Omnibus su La7 ha evidenziato i punti a suo dire oscuri dell'inchiesta che vede indagato il padre dell'ex premier e il ministro dello Sport, Luca Lotti

Sempre meno risorse

Le formiche sul corpo dei malati che scarnificano la sanità pubblica

Il settore sanitario deve essere trasformato, da pubblico a privato. Da gratuito a pagamento: questa è l’unica vera riforma che interessa al mercato. Perché si tratta di un settore economicamente immenso dove il settore finanziario può realizzare profitti enormi e senza pari

Scandalo Consip

Legnini: «Complotto contro Renzi? Falsificare atti è molto molto grave»

Anche per il vice presidente del Csm Giovanni Legnini le fughe di notizie sulle indagini dipendono «o dai pm o dalla polizia giudiziaria». Legnini si dice d'accordo con la tesi sostenuta dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri che sulla questione era stato molto netto.

Lotta alla criminalità organizzata

Camorra, blitz all'alba contro il clan Orlando: 30 arresti nel napoletano

Sono 28 le persone finite in carcere e quattro agli arresti domiciliari nell'ambito di un'operazione dei carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, coordinati dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Giustizia e politica

Consip, il mea culpa di Di Pietro per il Dipietrismo

L'ex magistrato ospite di Omnibus su La7 ha commentato i risvolti giudiziari dell'inchiesta della procura di Roma che hanno lambito la famiglia dell'ex premier, Matteo Renzi. Sul pm di Napoli Woodckock che ha fatto partire l'indagine: «Ha l'aggravante della buona fede, ci crede pure»

Luigi Marroni ammette incontri con Bigotti su pressione di Verdini

Consip, Romeo accusa: «Le gare? Sono tutte truccate»

Fra le carte della memoria difensiva dell'imprenditore partenopeo finito in carcere con l'accusa di corruzione c'è un esposto che dimostrerebbe l'affidamento gli appalti ad un «cartello permanente», e che ci siano «partecipazioni dubbie già riscontrate in passato»

Giustizia e politica

Consip, Renzi lancia la sua battaglia familiare: «Pena doppia per mio padre se condannato»

L'ex premier ospite di Otto e mezzo su La7 ha commentato l'inchiesta Consip che vede indagate persone a lui molto vicine: «I processi si fanno nelle aule dei tribunali, non permetteremo che si facciano sui giornali» . Il ministro dello Sport, Luca Lotti, non si deve dimettere perché è «straordinariamente onesto»

Giustizia e politica

Consip, Romeo interrogato non parla con i giudici, ma nega rapporti con Renzi

L'imprenditore campano al centro dell'inchiesta Consip si è avvalso della facoltà di non rispondere. I suoi avvocati: «Il nostro assistito afferma di non aver mai dato soldi a nessuno e di non avere mai incontrato gente legata all'entourage dell'ex presidente del Consiglio»

Inchiesta Consip e Giglio magico

Salvini: «Voteremo la sfiducia a Lotti»

La Lega Nord darà il suo Sì, ha annunciato il segretario del Carroccio, ospite di Agorà su Rai2 spiegando che il suo partito ha aderito alla proposta lanciata dal Movimento 5 stelle, «per chiedere di andare a votare prima possibile»

Giustizia e politica

Travaglio: l'affaire Consip, comunque vada, è un «treno in faccia» a Renzi

Il direttore del Fatto quotidiano, ospite di Otto e mezzo su La7: «Quello che aveva promesso di cambiare tutti i brutti vizi della politica italiana ci si è trovato con mani e piedi dentro. Cioè familismo, affarismo. Ritroviamo il padre del presidente del Consiglio fare affari con un imprenditore che fa affari con il governo»

Giustizia e politica

Matteo Renzi «sapeva dell’indagine» sulla Consip

A scriverlo è il Fatto Quotidiano che ha riportato le dichiarazioni rilasciate da Filippo Vannoni, presidente di Publiacqua società mista pubblico/privato operativa in Toscana, sentito dai pm napoletani titolari dell'inchiesta

Giustizia e politica

Lotti nei guai, il fedelissimo di Renzi indagato per l'affaire Consip

Il fedelissimo di Renzi, per cui è stato resuscitato il ministero dello Sport, è iscritto nel registro degli indagati per rivelazione di segreto e favoreggiamento. Le indagini sono della Procura di Napoli, che sta indagando su presunte tangenti alla Consip

Partito democratico

De Luca indagato per istigazione al voto di scambio

Passata la grana voto di fiducia, che ieri ha incassato 32 voti a sostegno e 17 contro, il governatore della Campania, ora deve affrontare una nuova magagna giudiziaria per le frasi pronunciate durante il celebre meeting a porte chiuse all'hotel Ramada il 15 novembre scorso

Lotta alla camorra

Favorirono la latitanza del boss Zagaria: 4 arresti

Quattro persone ritenute organiche al clan dei casalesi, fazione Zagaria, sono state arrestate questa mattina in un'operazione svolta da polizia di Caserta e carabinieri del Ros, su indagini coordinate dalla Dda di Napoli.

Indagine dei Carabinieri

Rapine ai tir: 31 arresti tra Salerno e Caserta

Con tecniche di tipo paramilitare bloccavano il tir da rapinare e, sotto la minaccia delle armi, costringevano l'autista a seguirli a bordo dei loro autoveicoli per lasciarli, poi, in aperta campagna, a centinaia di chilometri dal luogo del «colpo»

Cala sipario dopo oltre un anno e mezzo

Compravendita senatori, Berlusconi condannato

Con la condanna a tre anni di reclusione per l'ex premier Silvio Berlusconi e per l'ex direttore de L'Avanti Valter Lavitola si chiude una pagina giudiziaria che ha portato la vicenda agli onori della cronaca non solo nazionale, ma anche internazionale.

L'ex Premier condannato

Berlusconi: «Sentenza politica». Prodi: «Danno alla democrazia»

Il leader di Forza Italia: «Ho piena fiducia negli italiani nella capacità di comprendere quale persecuzione giudiziaria sia stata scatenata contro di me per cercare di ledere la mia immagine di protagonista della politica». Storace: «Da oggi va denunciato chiunque cambia schieramento»

La sentenza del Tribunale di Napoli

Comprò i senatori: 3 anni a Berlusconi e Lavitola

La prima sezione penale del tribunale partenopeo ha, dunque, accolto la tesi avanzata dalla Procura che aveva chiesto, per l'ex presidente del Consiglio, cinque anni di reclusione e quattro anni e quattro mesi per l'ex direttore del quotidiano L'Avanti. Il reato contestato a entrambi gli imputati è concorso in corruzione.

Calcioscommesse

Iodice: «Lotito dovrebbe dimettersi»

Il dg dell'Ischia autore della registrazione della telefonata: «Credo che Lotito, in una situazione come questa, se avesse un minimo di coscienza sicuramente dovrebbe dimettersi non dico da presidente della Lazio, ma dalla carica istituzionale di Consigliere Federale»

Scandalo calcioscommesse

Tavecchio sentito dalla Procura di Napoli

Il presidente della Figc è stato ascoltato dalla Procura di Napoli in qualità di persona informata sui fatti che hanno determinato le perquisizioni in corso per il nuovo filone di calcioscommesse della Lega Pro. Perquisite sede Lazio, casa e uffici Lotito

Legacoop annuncia che denuncerà il vicecapogruppo M5s alla Camera

Di Maio: ci vuole un tribunale nazionale per la corruzione

Il M5s ha presentato in procura un esposto in cui ha ricostruito i rapporti tra coop, politica e criminalità sull'ultima inchiesta sulla metanizzazione di Ischia. E ha chiesto che una procura nazionale si occupi esclusivamente dei fenomeni di corruzione che stanno letteralmente sconquassando il nostro Paese, mettendo queste vicende sotto l'occhio dei riflettori.

Inchiesta Procura Napoli su lavori di metanizzazione sull'isola

Bufera giudiziaria su Ischia: arrestato per tangenti sindaco

Nove le persone arrestate: otto finite in carcere e una ai domiciliari oltre a due obblighi di dimora. In manette anche il sindaco di Ischia, Giuseppe Ferrandino, noto a tutti come Giosi.

Monete false e prostituzione nella città partenopea

Napoli: capitale mondiale dei falsari

I carabinieri del Comando antifalsificazione monetaria e quelli dei Comandi provinciali di Napoli e Caserta hanno eseguito un provvedimento cautelare emesso dal gip di Napoli, su richiesta della Procura Distrettuale Partenopea, nei confronti di 56 persone accusate di produrre monete false.

Disordini Coppa Italia

Arrestato «Genny a carogna»

Secondo quanto si è appreso a Gennaro De Tommaso vengono contestati reati da stadio, in relazione a quanto avvenuto in occasione della finale di coppa Italia del 3 maggio scorso. L'inchiesta è coordinata dai pm Eugenio Albamonte ed Antonino Di Maio della Procura di Roma.

Politica & Giustizia

Berlusconi rischia l'affidamento

La Procura di Napoli sta valutando l'ipotesi di aprire un procedimento a carico di Silvio Berlusconi per il reato di oltraggio a magistrato in udienza dopo le frasi pronunciate dall'ex Cavaliere ieri nell'aula 219 del Tribunale partenopeo. Cicchitto: «Le parole del leader di Forza Italia sui Magistrati non sono perseguibili»

Corruzione

Indagato per corruzione il generale della Gdf Vito Bardi

Il comandante in seconda dei baschi verdi è finito nel mirino della Procura di Napoli. Nella stessa inchiesta è stato arrestato il comandante della Finanza di Livorno, Massimo Mendella

Corruzione

Livorno: arrestato il comandate della Gdf

Il colonnello Fabio Massimo Mendella, è finito in manette, insieme al commercialista napoletano Pietro De Riu, con l'accusa di concorso in concussione per induzione e rivelazione del segreto d'ufficio

Mafie

«Le rotte delle ecomafie sono cangianti, il rifiuto è mobile»

Donato Ceglie, sostituto procuratore di Napoli, da anni impegnato nella lotta alle ecomafie, ha commentato a Prima di tutto su Radio 1, il fenomeno delle infiltrazioni mafiose nelle bonifiche delle aree inquinate dai rifiuti

Truffe

Napoli: 11 falsi invalidi arrestati

Timbri e verbali di accertamento di invalidità falsificati dell'Asl Na1hanno portato all'erogazione di pensioni di invalidità non dovute per un ammontare complessivo di circa 600mila euro

Lotta alla criminalità

Camorra, arrestato Antonio Lo Russo

Antonio Lo Russo, figlio del boss Salvatore, boss dell'omonimo clan dei «Capitoni» e ora collaboratore di giustizia, era latitante da maggio 2010 quando sfuggì alla notifica di una misura restrittiva per associazione di stampo camorristico

Lotta alla criminalità organizzata

Manette ai fratelli Cosentino

Antonio, l'ex deputato del Pdl Nicola e Giovanni sono finiti in carcere per ordine della Procura di Napoli con l'accusa di estorsione e concorrenza sleale, ricorrendo sistematicamente al metodo mafioso

Napoli

In manette due top manager di Finmeccanica

L'ex capo delle relazioni esterne Lorenzo Borgogni e Stefano Carlini, ex direttore operativo della Selex Service Management sono finiti agli arresti domiciliari, con l'accusa di associazione per delinquere e corruzione, nell'ambito dell'indagine su presunte tangenti e appalti truccati per il sistema di tracciabilità dei rifiuti denominato Sistri

Berlusconi sexy-gate | Caso Lavitola-Tarantini

Pena ridotta della metà a Valter Lavitola

L'ex direttore dell'Avanti era stato condannato a 2 anni e 8 mesi in primo grado, diventati 16 mesi in appello, per aver estorto denaro a Silvio Berlusconi. Attualmente stà scpontando la sua pena al Regina Coeli, dopo aver violato le prescrizione degli arresti domiciliari

Dichiarazione spontanea dell'ex direttore in carcere

Lavitola: A Berlusconi chiesi un prestito

La difesa durante l'interrogatorio di garanzia in seguito alla nuova ordinanza di custodia cautelare che lo vede indagato per una presunta estorsione ai danni dell'ex premier al quale, secondo i pm, avrebbe chiesto denaro per evitare dichiarazioni sul caso Tarantini e le escort

Scandali vaticani

Ior, Gotti Tedeschi non è indagato per riciclaggio

Materiale sequestrato e non consegnato. Appunti di lavoro che contenevano elementi utili per controbattere alle accuse che gli erano state fatte quando è stato sfiduciato nel suo ruolo di Presidente dello Ior

Scandali vaticani

Memoriale Gotti Tedeschi: Se mi ammazzano cercate qui

E' quanto scrive oggi «Il Fatto quotidiano» dando conto del fatto che martedì scorso una copia del dossier sullo Ior è stata trovata dai carabinieri del Noe nell'abitazione di Gotti

Decreto Liberalizzazioni | La protesta

A Napoli denunciati 441 tassisti

Interruzione di pubblico servizio dopo piazza del Plebiscito occupata per manifestare contro le liberalizzazioni del settore volute dal governo Monti