21 novembre 2019
Aggiornato 14:00
Giustizia e politica

Matteo Renzi «sapeva dell’indagine» sulla Consip

A scriverlo è il Fatto Quotidiano che ha riportato le dichiarazioni rilasciate da Filippo Vannoni, presidente di Publiacqua società mista pubblico/privato operativa in Toscana, sentito dai pm napoletani titolari dell'inchiesta

ROMA – L'ex premier, Matteo Renzi «sapeva dell’indagine» sulla Consip, la centrale di acquisto della Pubblica amministrazione, in cui sarebbe indagato un suo fedelissimo, il ministro dello Sport, Luca Lotti, per rivelazione di segreto e favoreggiamento. A scriverlo è il Fatto Quotidiano che ha riportato le dichiarazioni rilasciate da Filippo Vannoni, presidente di Publiacqua società mista pubblico/privato operativa in Toscana, sentito dai pm napoletani titolari dell'inchiesta.

Quella bonifica sospetta
La notizia potrebbe aggravare la posizione di Lotti, che sarebbe accusato proprio di aver «spifferato» quello che sapeva sull'indagine su Consip. In particolare avrebbe avvertito il suo amico Luigi Marroni, ex assessore alla sanità della Regione Toscana, promosso sotto il governo Renzi ai vertici della Consip, delle attenzioni della Procura di Napoli sull'azienda. Che Marroni fosse stato avvertito lo avrebbe ammesso lui stesso davanti ai magistrati partenopei, che gli avrebbero contestato di aver fatto bonificare i propri uffici da microspie in seguito al consiglio di qualche ben informato.

Indagati eccellenti
Nelle carte dell'indagine ci sarebbero anche altri nomi eccellenti, come quello del generale dei carabinieri Emanuele Saltalamacchia, comandante della Legione Toscana anche lui dato molto vicino al segretario del Partito democratico, indagato per le stesse ipotesi di reato di Lotti e del comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Tullio Del Sette.

Gli appalti di Romeo
L'inchiesta verterebbe sulle pressioni esercitate dall'imprenditore napoletano, Alfredo Romeo, sul dirigente Consip, Marco Gasparri, per far affidare ad aziende vicino al suo gruppo gli appalti che riguardavano il Facility management (Fm4) indetto da Consip nel 2014 per l’affidamento dei servizi gestionali di uffici pubblici, università e centri di ricerca.