Salvini: «Voglio vedere in faccia i giudici che lasciarono libero il terrorista di Londra»

Duro attacco alla magistratura da parte del leader della Lega nord in diretta Facebook dalla spiaggia di Civitanova Marche, che prima ha criticato la Cassazione per aver chiesto la scarcerazione del boss mafioso Totò Riina per motivi di salute e poi il tribunale di Bologna per non aver incarcerato il killer della capitale britannica, nonostante fosse stato fermato l'anno scorso a Bologna

Berlusconi: «Ringrazio i magistrati imparziali, trionfa la verità»

Ha trionfato la verità e per questo oggi è «una bella giornata per la politica, per la giustizia, per lo stato di diritto». Così Silvio Berlusconi dichiara all'indomani dell'assoluzione del processo Ruby, che aveva tenuto col fiato sospeso il Cav e tutto il partito. Silvio Berlusconi ringrazia la magistratutra e sostiene che è ora di costruire con Forza Italia e il centrodestra un Paese più libero

Caso Ruby: è arrivato il giorno del giudizio

Il processo Ruby approda in Cassazione. Per Silvio Berlusconi si prospetta è il giorno del giudizio. Ancora una volta la sentenza di un Tribunale avrà ripercussioni sugli assetti politici del Paese. E ancora una volta il destino dell'uomo che per oltre 20 anni è stato protagonista dello scenario politico italiano appare legato con un filo diretto all'esito di una vicenda giudiziaria.

Stasi condannato a 16 anni in appello

Una condanna che arriva esattamente 5 anni dopo il verdetto di primo grado, emesso dal gup di Pavia il 17 dicembre 2009. Stasi era stato successivamente assolto anche in appello con una sentenza annullata dalla Cassazione. Stasi in aula: «Sono innocente».

«Caso Ruby, Berlusconi deve essere condannato»

Il sostituto procuratore generale di Milano Piero De Petris ha presentato ricorso davanti alla Corte di Cassazione contro la sentenza di assoluzione per Silvio Berlusconi nel processo Ruby emessa dai giudici di secondo grado lo scorso 18 luglio. Toti: «Era ampiamente previsto e ampiamente non è giusto».

In Commissione a rischio il processo Eternit

La richiesta del procuratore generale, fatta davanti alla Corte di Cassazione di annullare la sentenza di appello del processo Eternit per prescrizione, per il Wwf «è un pericolosissimo cavallo di Troia, che rischia di inficiare tutti i prossimi processi che si faranno in Italia per disastro ambientale».