19 settembre 2019
Aggiornato 15:00

Maroni non si ricandida per motivi personali, ecco il sostituto

Il governatore della Lombardia ha confermato che non si ripresenterà. Il segretario del Carroccio, Matteo Salvini ha già detto chi correrà al suo posto

ROMA - Il governatore della Lombardia, Roberto Maroni ha confermato alla riunione di giunta che non si ricandiderà «per motivi personali» alla presidenza della Regione. L'ex ministro avrebbe indicato come suo delfino l’ex sindaco di Varese, Attilio Fontana, nome gradito anche dal segretario della Lega, Matteo Salvini, che ai microfoni di Radio1 si è detto «dispiaciuto» per la scelta di Maroni.

Il comunicato congiunto di Fi, Lega e Fdi
«Per quanto riguarda la Lombardia, se davvero il presidente Maroni per motivi personali non confermasse la disponibilità alla sua candidatura, verrebbe messo in campo un profilo già comunemente individuato». E' quanto si legge nella nota congiunta di Fi, Lega e FdI diffuso al termine del vertice ad Arcore. Sulle regionali la coalizione conferma che si presenterà con candidati comuni e condivisi.