20 ottobre 2019
Aggiornato 18:00
Banca Unica

Banche sempre più grandi, Ubi Banca verso la fusione con le 7 Banche Rete

Il progetto di “Banca unica” sta per diventare realtà. L'assemblea straordinaria degli Azionisti, per ottenere il via libera alla fusione, è stata convocata per il 14 ottobre. Solo lo scorso 5 settembre, Ubi Banca aveva effettuato la sua ultima emissione

MILANO – Un altro passo in avanti verso la "banca unica». Oggi il Consiglio di gestione e quello di sorveglianza di Ubi Banca si sono riuniti per definire l'iter procedurale del progetto. E per il 14 ottobre è stata convocata l'assemblea straordinaria degli azionisti.

Il progetto di «Banca unica»
Il progetto di «banca unica» sta per diventare realtà. Il Consiglio di gestione e quello di sorveglianza di Ubi Banca oggi si sono riuniti, dopo il via libera della Banca d'Italia, per definire l'iter procedurale societario che porterà alla realizzazione di una gigantesca fusione. Nella Capogruppo UBI Banca confluiranno, infatti, altre sette Banche Rete: Banca Regionale Europea, Banca Popolare Commercio e Industria, Banca Carime, Banca Popolare di Ancona, Banca Popolare di Bergamo, Banco di Brescia San Paolo CAB e Banca di Valle Camonica.

L'assemblea straordinaria è stata convocata a ottobre
Secondo le modalità e i termini previsti dalla normativa vigente, Ubi Banca procederà quindi alla pubblicazione dell'avviso di convocazione dell'Assemblea straordinaria degli Azionisti per l'approvazione della Fusione e per le ulteriori deliberazioni alla stessa connesse o relative, che è già prevista per il 14 ottobre 2016, alle ore 14:30. Durante l'assemblea, i competenti organi delle Banche Rete assumeranno le proprie deliberazioni in merito alla Fusione.

L'ultima emissione di Ubi Banca
Come avevamo già avuto modo di sottolineare, la governance di Ubi Banca ritiene che il sistema bancario italiano debba portare avanti un processo di aggregazione dei suoi istituti in modo da competere con i colossi del credito internazionale. Inoltre, vale la pena ricordare che solo lunedì scorso, il 5 settembre, Ubi Banca aveva effettuato «con successo» un'emissione di obbligazioni bancarie garantite a 10 anni a tasso fisso per 1 miliardo di euro a valere sul Programma covered bond da 15 miliardi di euro del gruppo e garantito da Ubi Finance. La data di scadenza è fissata al 14 settembre 2026 e la cedola è pari allo 0,375%. Il prezzo finale è stato invece fissato a 99,084%. L'emissione ha visto la partecipazione di circa 70 investitori istituzionali per un totale di richieste pari circa 1,4 miliardi di euro.