16 novembre 2018
Aggiornato 06:30

Isis 2.0 in crisi

Il messaggio mediatico dello Stato Islamico (Isis) in profonda crisi. Secondo uno studio egiziano, negli ultimi tre mesi le fotografie e i video postati in rete dalle case di produzione ufficiale dell'organizzazione terroristica sono quasi dimezzati

Ecco perché Bin Laden era più insidioso dell’Isis

L'Isis è nata da una «costola» di Al Qaeda in Iraq, ma le strategie dei due gruppi sono diverse. Bin Laden metteva in guardia dai rischi di proclamare un califfato prima di aver sconfitto il nemico americano; Isis fa il ragionamento contrario. Chi ha ragione?

Le 3 cose dell'Isis che abbiamo sottovalutato

A un anno dalla presa di Mosul, l'Isis ha dimostrato capacità di espansione, abilità a sfruttare le debolezze degli avversari e attitudine a controllare i territori conquistati. Al contrario, la strategia della coalizione guidata dagli Usa ha fatto troppi buchi nell'acqua. Abbiamo sottovalutato la minaccia del Califfato nero?

Ecco che cosa si cela dietro all'avanzata dell'Isis in Iraq

L'Isis è tutt'altro che invincibile, per uomini, mezzi e strategie di lungo periodo. Eppure, la sua avanzata in Iraq - suggellata dalla conquista di Ramadi - è stata favorita dalla disgregazione politica e dalla marginalizzazione delle minoranze. Che nell'Isis hanno visto un'occasione di rivalsa.

Isis, confermata la morte del numero due al Afri

Il ministero della Difesa iracheno ha confermato la morte del numero due dello Stato Islamico (Isis), Abu Alaa al Afri, rimasto ucciso - secondo Baghdad - in un raid aereo contro la moschea dei Maritri in una località vicina a Tel Afar a una cinquantina di chilometri a ovest di Mosul, roccaforte del Califfato nel Nord dell'Iraq.

Ucciso il numero 2 del Califfato nero

Durissimo colpo allo Stato Islamico (Isis), che vede eliminato il suo probabile nuovo capo: proprio in questi giorni doveva essere scelto il successore del Califfo Abu Bakr al Baghdadi, che sarebbe rimasto paralizzato in seguito da un raid Usa, e oggi è stata annunciata l'uccisione di Al Afri, numero due e leader di facto dell'organizzazione terroristica.

Ti sposo, ma da kamikaze

Ti sposo ma solo se mi fai morire da kamikaze. E' questa, in sostanza, l'unica condizione posta "contrattualmente" da una ragazza per pronunciare il fatidico sì alle nozze con un jihadista dello Stato islamico (Isis): la copia del contratto di matrimonio tra i due è stata diffuso oggi sui social network.

Presto l'Isis eleggerà il vice di al-Baghdadi

Il Consiglio della Shura, composto da nove comandanti dello Stato islamico (Isis), dovrebbe eleggere questa settimana il vice di Abu Bakr al Baghdadi, rimasto paralizzato a causa di una lesione alla spina dorsale riportata in un attacco aereo statunitense nel nord dell'Iraq e trasferito da allora a Raqqa, capitale del Califfato in Siria.

L'Isis ha un nuovo capo?

Sulla scia delle voci di un grave ferimento, addirittura della morte del Califfo Nero Al Baghdadi, emerge un successore per la guida dello Stato Islamico, nel quadro di duri scontri per la leadership del Califfato nero.

Il Califfo dell'Isis è morto?

Si infittisce sempre più il mistero sulle condizioni del leader dello Stato islamico (Isis) Abu Bakr al Baghdadi dato di recente dai media per "ferito grave" dopo un raid Usa, avvenuto a marzo. Alcuni rumors hanno parlato addirittura di morte clinica del Califfo.

Ecco come l'Isis tentava di radicarsi in Arabia Saudita

L'Arabia Saudita ha annunciato oggi l'arresto di 93 jihadisti, tutti legati allo Stato islamico (Isis), e ha reso noto di aver smantellato diverse cellule terroristiche che progettavano attentati in tutto il regno wahabita contro personalità politiche e militari. Ecco i piani e le mosse del Califfato per radicarsi in Arabia Saudita.

Ferito gravemente il Califfo

Il leader dello Stato islamico, Abu Bakr al-Baghdadi, sarebbe stato ferito gravemente in un raid aereo nell'Ovest dell'Iraq. L'attacco aereo della coalizione Usa sarebbe avvenuto il 18 marzo scorso. Pare che le sue condizioni siano state tanto gravi che gli altri leader dell'Is si siano consultati sul nome del successore