29 luglio 2021
Aggiornato 18:30
Presidenziali 2014

Egiziani alle urne, al Sisi favorito

Uomo forte del Cairo e protagonista della deposizione dell'ex capo dello Stato Mohamed Morsi. Per la maggioranza degli egiziani, proprio al Sisi è l'uomo che potrà garantire stabilità all'Egitto dopo tre anni di «caos» e di crisi economica seguita alla rivolta popolare del 2011 contro Hosni Mubarak.

IL CAIRO - Gli egiziani sono chiamati alle urne oggi e domani per eleggere il nuovo presidente, dopo settimane segnate da manifestazioni sfociate in episodi di violenza che hanno fatto numerose vittime e feriti: grande favorito della vigilia è l'ex capo delle forze armate Abdel Fattah al Sisi, uomo forte del Cairo e protagonista della deposizione dell'ex capo dello Stato Mohamed Morsi.

Per la maggioranza degli egiziani, proprio al Sisi è l'uomo che potrà garantire stabilità all'Egitto dopo tre anni di «caos» e di crisi economica seguita alla rivolta popolare del 2011 contro Hosni Mubarak. Ma per i suoi detrattori, con la sua elezione l'esercito confermerà di avere ripreso il contro del paese, perseguendo la strada dell'autoritarismo.

Secondo alcune organizzazioni per i diritti umani, l'attuale governo ad interim è già più autoritario di quello guidato da Mubarak. L'ex capo delle forze armate aveva lanciato nei giorni scorsi un appello per un voto di massa. «Siete scesi in strada il 30 giugno perché l'Egitto era in pericolo», aveva detto Sisi, riferendosi alle centinaia di migliaia di persone che avevano manifestato chiedendo le dimissioni del presidente Mohamed Morsi. «Ora dovete nuovamente scendere in strada, mostrare al mondo che siete 40, 45 (milioni) e ancor più» per votare il nuovo presidente, aveva aggiunto.

Al Sisi, intanto, ha ottenuto il 94,5% dei voti degli egiziani residenti all'estero: il voto si è svolto già in 124 paesi fra il 15 e il 19 maggio: lo ha reso noto la Commissione elettorale. Per al-Sisi hanno votato oltre 296mila elettori sui 318.033 iscritti nei registri per il voto estero; l'unico rivale dell'ex generale, Hamdeen Sabbani, ha ottenuto poco più di 17mila preferenze.