13 novembre 2019
Aggiornato 20:00
Il Cav pronto a ricostruire il centrodestra dopo l'assoluzione

Berlusconi: «Ringrazio i magistrati imparziali, trionfa la verità»

Ha trionfato la verità e per questo oggi è «una bella giornata per la politica, per la giustizia, per lo stato di diritto». Così Silvio Berlusconi dichiara all'indomani dell'assoluzione del processo Ruby, che aveva tenuto col fiato sospeso il Cav e tutto il partito. Silvio Berlusconi ringrazia la magistratutra e sostiene che è ora di costruire con Forza Italia e il centrodestra un Paese più libero

ROMA - «Finalmente la verità. Oggi è una bella giornata per la politica, per la giustizia, per lo stato di diritto. Non avendo mai avuto nulla da rimproverarmi, ero certo che le mie ragioni sarebbero state riconosciute». E' quanto afferma in una nota Silvio Berlusconi in seguito alla sentenza d'assoluzione definitiva della Cassazione per il processo Ruby. «Rimane però - prosegue il leader di Fi - il rammarico per una vicenda che ha fatto innumerevoli danni non solo a me, alla mia famiglia e alle altre persone innocenti coinvolte, ma a tutti gli italiani, alla vita pubblica del nostro Paese e alla nostra immagine nel mondo».

RISPETTO PER LA MAGISTRATURA - «Ringrazio naturalmente i magistrati che hanno fatto il loro dovere senza farsi condizionare dalle pressioni mediatiche e dagli interessi di parte. Quello che in altri Paesi sarebbe scontato in Italia è una prova di coraggio e di indipendenza che merita rispetto e ammirazione». Silvio Berlusconi, in una nota di commento alla sentenza d'assoluzione definitiva della Cassazione per il processo Ruby, riserva ampio spazio ai ringraziamenti, dei quali sono destinatari anche i magistrati. «Ringrazio gli avvocati che mi hanno assistito - ha aggiunto il leader di Fi -, le persone care, i miei amici e collaboratori che mi sono stati vicini e mi hanno sostenuto in questi anni. Ringrazio i leader politici di tutto il mondo, e i milioni di italiani di tutte le fedi politiche, che mi hanno testimoniato stima e rispetto e che non hanno creduto al fango che è stato gettato addosso alla mia persona ma anche alle istituzioni della Repubblica». «Ora, archiviata anche questa triste pagina, sono di nuovo in campo per costruire, con Forza Italia e con il centrodestra, un'Italia migliore, più giusta e più libera», conclude il leader di Forza Italia. 

CARFAGNA: CONDANNA A USO POLITICO DELLA GIUSTIZIA - «La sentenza della Cassazione segna la fine di un calvario umano e giudiziario durato 5 anni. Ma non solo. L'assoluzione di ieri rappresenta la prova più evidente a sostegno della tesi di chi, come Forza Italia, da sempre denuncia lo spregiudicato uso politico della giustizia fatto da una parte deviata della magistratura». Lo scrive in una nota Mara Carfagna, portavoce alla Camera di Forza Italia. «L'assoluzione di Berlusconi - aggiunge Carfagna - è una sentenza di condanna in via definitiva per chi fa e ha fatto della giustizia un uso politico. Adesso ci aspettiamo che chi ha sbagliato paghi. Nel frattempo rinnovo l'augurio a Berlusconi per una sentenza che, comunque, non lo potrà risarcire del danno subito ma che rappresenta per tutti noi un grande motivo di gioia».