24 gennaio 2020
Aggiornato 05:30
Centro | Elezioni Politiche 2013

Monti, Berlusconi e la politica del «piffero»

Silvio Berlusconi è come «il pifferaio magico» della favola che «porta i topini ad annegare». E' il giudizio di Mario Monti, durante la registrazione di Porta a Porta, per il quale «Berlusconi ha già illuso tre volte gli italiani» e ormai «non ha credibilità, neanche all'estero»

ROMA - Silvio Berlusconi è come «il pifferaio magico» della favola che «porta i topini ad annegare». E' il giudizio di Mario Monti, durante la registrazione di Porta a Porta, per il quale «Berlusconi ha già illuso tre volte gli italiani» e ormai «non ha credibilità, neanche all'estero».

Rispondendo ad una domanda sulle promesse elettorali, Monti spiega: «Serve credibilità. Dipende da chi le dice certe cose» come la necessità di ridurre le tasse e di rilanciare la crescita. E cita il sito 'pagella elettorale' che misura il tasso di veridicità delle affermazioni dei candidati: «Un signore Monti, dice cose vere all'89%, Bersani al 73%, Berlusconi al 51%, Grillo al 43%. Perchè è un discorso illusionistico la riduzione delle tasse se fatto da Berlusconi? Perchè è fatto da chi ha governato negli ultimi 8 anni, che è il principale responsabile dell'aumento delle tasse ed è puerile che le scarichi su chi è stato chiamato a risolvere la situazione. E' uno che già ha illuso tre volte gli italiani, e la prima volta mi sono illuso anch'io, ma ora che gli italiani possano ancora credere alla veridicità di certe promesse se arrivano da quella bocca, mi ricorda la fiaba del pifferaio che porta i topini ad annegare».

Insomma, «è un fatto di credibilità: se uno dice che le tasse sono 'mani nelle tasche degli italiani', acquisisce popolarità tra gli italiani stupidi, ma sono ormai l'un per cento, ma mina la possibilità di una seria lotta all'evasione. Ed è uno non credibile a livello internazionale».

Osvaldo Napoli: Si schieri pure con Bersani ma non offenda gli italiani - «Il candidato Monti ritiene che gli italiani siano imbecilli a tal punto da aver seguito per quasi vent'anni il richiamo di un pifferaio magico. Libero Monti di schierarsi con Bersani, come è del tutto evidente da quello che ha detto a Porta a Porta, non per questo però deve offendere quei milioni di italiani che hanno ritenuto per tre volte di dare la maggioranza a Silvio Berlusconi». Lo dice il vice capogruppo del pdl Osvaldo Napoli.

«Spieghi piuttosto agli italiani perchè dopo tredici mesi di governo i principali indicatori economici sono pesantemente negativi. Perchè le riforme annunciate con squilli di tromba sono oggi da riformare. E spieghi chi o che cosa gli ha impedito di tagliare incisivamente la spesa pubblica così da non aumentare l'Iva o tartassare le case con l'Imu. La cancelliera Merkel ha fatto una politica liberista e coerente, magari con il piccolo inconveniente di aver scaricato sul debito dei Paesi Euromed il peso di scelte politiche difficilmente sostenibili in Germania. I sacrifici sanguinosi imposti agli italiani hanno evitato la crisi alla Germania: lì disoccupazione sotto controllo, qui dilagante; lì tasse eque, di qua spremuta fiscale. E' per questi squilibri che l'Italia sarebbe oggi più credibile?».