28 febbraio 2020
Aggiornato 07:30
Lombardia 2013

Ambrosoli: «Ho ragioni per sperare in cambiamento dati»

Il candidato del centrosinistra acclamato: «Comunque vada è solo l'inizio»

MILANO - Umberto Ambrosoli, candidato alla presidenza della Regione Lombardia per il centrosinistra, ha incoraggiato dal palco del teatro Litta i propri sostenitori che lo aspettavano da ore dicendo di avere «molte ragioni per confidare in un ulteriore cambiamento dei dati». Un riferimento al dato delle prime sezioni scrutinate che lo davano in netto svantaggio rispetto al candidato del centrodestra Roberto Maroni, una distanza ridotta a circa quattro punti percentuali meno di un quarto delle schede scrutinate.

«Ringrazio tutti gli elettori, i candidati e i volontari», ha aggiunto l'avvocato penalista acclamato dalla platea che lo ha accolto con cori e applausi. «Riscontriamo un risultato della proposta del centrosinistra per le amministrative - ha aggiunto Ambrosoli - molto superiore a quello dello stesso schieramento alla Camera, ci sono più di dieci punti di differenza».

Il candidato del centrosinistra ha comunque invitato i propri sostenitori ad aspettare l'esito finale con la consapevolezza che il centrosinistra alle regionali lombarde si è presentato con una coalizione più allargata. «Lo spoglio è molto lento c'è la possibilità di un'accelerazione tra un'ora, vedremo dove commentare i dati finali, ma intanto vi ringrazio e vi dico che comunque sia è solo l'inizio», ha concluso Ambrosoli.