22 luglio 2019
Aggiornato 20:00
Energia

La guerra del gas e i nostri interessi strategici

Gli Usa aggrediscono la rotta che porta il gas dalla Russia e dall'Iran per ragioni politiche. I francesi hanno destabilizzato la Libia per prendere le risorse. L'Italia paga il conto

Libia

Libia, il figlio di Gheddafi: Italia fascista, ripete lo scenario Nato

Saif al Islam, figlio del defunto leader libico Muammar Gheddafi, ha accusato l'Italia di una politica coloniale e fascista verso la Libia, ricordando che è stata l'Italia a rovinare i rapporti con Tripoli consentendo agli aerei della Nato di partire dalle proprie basi, nel 2011

Prigioniero dal 2011 di una milizia ribelle

Libia, liberato il figlio di Gheddafi. Cosa sta accadendo?

Seif al Islam, il figlio del defunto dittatore libico designato suo suo successore, è stato liberato. Ad annunciaro è stata la Brigata Abu Bakr al Sadiq, una milizia di ex ribelli che controlla la città di Zintan, in Libia occidentale

Oltre le fake news, oltre la post verità

Trump, i forni di Assad, il Russiagate e lo storytelling: come i media manipolano le nostre ultime (r)esistenze cerebrali

Il presidente Trump anziché regalare gagliardetti e penne antiche al ministro russo Lavrov dona informazioni top secret. Assad è Hitler, incenerisce gli oppositori in un forno crematorio. Dosi sempre maggiori di propaganda vengono somministrate per scuotere il consumatore mediatico occidentale

Lo provò il giornalista premio Pulitzer Seymour Hersh

Siria 2013, già allora i ribelli avevano gas sarin (e la Clinton sapeva)

Il presunto attacco chimico imputato al regime di Assad ricorda molto quando, nel 2013, tutto il mondo accusò il regime di Damasco di aver usato gas sarin. Ma un'inchiesta giornalistica svelò il contrario

I dirottatori erano sostenitori dell'ex rais libico Gheddafi

Malta, tutti liberi gli ostaggi dell'aereo dirottato diretto in Libia

Il dirottatore ha minacciato di far esplodere l'aereo con tutte le persone a bordo. Era un sostenitore dell'ex regime di Mouammar Gheddafi che voleva annunciare la creazione di un partito politico filo-Gheddafi e chiedere asilo politico a Malta

Tra le strade di Tripoli si respira insoddisfazione

La Libia a 5 anni dalla morte di Gheddafi: «Si stava meglio prima»

Era il 20 ottobre 2011 quando Gheddafi venne catturato e ucciso. Ma, tra gli abitanti di Tripoli, si respira aria di insoddisfazione: perché le cose non sono cambiate, se non in peggio

Ma anche Putin vigila...

Libia, se i raid Usa sono un regalo di Obama a... Hillary Clinton

Mosca è stata l'unica a sollevare qualche dubbio sui raid decisi da Obama in Libia. Dietro ai quali, in effetti, potrebbe esserci altro rispetto alla sola intenzione di soccorrere Serraj contro l'Isis.

La lista

Panama Papers: la lista dei leader mondiali coinvolti

12 leader e diversi familiari e collaboratori strettissimi di grandi nomi della politica mondiale al centro del più grande scandalo di tutti i tempi collegato all'evasione fiscale e alla corruzione

1500 volte più grande di Wikileaks

Panama Papers, l'immenso paradiso fiscale dei grandi della terra

La più grande fuga di notizie mai accaduta: 11 milioni di documenti che sono stati ottenuti da un informatore segreto dello studio legale Lenville Overseas di Mossack Fonseca, con sede a Panama, che gestisce le fortune offshore dei grandi del mondo.

Cosa c'è dietro l'annuncio russo del ritiro dalla Siria

Missione compiuta. Il ritiro dalla Siria è l'ennesimo colpo da maestro di Putin

L'annuncio del ritiro delle forze russe in Siria, che ha lasciato gli Usa a bocca aperta - proprio come, mesi fa, la notizia dell'intervento -, è la perfetta chiusa di un autentico capolavoro geopolitico. Che ha riportato la Russia in prima fila sulla scena internazionale

Ieri segretario di Stato, oggi aspirante presidente

Gli errori della Clinton in Libia, e la storia che si ripete (5 anni dopo)

Cinque anni fa, era segretario di Stato; oggi, è aspirante presidente degli Stati Uniti. Allora, Hillary Clinton decise per l'intervento in Libia; oggi, mentre un nuovo intervento è alle porte per dirimere il caos provocato nel 2011, difende quella decisione. Ma nella sua autodifesa, non racconta «lati» della storia che tutti dovrebbero sapere

Posizioni (ovviamente) diverse

Salvini vs Renzi: ricette a confronto sulla Libia

E' stato dal salotto televisivo di Barbara D'Urso che il premier Renzi ha spiegato la posizione ufficiale del governo sulla Libia. E da altri salotti, Matteo Salvini gli ha risposto. Ecco le ricette a confronto dei due grandi rivali politici

I rischi di un nuovo intervento ad oggi sono altissimi

Obama ci vuole in Libia? Perché dovremmo pensarci due volte prima di dirgli di sì

Quando l'alleato americano chiama, siamo abituati a rispondere con sollecitudine. Ma in questo caso dovremmo valutare con più ponderazione. Ecco i 5 rischi da considerare seriamente prima di intervenire in Libia (e ripetere gli errori del 2011).

La crisi libica

Libia, ecco come l'Isis si impossessa del petrolio

La forza armata addetta alla protezione degli asset petroliferi libici non oppone resistenza ai jihadisti dello Stato islamico (Isis) e oggi è il principale ostacolo alle attività produttive e un intralcio alla formazione di un governo di unità.

A quattro anni dall'inizio, il conflitto sembra a un punto di non ritorno

Siria, chi combatte e per cosa, chi non combatte e chi non sa (come l’Italia)

Un'autentica polveriera, quella siriana, dove si scontrano interessi locali e internazionali. Ecco cosa vogliono Europa, Stati Uniti, Iran, Turchia, Arabia Saudita, Russia, e cosa fanno (o non fanno) per ottenerlo

Insieme a ex capo servizi al-Senussi ed ex premier al-Mahmoudi

Libia, figlio di Gheddafi condannato a morte

Il figlio dell'ex dittatore libico Muammar Gheddafi è stato condannato a morte da un triunale di Tripoli insieme ad altri esponenti del regime

Parla uno dei più illustri analisti politici e strategici italiani

Politi al DiariodelWeb.it: il problema non è come respingere, ma come accogliere

Dopo averci parlato di terrorismo e Isis, l'analista politico e strategico Alessandro Politi, ci illustra, in esclusiva, le sue considerazioni a proposito di missione anti-scafisti, immigrazione, e caos libico. E della migliore strategia - militare o diplomatica - per tentare di stabilizzarlo

L'esodo irrefrenabile

Immigrazione, i barconi navigano su un mare di parole

Destra e sinistra continuano a scontrarsi a colpi di slogan, ma né Renzi né Salvini hanno ancora trovato una soluzione realmente credibile. E intanto l'invasione dei profughi può solo continuare a peggiorare

Colpito il complesso di Ouagadougou, quartier generale jihadisti

Libia, raid milizie islamiche contro Isis a Sirte

La milizia islamiche denominate Fajr Libia, che controllano la capitale libica, hanno lanciato nella notte raid aerei contro postazioni delle milizie jihadiste dello Stato Islamico (Isis) a Sirte, città ad est di Tripoli, come hanno riferito oggi fonti ufficiali e testimoni.

Il senatore Fi su emergenza sbarchi

Gasparri: basta slogan, bisogna bloccare le partenze

Serve il coinvolgimento fattivo e incisivo degli organismi internazionali. Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, affronta il tema emergenza sbarchi e sottolinea la necessità dell'intervento dell'Onu anche in relazione alla gestione dei campi profughi in Italia, lasciati nelle sole mani dei volontariati.