29 giugno 2017
Aggiornato 18:00
> <
RSS

Monti: Pdl-Lega hanno tradito la Lombardia

Il Premier all'«Eco di Bergamo»: Soffro nel vedere non realizzata la promessa di rivoluzione liberale fatta da Berlusconi nel 1994. E anche nel constatare che l'impatto della Lega non è stato quello che avrei sperato. Nessun effetto positivo, non è stata fattore di spinta verso una più profonda vitalità europea

Maroni: Alleanze? Il PDL si rinnovi

Il Segretario della Lega: «proprio in un momento in cui l richiesta di cambiamento è generalizzata non solo tra i leghisti» il Pdl «dovrebbe seguire l'esempio della Lega e rinnovarsi. Abbiamo rinnovato l'offerta politica e investito sui giovani, il Pdl non ha fatto altrettanto»

Mantovani: In Lombardia primarie possibili

Se Pdl e Lega in Lombardia non troveranno l'accordo su una candidatura unica del centrodestra resta l'ipotesi di scegliere il candidato attraverso le primarie. Lo ha spiegato il coordinatore regionale del Pdl Mario Mantovani. Salvini: «Maroni è vincente, disponibili a primarie». Albertini: «Vittoria centrosinistra è molto probabile»

Lombardia, al PDL non piace la sortita di Albertini

L'ex Sindaco si è detto pronto a restituire la tessera se il partito sosterrà al suo posto la candidatura di Maroni. Il motivo è chiaro: irrigidirsi sulle proprie posizioni cristallizza, nonostante la recente riapertura del dialogo tra Formigoni e la Lega, la spaccatura nel centrodestra, che rischierebbe di presentarsi alle urne diviso

Formigoni: Alle elezioni in tempi rapidissimi

Il Consiglio regionale della Lombardia interromperà in anticipo la legislatura «entro una settimana». A dettare la scadenza, sulla base delle dimissioni dei consiglieri del Pdl già nella mani del capogruppo, è Formigoni che intende andare al voto già la domenica prima di Natale o al massimo entro metà gennaio 2013. Tosi: «Non penso potremo sostenere candidato non leghista»

Formigoni: Dimissioni per votare subito

Al voto a gennaio con o senza legge elettorale. Albertini in pole. Sulle futuro prossimo, però, la Lega naviga a vista. Se viene data per scontata che alleanze «naturali» possano rinascere nell'ambito del centrodestra, nel movimento nessuno si sbilancia. C'è attesa di vedere che cosa ci sarà al posto del Pdl, che in via Bellerio considerano agli sgoccioli

La Lega che vuole staccare, il Maroni accomodante

Qual è la Lega 2.0? Quella della pulizia interna, delle ramazze per spazzare via le mele marce alla Belsito o quella che continua a sostenere, nonostante le accuse di compravendita di voti dalla 'ndrangheta, un'esperienza di governo regionale che, almeno per la base e seppur prossima ad essere rinnovata, appare screditata e indifendibile?

> <