22 febbraio 2019
Aggiornato 10:30
Calcio

Shevchenko-Tassotti: flop mondiale

I due ex milanisti non sono riusciti a guidare la nazionale ucraina alla qualificazione a Russia 2018, perdendo anche la possibilità di disputare gli spareggi

da giovedì 21 a domenica 24 settembre

Gusti di Frontiera: Cresce ancora il Borgo Oriente. Per la prima volta sbarcano a Gorizia Russia e Repubbliche baltiche

Il Borgo Oriente avrà ben 18 espositori che offriranno un’ampia gamma di leccornie, ma anche pezzi di artigianato, pietre dure, foulard e tutti gli ingredienti necessari a riproporre a casa i sapori orientali. Altrettanto particolari le pietanze che potranno essere gustate nel Borgo Russia e Repubbliche baltiche con specialità di Ucraina, Russia, Lituania, Lettonia e Transilvania

Calcio

Russia 2018: si mette male per Shevchenko

La nazionale ucraina, guidata dall'ex centravanti del Milan, perde malamente in Islanda compromettendo una qualificazione che sembrava ormai a portata di mano per la compagine sovietica

Tennis | WTA Roma

La Svitolina è regina di Roma

Elina Svitolina si conferma la tennista più in forma del 2017 sconfiggendo in finale Simona Halep, che aveva perso solo quattro degli ultimi 30 incontri sulla terra. 4-6 7-5 6-1 il punteggio per l’ucraina, al quarto titolo stagionale, che con questo successo diventa numero 6 del ranking Wta.

Relazioni internazionali

Salvini parla della «Crimea liberata»

Il leader della Lega Nord Matteo Salvini in un messaggio ai partecipanti del Forum Economico internazionale di Yalta: «Grazie a voi, perché siete venuti, senza dubbio, nonostante il boicottaggio e i dubbi, ci sono tante persone che dicono No!»

Liberi e felici

Ucraina, la nuova vita degli orsi salvati dai circhi

Nuova vita a Jytomyr, nel nord-ovest dell'Ucraina, per alcuni orsi bruni, salvati da diversi circhi, ristoranti e allevamenti privati in cui venivano maltrattati e denutriti. In alcuni casi, addirittura, erano usati come prede per addestrare cani da caccia.

Il nuovo consigliere per la sicurezza nazionale

Usa, con McMaster la Russia rimane il nemico

L'ultimo di una lunga serie di segnali che il disgelo con Mosca è ancora lontano è la nomina di Herbert McMaster al posto di Michael Flynn. Un generale non proprio conciliante nei riguardi della Russia