26 giugno 2019
Aggiornato 11:30
Berlusconi sexy-gate

«Caso Ruby, Berlusconi deve essere condannato»

Il sostituto procuratore generale di Milano Piero De Petris ha presentato ricorso davanti alla Corte di Cassazione contro la sentenza di assoluzione per Silvio Berlusconi nel processo Ruby emessa dai giudici di secondo grado lo scorso 18 luglio. Toti: «Era ampiamente previsto e ampiamente non è giusto».

MILANO - Il sostituto procuratore generale di Milano Piero De Petris ha presentato ricorso davanti alla Corte di Cassazione contro la sentenza di assoluzione per Silvio Berlusconi nel processo Ruby emessa dai giudici di secondo grado lo scorso 18 luglio. Il documento è stato depositato questa mattina. Giovanni Toti, nel corso del No tax day organizzato a Milano da Forza Italia, ha commentato la notizia sostenendo che «era ampiamente previsto». Alla domanda se sia giusto, poi, Toti ha risposto: «Ampiamente no».

ENNESIMA OPERA DI DENIGRAZIONE - Duro anche il commento di Luca D'Alessandro, segretario di Forza Italia della commissione Giustizia della Camera: «Ancora una volta la magistratura inquirente milanese conferma di essere più attenta all'impatto mediatico che alla reale fondatezza dei processi. E' davvero sorprendente che la notizia del ricorso in Cassazione contro l'assoluzione di Silvio Berlusconi nel processo Ruby venga diffusa nel giorno in cui Forza Italia e il suo presidente sono impegnati in un'importante manifestazione contro le tasse. Ancor più sorprendente - prosegue D'Alessandro - che tutto ciò accada di sabato, quando gli uffici giudiziari solitamente sono chiusi per tutti i cittadini italiani tranne che per la persecuzione a Berlusconi stesso. Queste circostanze rappresentano la prova plastica che siamo di fronte all'ennesima opera di denigrazione e di delegittimazione, studiata scientificamente a tavolino in modo da dare più clamore possibile ad atti che, per quanto attesi (visti i comportamenti ventennali della Procura milanese nei confronti di Berlusconi), avrebbero avuto maggiore giustificazione se fossero avvenuti in un giorno feriale».