25 luglio 2021
Aggiornato 14:30
Processo Mubarak

Al-Sisi: «L'Egitto guarda a futuro»

Dopo l'archiviazione delle accuse di complicità in omicidio e corruzione nei confronti dell'ex presidente Hosni Mubarak: lo ha dichiarato il Capo dello Stato egiziano, Abdel Fatah al-Sisi. Intanto gruppo terroristico legato all'Isis rivendica uccisione di un americano.

IL CAIRO - l'Egitto «guarda al futuro e non tornerà indietro» dopo l'archiviazione delle accuse di complicità in omicidio e corruzione nei confronti dell'ex presidente Hosni Mubarak: lo ha dichiarato il Capo dello Stato egiziano, Abdel Fatah al-Sisi.
«Il nuovo Egitto, risultato delle due rivoluzioni del 25 gennaio (2011, contro il regime di Mubarak, ndr) e del 30 giugno (2013, contro l'ex presidente Mohammed Morsi) si avvia verso la costruzione di uno Stato moderno e democratico, fondato sulla giustizia, la libertà, l'uguaglianza e la lotta contro la corruzione», si legge in un comunicato diffuso dalla Presidenza egiziana.
Al-Sisi ha parlato all'indomani dell'archiviazione del processo intentato contro Mubarak, ufficialmente per dei vizi di forma tanto da aver avanzato delle proposte di riforma del codice penale per evitare altre situazioni analoghe in futuro; il presidente non ha commentato la decisione, sottolineando l'indipendenza della magistratura.

Gruppo legato all'Isis rivendica uccisione di un americano - Un gruppo egiziano alleato dello Stato islamico (Isis) ha rivendicato l'uccisione di un tecnico petrolifero americano William Henderson, che sarebbe avvenuta lo scorso agosto nel deserto. La rivendicazione, supportata da una foto tessera del cittadino statunitense, è stata diffusa via Twitter da «Ansar Beit al Maqdis», gruppo estremista attivo nel Sinai egiziano che lo scorso mese ha giurato fedeltà al «Califfo» Abu Bakr al Baghdadi, come riporta oggi la tv satellitare «Al Arabiya».
Fonti occidentali avevano fatto sapere, precisa l'emittente saudita, che l'americano, un dipendente della società petrolifera americana «Apache», 58 anni, era stato ucciso durante un furto d'auto . Domenica scorsa, il gruppo ha pubblicato alcuni documenti: fotografia del passaporto, tessera aziendale e carta d'indentità di Henderson.
Fonti della sicurezza egiziana citate da Al Arabiya hanno confermato che il corpo senza vita di Henderson venne trovato assieme al cadavere di un altro straniero non identificato, su una strada a Sud-Ovest del Cairo, in un punto tra la sede di «Qarun» società petrolifere locale partner di Apache e il campo petrolifero «Karama».