17 agosto 2018
Aggiornato 22:30

Archistar Fuksas elogia la città: "Prestatemi il vostro sindaco!"

"La città è pulita, mi prenderei anche il governatore Toti", ha commentato il famoso architetto, prima di parlare ad un convegno organizzato alla facoltà di architettura dell'Università di Genova
L'archistar Massimiliano Fuksas
L'archistar Massimiliano Fuksas (ANSA)

GENOVA - «Io non so chi sia il sindaco di Genova, ma siete stati a Roma ultimamente? Bene, prestateci il vostro sindaco per un paio di mesi. Mi prendo anche il presidente della Regione, basta che la capitale torni a essere pulita e in ordine come la vostra città». A sorpresa Massimiliano Fuksas, archistar in passato vicino alla sinistra, si lancia in un elogio dell'amministrazione comunale di Genova e del governatore Toti poco prima di iniziare la sua lectio magistralis per un convegno organizzato alla facoltà di Architettura dell'Università di Genova.

ELOGIO AL CENTRO STORICO - Fuksas ha aggiunto: «Progettare il centro storico di Genova è complicato ma non si può perdere la sua ricchezza». Insomma mentre si discute di 'diradamenti' nel centro storico, l'architetto difende il dna dei 'caruggi'. «La cosa più bella di Genova - dice - è proprio la sua compattezza, specialmente la Genova storica. E' come una grande scultura incisa e i vicoli sono la sua ricchezza. Certo bisogna gestirla questa cosa».