25 maggio 2019
Aggiornato 12:30
Viaggio di 2 giorni in Egitto e Tunisia, tema centrale i migranti

Merkel al Cairo, stretta di mano con il generale Al-Sissi

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha iniziato dal Cairo una missione di due giorni in Egitto e in Tunisia, per parlare di migranti, Libia e cooperazione economica

Condanna unanime dell'attacco

Strage di cristiani copti al Cairo

L'attentato non è al momento stato ancora rivendicato. I copti costituiscono circa il 10% della popolazione egiziana e sono stati spesso vittime di discriminazioni e persecuzioni da parte della maggioranza musulmana. Nell'esplosione altre 31 persone sono rimaste ferite, secondo il ministero della Salute.

L'esclusiva della Reuters

Regeni, «in mano alla polizia prima di morire»

Giulio Regeni sarebbe stato fermato dalla polizia egiziana il 25 gennaio, giorno della sua scomparsa. L'indiscrezione, già sostenuta dal New York Times a febbraio, giunge in un'esclusiva dell'agenzia stampa Reuters e proverrebbe da alcune fonti anonime degli apparati egiziani

Gabriel in Egitto per la terza volta in un anno

Caso Regeni, la gaffe del vice della Merkel: «Al Sisi? Un presidente eccezionale»

Oltre al presidente francese Francois Hollande, ieri al Cairo c'era anche il vicecancelliere tedesco, il socialdemocratico Sigmar Gabriel. Ricevuto dal presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi, il ministro dell'Economia tedesco ha detto in conferenza stampa nel palazzo presidenziale: 'Trovo che abbiate un presidente eccezionale'. E il caso Regeni?

E se avesse ragione al-Sisi?

La strumentalizzazione del caso Regeni e le vere «mire» dell'Occidente

Ci sono tante, troppe cose nel tragico caso Regeni che non quadrano. Al punto da far pensare che la «condanna» sommaria, perpetrata dai media occidentali, dell'ex amico al-Sisi nasconda dell'altro. Ecco gli incredibili retroscena di una vicenda che è ancora lontana dall'essere chiarita

La seconda parte della lunga intervista su La Repubblica

Al Sisi avverte l'Italia: «In Libia rischiate un'altra Somalia»

Nella seconda parte della sua intervista a La Repubblica il presidente egiziano al Sisi mette in guardia da un intervento del nostro paese in Libia. Senza un exit strategy, dice, l'Italia rischia di trovarsi impantanata in un'altra Somalia

Un governo tutt'altro che moderato

Se la morte di Regeni ci apre gli occhi sull'Egitto di al-Sisi

Pensavamo che, spazzando via gli islamisti, la situazione in Egitto si sarebbe risolta. Ma la morte di Giulio Regeni potrebbe fare ciò che non ha potuto neanche la tragedia dell'aereo russo nel Sinai: dimostrarci che l'Egitto di al-Sisi non è affatto il Paese sicuro che credevamo

Una brutta storia

Di Maio: «Giulio Regeni come i marò»

«Ancora una volta il governo Renzi preferisce gli interessi economici alla verità sull'omicidio», attacca il vicepresidente della Camera ed esponente del Movimento 5 stelle su Facebook

Per Mosca l'Airbus della Metrojet precipitato per attentato

Schianto dell'airbus russo, Putin e al Sisi decidono un coordinamento 007

Il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo egiziano Abdel Fattah al Sisi hanno raggiunto uno stretto coordinamento dei loro servizi segreti, dopo l'annuncio da parte di Mosca che lo schianto di un aereo russo nel Sinai lo scorso 31 ottobre è stato causato da un attentato

Stretta sui media

Egitto, approvata legge antiterrorismo, severa anche con i giornalisti

Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha ratificato una legge antiterrorismo che prevede la pena di morte per quanti sono riconosciuti colpevoli di guidare gruppi terroristici o di finanziare attentati,ma anche multe salate per i giornalisti che riportano notizie false

Opera conclusa in meno di un anno

Egitto, inaugurato il nuovo canale di Suez

Ieri si è tenuta l'inaugurazione del nuovo canale di Suez, opera mastodontica costata 9 miliardi di euro e realizzata in meno di un anno. Che, nei progetti del presidente al Sisi, porterà allo sviluppo dell'intera regione

Presidente: progetto concluso sotto la minaccia del terrorismo

Il nuovo Canale Suez, un dono dell'Egitto al mondo

Secondo il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi, il Nuovo Canale di Suez è solo il primo delle migliaia di passi che l'Egitto è chiamato a compiere, ed è un dono dell'Egitto al mondo per il bene dell'umanità, compiuto nonostante la minaccia terroristica

Stato Islamico

Il Cairo prepara attacco di terra a Derna contro l'Isis

Secondo Debka, l'attacco di terra a Derna dovrebbe avvenire a giorni, in contemporanea a un'altra operazione antiterrorismo che il presidente egiziano intende lanciare nel Sinai con la collaborazione del Generale Haftar, appena nominato comandante dell'esercito libico.

L'analisi del Responsabile dell'Osservatorio sul Terrorismo dell'ISPI Arturo Varvelli

Libia, perché la guerra all'Isis è meglio non farla

L'Onu boccia l'intervento armato perché, dice, esistono ancora gli spazi e i tempi per tentare la strada della pace. Varvelli: «L'azione militare potrebbe essere controproducente senza prima un cessate il fuoco»

Un'analisi della situazione reale nel Paese

Libia, l'Isis è davvero così forte?

Nonostante un impatto mediatico molto forte, in realtà i numeri smentiscono la radicalizzazione dei nuovi jihadisti sul territorio libico. L'Italia cosa farà?

Ore di tensione, cosa farà l'Italia?

Libia, la guerra all'Isis sarebbe il sucidio politico di Renzi?

Dopo il bombardamento egiziano di obiettivi dell'Isis in Libia, il presidente Sisi chiede a gran voce una reazione internazionale. E telefona a Renzi per capire insieme quali azioni mettere in campo

Mosca ha firmato con l'Egitto per una centrale atomica

Nell'intesa fra Putin e il Cairo rispunta il nucleare

La richiesta di cooperazione in campo energetico è arrivata dal presidente egiziano Addel-Fattah al-Sisi, durante l'incontro con il suo omologo russo. E' stato rispolverato il progetto per costruire un impianto da 4mila megawatt a El-Dabaa sulla costa mediterranea del Paese. Il primo accordo con Mosca risale al 2008

L'esito della visita del presidente russo al Cairo

Putin in Egitto, un eroe dei nostri tempi

Accolto come un re, il capo del Cremlino ha rafforzato i suoi legami con Sisi e ha dato un segnale forte all'Occidente: il suo potere non vacilla affatto, anzi. Al di là dell'Europa c'è chi fa di tutto per accaparrarsi il suo appoggio

Il Cremlino viaggia verso il Cairo

Putin cerca alleati in casa di Obama

Il 9 e 10 febbraio il presidente russo sarà in Egitto su invito del suo omologo, Abdel Fattah al Sissi. Nei giorni scorsi invece Mosca è stata «corteggiata» dalla Libia, che ha richiesto aiuto per addestrare e armare il suo esercito. Poi bisogna ricordare l'avvicinamento con Atene, i buoni rapporti con Roma e l'incontro con il presidente venezuelano Maduro.

Processo Mubarak

Al-Sisi: «L'Egitto guarda a futuro»

Dopo l'archiviazione delle accuse di complicità in omicidio e corruzione nei confronti dell'ex presidente Hosni Mubarak: lo ha dichiarato il Capo dello Stato egiziano, Abdel Fatah al-Sisi. Intanto gruppo terroristico legato all'Isis rivendica uccisione di un americano.

Asse Russia-Egitto

Putin corre ai ripari dopo il blocco dell'import dai paesi UE

Dalle armi all'agricoltura: la Russia che da mesi lavora per riportare l'Egitto nella sua orbita come grande cliente dell'industria militare, sulla scia della battaglia a colpi di sanzioni con l'Occidente ora rilancia e punta a una immediata accelerata del commercio con il Paese nordafricano, in particolare di frutta e verdura. Putin riceve Al Sisi a Sochi: «Rafforzare cooperazione».

La crisi israelo-palestinese

Gaza, distruzione tunnel Hamas quasi completata

Entro le prossime 24 ore l'esercito israeliano sarà in grado di annunciare la distruzione di tutti i tunnel che collegano la Striscia di Gaza la territorio dello Stato ebraico: è quanto scrive il quotidiano israeliano Ha'aretz.

La crisi libica

Al Sisi a Renzi: «Il disastro libico è colpa dell'UE»

Il Presidente egiziano al premier italiano: «Responsabilità morale di comunità internazionale e UE verso Libia». L'ambasciatore di Gran Bretagna in Libia ha annunciato ieri notte di aver deciso di lasciare il Paese e la sospensione delle attività dell'ambasciata di Tripoli a causa della crescente insicurezza nella capitale libica.

Egitto | Presidenziali 2014

Seconda giornata di voto per gli egiziani

Le urne, che sono state chiuse ieri alle 20 ora italiana, riapriranno alle 8 del mattino. In totale, sono 53 milioni le persone aventi diritto di voto: i risultati definitivi dovrebbero essere annunciati entro il 5 giugno prossimo.

Presidenziali 2014

Egiziani alle urne, al Sisi favorito

Uomo forte del Cairo e protagonista della deposizione dell'ex capo dello Stato Mohamed Morsi. Per la maggioranza degli egiziani, proprio al Sisi è l'uomo che potrà garantire stabilità all'Egitto dopo tre anni di «caos» e di crisi economica seguita alla rivolta popolare del 2011 contro Hosni Mubarak.

Relazioni internazionali

Egitto: Putin sostiene la candidatura Sisi

«E' una decisione responsabile», ha detto il capo del Cremlino, ricevendo l'uomo forte dell'Egitto che si trova a Mosca per incontri e negoziati su forniture di armi