19 novembre 2018
Aggiornato 16:09

L'FMI spera nell'«autoguarigione» del sistema bancario nazionale

L’FMI torna a bacchettare l’Italia, in modo particolare banche italiane sul problema delle sofferenze, sottolineando come tale spina nel fianco freni la crescita del Pil. L’Fmi cita anche il problema della bassa redditività degli istituti, altro fattore che frena l’economia italiana.

Perchè scegliere il mobile banking

La rivoluzione digitale sta coinvolgendo anche il rapporto tra l'utente e le banche. Secondo l'indagine realizzata dal consorzio Abi Lab in collaborazione con la School of management del Politecnico di Milano la carta vincente è la centralità del cliente

Il «mobile banking» cresce del 15% nel 2015

Nel 2015 è avvenuto il sorpasso delle connessioni in mobilità degli italiani rispetto a quelle con personal computer, a dimostrazione di come, con la forte diffusione di smartphone e tablet, la vita digitale degli italiani si sia spostata sempre di più sui dispositivi mobili.

Banche, la guida Abi-Consumatori sul bail-in

Le nuove regole - comuni a tutti Paesi dell'Unione Europea - hanno l'obiettivo di limitare la probabilità che si verifichino crisi bancarie e, nel caso si manifestino, di attenuarne gli effetti.

Pagamenti online, da oggi si può usare anche il bancomat

Lo annuncia la Banca del Piemonte in un comunicato specificando che l'operazione, avvenuta con pieno successo, segna un nuovo primato tecnologico e l'avvio di un'altra rilevante funzionalità che verrà rilasciata nei prossimi mesi a tutti i 34 milioni di carte Bancomat/Pagobancomat

Renzi: «Stiamo pensando a una bad bank»

Nei primi tre mesi del 2015 i dati raccolti dall'Abi descrivono una lieve ripresa del mercato bancario italiano, con un aumento dei finanziamenti concessi alle famiglie per l'acquisto delle abitazioni. E anche il premier, Matto Renzi, assicura che il governo sta pensando a una soluzione per ridurre le sofferenze bancarie, in modo da concedere ulteriori margini di manovra agli istituti di credito.

In attesa di Draghi, l'ABI chiede regole certe in UE

Cambio di rotta con l'euro di nuovo in calo sul mercato dei cambi, sempre vicino ai minimi da 12 anni sul dollaro in attesa degli esiti del Consiglio direttivo della Bce. Misure concrete dall'istituzione di Francoforte non sono attese, ma l'Abi chiede regole certe per le banche dell'Eurozona.

TFR, al via gli anticipi in busta paga

I lavoratori dipendenti interessati a chiedere l’anticipo del Tfr in busta paga possono farlo da venerdì 3 aprile. Lo ricorda la Fondazione studi Consulenti del Lavoro ipotizzando l’applicazione della misura sulla Quir (la quota mensile del Tfr anticipata) per le quote maturate a partire da marzo, anche se la richiesta è stata presentata dopo l’entrata in vigore del decreto.

Bancari, accordo su rinnovo contratto

Raggiunto nella notte l'ipotesi di accordo tra Abi e sindacati sul rinnovo del contratto nazionale degli oltre 309mila lavoratori bancari. L'accordo sarà sottoposto alle assemblee dei lavoratori, che dovranno concludersi entro il 15 giugno. Aumento medio a regime di 85 euro.

Cosa prevede l'ipotesi di accordo sul contratto dei bancari

Dopo serrate trattative e due scioperi nazionali, è stata siglata alle cinque di questa mattina da Abi e le 8 sigle sindacali del credito l'ipotesi d'accordo per il rinnovo del contratto nazionale dei lavoratori bancari, che sarà valido fino al 31 dicembre 2018 e che verrà sottoposto all'approvazione delle assemblee dei lavoratori.

Padoan: «Il sistema ha bisogno di una bad bank»

Il Ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha rilanciato l'idea di una bad bank italiana, per alleggerire le nostre banche dal peso dei loro crediti deteriorati. Ma quali sono i rischi di un intervento del genere, e come dovrebbe concretizzarsi? L'esempio spagnolo non è facilmente replicabile in Italia.

Visco apre alla «bad bank»

Il governatore di Bankitalia tuttavia pone una serie di condizioni per realizzare lo strumento con l'intervento pubblico. Giudizi favorevoli alla bad bank dal mondo dei banchieri.

Berlino non ha più scuse

L'avvocato generale presso la Corte di giustizia europea, Cruz Villalon, ha definito «compatibile» con lo statuto della Bce il passato programma Omt sugli acquisti di emergenza di titoli di Stato. Un duro colpo alle posizioni del governo tedesco, da sempre contrario al piano di quantitative easing (che comprenda anche emissioni pubbliche) che Draghi vorrebbe avviare al più presto

Abi: nel 2014 i mutui per la casa cresciuti del 31,2%

Dal campione composto da 84 banche, che rappresenta circa l'80% della totalità del mercato, è emerso che tra gennaio e novembre l'ammontare delle erogazioni di nuovi prestiti è stato pari a 22,465 miliardi di euro rispetto ai 17,123 miliardi dello stesso periodo del 2013

BCE, si avvicina il quantitative easing

Nell'Eurozona, dove dominano politiche restrittive di bilancio inchiodate sul limite del 3% nel rapporto deficit/Pil, l'allentamento quantitativo poggia, al momento, su una sola gamba, quella dell'offerta, con il rischio di trasformarsi, in assenza di politiche a sostegno della domanda, in un'anatra zoppa.

«Le contraddizioni interne all'Europa rischiano di esplodere»

Lo ha affermato il presidente dell'ABI, Antonio Patuelli, secondo cui «dal 4 novembre stiamo vivendo una fase nuova: il passo in avanti realizzato con l'unione bancaria pone interrogativi molto stringenti. La moneta unica, l'unione doganale e la vigilanza bancaria unica da sole sono zoppe e, se rimangono così ancora a lungo, le contraddizioni esploderanno».