> <
RSS

Casini ammicca a Renzi

Il leader dell'Udc: «Una cosa deve essere chiara a coloro che in Parlamento voteranno o non voteranno la fiducia: non c`è un tempo supplementare, la legislatura finisce con questo governo. Più lavoriamo per togliergli ossigeno, più avviciniamo la scadenza elettorale»

Dopo le dimissioni di Monti Scelta Civica verso l'implosione

Olivero: «Nelle parole dell'ex premier c'è una dismisura che nasce dal risentimento», Dellai: «Dal professore un'accelerazione del tutto priva di fondamento». Della Vedova: «A mio avviso prevarrà una linea montiana e si ristabilirà che Sc sostiene il governo fino alla fine», Susta: «Nessun accordo con il Pdl ancora troppo condizionato da Berlusconi»

Krugman: «Punito Monti, proconsole della Germania»

«I politici poco raccomandabili sono in aumento in tutta l'Europa meridionale. E la ragione per cui questo accade è che i funzionari europei non ammettono che le politiche che sono state imposte ai debitori sono un fallimento disastroso. Se questo non cambia, le elezioni italiane saranno solo un assaggio della pericolosa radicalizzazione che verrà»

Monti, Berlusconi e il pericolo comunista

Il Presidente del Consiglio: «Ha torto Berlusconi a dire che c'è un pericolo comunista. Il Pd si è andato via via affrancando dalla sua storia», anche se il legame con Sel «non permette le politiche innovative» di cui ci sarebbe bisogno. Intanto Passera punge Monti: «In agenda non ci sono cose radicali»

Monti «rischia tutto»

Mario Monti ormai è diventato un politico a tutti gli effetti, che nella sfida elettorale mette in gioco non solo la sua carriera, ma anche amicizie, passioni e perfino gli affetti famigliari. Partita da Bergamo la campagna elettorale, porta chiusa a Vendola: «Subito riforme radicali»

> <